Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Regione VdA a tutta birra!!
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> TEMATICHE DEL LAVORO, ECONOMIA, FINANZA
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
carmelo.pace







Età: 50
Registrato: 04/01/07 12:34
Messaggi: 265
carmelo.pace is offline 

Località: Chàtillon
Interessi: Tutto quello che mi piace
Impiego: CIGS


MessaggioInviato: Ven Lug 27, 2007 11:38 am    Oggetto:  Regione VdA a tutta birra!!
Descrizione:
Rispondi citando

Lo stabilimento di Pollein a rischio smantellamento
interviene la Regione: pioggia di soldi in pubblicità
"Spot" sull'etichetta della birra
la Val d'Aosta paga 16 milioni
di ANTONELLO CAPORALE
YES, fresh is better. Internazionale, desiderabile, apprezzata da chi ha passione per il divertimento e la qualità. Heineken, si dissero gli assessori regionali durante la seduta dell'otto giugno del 2006, è il brand giusto per portare la Valle d'Aosta ovunque in Italia, in ogni casa, davanti a ogni pizza, di sera al pub, al bar se è mattina, al mare quando c'è caldo, in discoteca per divertirsi. Lei è interessata a noi e noi a lei.

Decisero così di guardare a "innovativi e più efficaci strumenti pubblicitari" e si accordarono: tredici milioni e seicentomila euro (iva esclusa) e la scritta bilingue Valle d'Aosta/Vallèe d'Aoste sull'etichetta.
Perfetto. Milioni di bottiglie, marchio glamour, consumatori che amano conoscere e viaggiare. "E' un'operazione di marketing sviluppata sulla base di strategie d'immagine oggetto di esclusive valutazioni tecniche", dice il presidente della Regione Luciano Caveri.

E infatti. La Valle fa da apripista, toglie le famiglie dal suo target e si rivolge ai giovani. Punta verso questa nuova frontiera del marketing territoriale. Forse, chissà, la Lombardia deciderà di stampare il suo logo sulle sottilette Kraft, la Campania correrà con Pizzottella, i siciliani sceglieranno le melanzane, la Toscana si fidanzerà con la Fanta, l'Emilia sposerà il chinotto. Possibile, certo.

E però, ecco il però. A Roma la birra Heineken si vende dappertutto, il contratto con la regione del nord è già in vigore, i pagamenti risultano puntuali però della Valle d'Aosta non c'è traccia. Un supermercato, molto fornito, al Colosseo, meta di turisti di tutto il mondo, un secondo a Santa Maria Maggiore, un terzo nel quartiere Prati. Niente. Sfortunati. A Firenze, ugualmente sfortunati. Milano, uguale.

Problema? No, tutto chiaro. Il contratto che la Finaosta (ente strumentale della Regione Autonoma) ha stipulato con il gruppo Heineken lascia a quest'ultimo la discrezionalità di veicolare il logo sui vari prodotti della multinazionale. E il colosso olandese, comunica l'ufficio stampa italiano, stamperà la Valle sulle bottiglie e le lattine Prinz, Dreher, Von Wunster. La birra regina non si tocca. Le reginette sì. E va bene. Ritorniamo nei supermercati, ritorniamo al Colosseo: Dreher c'è, ma la Valle d'Aosta no. Forse è un vecchio stock, anzi sicuramente lo è. Perché l'accordo (quinto comma dell'articolo 3) impone la commercializzazione della bevanda "sul territorio italiano".

Il logo, bello grande, ad Aosta comunque l'hanno visto. Ma grande quanto? Ah, ecco: è alto circa 20,5 millimetri e largo 50. Non è posizionato davanti, non buca l'etichetta, ma rimane timido sul retro della bottiglia. Se vi va una Dreher e siete fortunati, giratela e mirate in alto a destra. Guardate bene, eccolo lì. Certo, sono quasi quattordici milioni di euro, sedici milioni e 320 mila conteggiando l'iva. Il cronista di aostaoggi. it che per primo ha indagato, giusto per curiosità è passato dal supermercato e ha ritirato una Prinz: "Mi sono accorto che vi era un rettangolo rosso di cinque centimetri di larghezza e sette di altezza, alla base (altezza 0,5 centimetri) si leggeva Valle d'Aosta e appena sotto l'indirizzo web della regione".

