AREA DEMOCRATICA

TEMATICHE DEL LAVORO, ECONOMIA, FINANZA - Credito al consumo

giorgio - Mar Gen 09, 2007 1:25 pm
Oggetto: Credito al consumo
Avete notato lo strano fenomeno che sta imperando anche in Valle?
E'evidente a tutti come alla riduzione del potere d'acquisto dei salari va invece di pari passo l'aumento della concessione del credito al consumo. Se l'analisi ci conferma che il capitalismo moderno si distruggerà con le sue mani stesse, l'osservazione empirica ci mostra che la bestiaccia si agita parecchio ed ha la pelle dura...uno degli strumenti che il capitalismo mette in campo, proprio per colmare il divario tra impoverimento della moltitudine e la necessità di avere un mercato florido è proprio il progressivo ricorso agli strumenti creditizi. L'operaio, l'impiegato che guadagnano 1000, 1500 euro al mese girano col telefonino nuovo e le scarpe di marca...com'è possibile? Questo è uno degli argomenti della destra! Non è vero, dice la destra, che la gente sta male, tutti hanno i telefonini e fanno le vacanze. Peccato che non venga analizzato (e sopratutto non se ne parli mai sui media) l'enorme aumento del credito al consumo nel tenere artificialmente alto appunto il consumo in Italia.

Non solo case ed auto, ora si può farsi finanziare telefonini, elettrodomestici, vacanze, ogni cosa...e talvolta (vedi offerte del Mercatone uno e ditte presenti un Valle) comprare a rate costa meno che comprare in contanti. Penso che un' Area di sinistra popolare come la nostra, debba prendere coscienza di questa struttura, che come tutte le strutture figlie di idee un pò balzane, è pensata e disegnata per opprimere ed alienare, e debba saper rendere chiare ed appetibili delle alternative concrete e percorribili.. Magari con qualche intervento di chi ci legge - qualificato o meno - ma con l'intento di mettere in evidenza questo malaugurato fenomeno...

faustocoppi - Mer Gen 10, 2007 1:35 pm
Oggetto:
L'altro giorno dei miei amici che hanno comprato malvolentieri un auto nuova ( perche' quella vecchia aveva dato gli ultimi ), mi hanno detto che hanno deciso di comprarne una a rate perche' altrimenti la garanzia da 4 anni diventava 2. Insomma viene sfacciatamente incoraggiato chi fa i debiti. Il mondo s'è ribaltato, avrebbero detto i miei vecchi.

Vengono incoraggiate le stramaledette finanziarie. Sara' ora di ribaltare il tutto e tornare alla normalita'? Ma quanto siamo coglioni anche tutti noi (non io di certo ...) che facciamo debiti per comprarci il televisore mega o per dare al nostro bamboccio che non deve essere da meno degli altri, il telefonino scintillante pubblicizzato da quella ..... della Paris Hilton.

Trascendo ... stop! Evil or Very Mad
giorgio - Mer Gen 10, 2007 1:47 pm
Oggetto:
faustocoppi ha scritto:
L'altro giorno dei miei amici che hanno comprato malvolentieri un auto nuova ( perche' quella vecchia aveva dato gli ultimi ), mi hanno detto che hanno deciso di comprarne una a rate perche' altrimenti la garanzia da 4 anni diventava 2. Insomma viene sfacciatamente incoraggiato chi fa i debiti. Il mondo s'è ribaltato, avrebbero detto i miei vecchi.

Vengono incoraggiate le stramaledette finanziarie. Sara' ora di ribaltare il tutto e tornare alla normalita'? Ma quanto siamo coglioni anche tutti noi (non io di certo ...) che facciamo debiti per comprarci il televisore mega o per dare al nostro bamboccio che non deve essere da meno degli altri, il telefonino scintillante pubblicizzato da quella ..... della Paris Hilton.

Trascendo ... stop! Evil or Very Mad


E' di certo un modo di drogare i consumi, che altrimenti sarebbero depressi, uccisi da una situazione di crollo del potere d'acquisto dei salari. Io conosco un libero professionista (non valdostano) che parlando mi ha detto: Questo problema lo vedo nella mia attività professionale. Svariate finanziarie e banche sono venute a propormi convenzioni per credito al consumo. Io ho scelto la meno esosa, ma mi vergogno di proporla ai miei pazienti, tant'è che non lo faccio quasi mai.
E ha concluso: Sarà per questo che sono sempre a secco?

emilio - Mer Gen 31, 2007 4:25 pm
Oggetto:
a proposito ... in TV ho visto l'assurdo ... Laughing
la pubblicità di una società di credito che da denaro (fino a 30.000 euro > che non mi sembrano noccioline ...) anche se uno ha già finanziamenti in corso o ha avuto problemi in passato e magia delle magie se non riesci a restituirli, non importa: hanno un'assicurazione che copre la cifra ... Shocked Shocked Shocked
era uno spot fatto nella fascia di programmi dedicata ai giovani: con attori giovani, belli, con tutti gli status symbol, proposti come gente di successo nelle sfere lavorativa e sentimentale, insomma tutto quello che vorrebbe essere un giovane, dove un giovane vorrebbe arrivare, insomma una pericolosissima tagliola ... Confused
possibile che non si possa fare niente???
dove c'è da vigilare nessuno vigila???