Mezzo centimetro di spazio, buono per tutti gli occhiali. E' poi andato a visitare il sito della Sipra, la concessionaria di pubblicità della Rai, per capire sulla scorta del listino prezzi quanto sarebbe costato uno spot di trenta secondi. Con quei soldoni la Rai avrebbe infilato la Valle d'Aosta anche nel telegiornale. Figurarsi Mediaset!

Ma, e qui c'è un altro ma. I valdostani sono ricchi e anche generosi. Di nuovo Caveri, il presidente regionale: "Abbiamo un bilancio di un miliardo e mezzo di euro con una popolazione di 120mila persone". Ricchi davvero, una montagna di euro pro-capite. "Lo so, l'accusa è nota: troppi soldi arrivano qui. Ma nessuno si rende conto quanto serve per gestire un paesino di montagna, un ospedale in altura. Comunque facciano pure: cambino la Costituzione se vogliono revocarci la nostra autonomia".

La montagna. L'industria in montagna trova aria buona ma un sacco di altri problemi. Perciò le iniziative scarseggiano, e quando si avviano presto rallentano se non proprio si fermano. E i valdostani da una vita le pensano tutte pur di trattenere le aziende, favorire lo sviluppo, sostenere e consolidare l'attività e vedere finalmente tutelata l'occupazione. Hanno i soldi e li usano.

Ecco perché la birra c'entra con la Valle d'Aosta. La missione, ben oltre e ben più che veicolare l'immagine, è stata forse quella di trattenere per la giacca Heineken, fare in modo che non smantellasse lo stabilimento mantenuto forse con qualche mugugno nella vallata di Pollein. E perciò gli amministratori regionali hanno scritto in premessa al documento che dà il via libera alla promozione dell'immagine territoriale (primo capoverso della delibera di giunta numero 1631), che si sarebbe proceduto a nuovi accordi con Heineken Italia SpA "con l'obiettivo di mantenerne la presenza in Valle d'Aosta a tutela degli interessi generali della Regione".

E quindi, l'uovo di Colombo: se tu resti noi beviamo tutta la tua birra. Anzi, non la beviamo nemmeno. Però, diciamo così, te la paghiamo. Proposta dell'assessore alle Finanze d'intesa con quello alle Attività produttive. Innovativa, moderna finalmente. La birra sta sugli scaffali ed è in vendita. Davanti bella così, di dietro con il loghetto.

L'intesa garantisce alla Regione il logo e dura fino ad ottobre del 2009. Milioni di bottiglie. L'accordo commerciale, la strategia di immagine, coincide alla perfezione con il prolungamento del contratto d'affitto del ramo d'azienda fino al 30 ottobre 2009. Quest'ultimo è anzi correlato (articolo 2 del contratto) con quello promozionale. L'azienda c'è almeno fino a quando esisterà la sponsorizzazione. Tutti felici e contenti. Per due anni con una birra in mano, la Valle d'Aosta ti sorride: fresh is better.

(27 luglio 2007)

_________________
Carmelo Pace


Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Ven Lug 27, 2007 11:38 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Lun Lug 30, 2007 12:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E così nel giro di un anno finiamo nuovamente sulle pagine nazionali per il nostro sperperamento di fondi...
Ora però vorrei riportare quanto scrive Camilli in merito:

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE LUCIANO CAVERI
27 Luglio 2007
Caro presidente, mi dispiace leggere la sua e-mail di risposta al mio invito di un incontro per una intervista sulla "sponsorizzazione" da parte della Regione Valle d'Aosta della birra Heineken. Nella mia e-mail le facevo presente che i nostri lettori avrebbero gradito leggere i suoi commenti a questo fatto che oggi è stato riportato dal quotidiano La Repubblica. Mi spiace rendere pubblica la sua risposta con la quale liquida il mio invito: "Io parlo solo con i giornalisti".
Sig. Caveri, con questa sua affermazione dimostra scarso rispetto per coloro che, anche se non iscritti all'albo, ogni giorno lavorano, faticano e certe volte rischiano la vita per la passione di comunicare, diffondere e scrivere le storie di cui sono testimoni. Nel mio caso specifico, pur non essendo iscritto all'albo, sono l'editore di questa testata e credo che Lei abbia avuto in moltissimi casi la prova della nostra voglia di raccontare e ascoltare le sue idee, le sue storie e i suoi progetti. Cosa è cambiato? Tutto va bene solo quando si è nel coro? Sig. Caveri le comunico una notizia molto utile per Lei: pensi, oltre a non essere iscritto all'ordine dei giornalisti, sono anche stonato.
Concludo con l'amarezza di scoprire in Lei una persona diversa da quella che credevo. La politica Sig. Caveri non è solo potere, ma anche umiltà e dono dell'ascolto. In questi ultimi anni sono stato oggetto di attacchi più o meno nobili che hanno coinvolto il mio lavoro. Sono ancora qui - fino a che il potere lo permetterà - per i miei lettori, per i miei collaboratori, per i miei amici sponsor e per questa folle voglia di guardarmi attorno e raccontare quello che vedo. Sig. Caveri la mia passione si chiama libertà!

Saluti,
Marco Camilli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
carmelo.pace







Età: 50
Registrato: 04/01/07 12:34
Messaggi: 265
carmelo.pace is offline 

Località: Chàtillon
Interessi: Tutto quello che mi piace
Impiego: CIGS


MessaggioInviato: Lun Lug 30, 2007 3:13 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

erika ha scritto:
E così nel giro di un anno finiamo nuovamente sulle pagine nazionali per il nostro sperperamento di fondi...
Ora però vorrei riportare quanto scrive Camilli in merito:

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE LUCIANO CAVERI
27 Luglio 2007
Caro presidente, mi dispiace leggere la sua e-mail di risposta al mio invito di un incontro per una intervista sulla "sponsorizzazione" da parte della Regione Valle d'Aosta della birra Heineken. Nella mia e-mail le facevo presente che i nostri lettori avrebbero gradito leggere i suoi commenti a questo fatto che oggi è stato riportato dal quotidiano La Repubblica. Mi spiace rendere pubblica la sua risposta con la quale liquida il mio invito: "Io parlo solo con i giornalisti".
Sig. Caveri, con questa sua affermazione dimostra scarso rispetto per coloro che, anche se non iscritti all'albo, ogni giorno lavorano, faticano e certe volte rischiano la vita per la passione di comunicare, diffondere e scrivere le storie di cui sono testimoni. Nel mio caso specifico, pur non essendo iscritto all'albo, sono l'editore di questa testata e credo che Lei abbia avuto in moltissimi casi la prova della nostra voglia di raccontare e ascoltare le sue idee, le sue storie e i suoi progetti. Cosa è cambiato? Tutto va bene solo quando si è nel coro? Sig. Caveri le comunico una notizia molto utile per Lei: pensi, oltre a non essere iscritto all'ordine dei giornalisti, sono anche stonato.
Concludo con l'amarezza di scoprire in Lei una persona diversa da quella che credevo. La politica Sig. Caveri non è solo potere, ma anche umiltà e dono dell'ascolto. In questi ultimi anni sono stato oggetto di attacchi più o meno nobili che hanno coinvolto il mio lavoro. Sono ancora qui - fino a che il potere lo permetterà - per i miei lettori, per i miei collaboratori, per i miei amici sponsor e per questa folle voglia di guardarmi attorno e raccontare quello che vedo. Sig. Caveri la mia passione si chiama libertà!

Saluti,
Marco Camilli


A proposito di libertà,

16 milioni investiti nel settore dell'alcool, dove contiamo decine e decine di giovani cadaveri ogni settimana, siamo sicuri che non si poteva fare di meglio? e gli altri settori a che punto sono? come va il bilancio del casino? rose e fiori? quando questa regione inizierà a fare delle politiche di ricostruzione serie e responsabili con progetti di lavoro adatti ai tempi moderni?
Aspettiamo fiduciosi un altro bel segnale dal popolo valdostano.

_________________
Carmelo Pace


Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
gomez000123







Età: 28
Registrato: 14/01/13 10:13
Messaggi: 1
gomez000123 is offline 

Località: new york
Interessi: na
Impiego: na


MessaggioInviato: Lun Gen 14, 2013 10:15 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

caro bel post ..............



indiana jones jacket

thriller jacket

top gun jacket

ducati jacket

harley davidson jacket

leather motorcycle vest

pleated leather skirt

black leather dress

black leather pants

mens brown leather jacket

fitted leather jacket

envision web hosting

_________________
Gomez


Ultima modifica di gomez000123 il Sab Lug 27, 2013 12:06 pm, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Gen 14, 2013 7:26 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

gomez000123 ha scritto:
caro bel post ..............


Benvenuto caro gomez000123...ben arrivato su Area democratica

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> TEMATICHE DEL LAVORO, ECONOMIA, FINANZA Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008