"fortunatamente" è stata trasmessa su una rete Mediaset, perchè se fosse stato su una rete Rai, avrei finito di pagare il Canone ... e anche lì ce ne sarebbe da dire ... perchè ultimamente anche Mamma Rai con la Pubblicità si sta facendo un po' prendere la mano ... ma non divaghiamo, altrimenti si rischia l'OT (Out Theme > Fuori Tema per dirla in gergo "tecnico" di Forum e di internet e così abbiamo imparato anche un altro termine! Very Happy )
giorgio - Ven Feb 16, 2007 5:24 pm
Oggetto: L’industria del debito
Beppe Grillo ha scritto:
L’industria del debito si sta mangiando l’Italia. Il debito pubblico diventerà presto motivo di orgoglio nazionale, un riferimento morale. Il debito privato non può essere da meno. Deve aumentare. Ma la capacità di indebitamento degli italiani va aiutata. Se prima si prestavano 10.000 euro adesso se ne prestano anche 1.000/1.500. E’ lo strozzinaggio per tutti, a pioggia. Debiti per tutte le tasche. Per i più deboli. I genitori sono invitati a indebitarsi per i figli. Una volta li mandavano più prosaicamente a lavorare. Ma oggi fare il precario costa più dello stipendio. Meglio indebitarsi da subito. I cravattari studiano, studiano tutti i giorni. Il loro obiettivo è il TAEG. Il loro jackpot l’esproprio della casa di chi non paga le rate.

“Hai bisogno di soldi. Sono in casa tua” è sublime. Tutti a cercare i soldi che non ci sono sotto il divano. Per poi ipotecare la casa. Si paga con i debiti, non con i contanti. Il guadagno è nell’interesse applicato, il prodotto acquistato solo un richiamo. Quando saranno finiti del tutto i soldi si potrà indebitare il debito. Il debito sul debito potrà aprirci nuovi orizzonti, nuove prospettive, nuovi baratri argentini. Ci saranno gli indebitati multipli, complessi e derivati e, di quando in quando, i suicidi da salto della rata.

emilio - Sab Feb 17, 2007 10:03 pm
Oggetto:
scenario catastrofico,
ma di certo non improbabile nella realtà del futuro prossimo
soprattutto il suicidio per il salto di rata ... drammatico,
ma a nessuno sembra importare o interessare,
nell'odierna ottica che va tanto di moda del vivere giorno per giorno!!!
terribile, triste ... Rolling Eyes Confused
carmelo.pace - Lun Mag 07, 2007 11:39 pm
Oggetto: Record!!!
Ora rimane solo l'incubo del lavoro!

Vuoi comprare una casa ma non disponi di un anticipo sufficiente pur avendo un reddito adeguato?

Mutuo BNL REVOLUTION:
- FINANZIAMENTO DEL 100% DEL VALORE DELLA CASA fino ad un importo massimo di 350.000 euro;
- TASSO FISSO, ovvvero un "tasso bloccato" al riparo da ogni possibile rialzo dei tassi di mercato, per tutta la durata del mutuo;
- RATA COSTANTE per tutto il periodo di finanziamento, riportata in contratto;
- DURATA FINO A 40 ANNI, che ti permette di pagare una rata ancora più contenuta.

E se vuoi assicurarti il massimo della tranquillità, potrai abbinare al Mutuo BNL REVOLUTION la polizza BNL Serenity.
emilio - Mar Mag 08, 2007 4:03 pm
Oggetto:
disarmante, terrificante ... 40 anni di mutuo ... Shocked
vien da chiedersi: ma non fa anche il caffè??? Neutral
giorgio - Mer Ago 01, 2007 10:41 pm
Oggetto:
Forse hanno ragione alcuni amici, ma quello che constato oggi è la rinuncia quasi plebiscitaria all'azione, al contrasto, alla lotta per rinnovarsi, il wash brains del capitalismo ha funzionato bene. Ha snervato la gente, l' ha resa debole e sottomessa a chi sa quale speranza di benessere economico. Quel pò che c'è è basato sul credito - vai in vacanza oggi e paghi tra due anni, interest free! Ci siamo impegnati la vita, il loro ricatto ha funzionato bene e ci hanno in pugno.

Nonostante tante chiacchiere e dibattiti e Ballarò, Anno zero e compagnia bella, non si riesce ad arrivare al punto. Per forza anche il più a sinistra di quelli che dovrebbero rappresentarci, vive una vita molto migliore di quella che viveva per esempio Pietro Ingrao, tre camere in affitto a viale Marconi con moglie e due figlie, porta accanto a un lontano parente medaglia d'oro della Resistenza. Oppure il grande Di Vittorio, il miglior sindacalista che abbiamo mai avuto, che andava nelle Murgie pugliesi con la topolino B, un compagno, un megafono, un panchetto e un tavolino piegabile. Caldo, freddo, non faceva niente, Lui piazzava il tavolino, saliva sul panchetto in una strada polverosa che fiancheggiava gli uliveti e i campi coltivati, non c'era nessuno lì, giusto qualcuno e qualcuna lontani, chinati a lavorare.

Apriva il megafono al massimo e chiamava: Compagne e compagni braccianti, vi devo parlare e così via fino a che qualcuno arrivava, tergendosi la fronte sudata, con la roncola o il rastrello in mano, e Di Vittorio cominciava a parlare di diritti, contro i latifondi e così via. Man mano gente chiamava altra gente, ed in poco più di un'ora si formava una moltitudine di persone sbucate da chissà dove. Non è commovente? Quando scrivo di questi fatti ho gli occhi umidi. Ma oggi non è più così, e questo cari miei è il guaio maggiore. Nessuno ci crede più, anche tra coloro che dovrebbero essere gli eredi di Di Vittorio, Ingrao, Pajetta, Togliatti, Berlinguer. Ma le speranze sono le ultime a morire, un uomo carismatico che sia un vero rinnovatore della sinistra, senza capovolgere gli ideali, prima o poi arriverà.

Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB