AREA DEMOCRATICA

GIUSTIZIA, LEGALITA', ETICA - Etica berlusconiana=Conati di vomito

faustocoppi - Mar Apr 03, 2007 6:57 pm
Oggetto: Etica berlusconiana=Conati di vomito
Citazione:
Conati di vomito
lunedì 02 aprile 2007


Le immagini parlano più delle parole. I telegiornali occupati da Berlusconi che arringa una platea di fascisti ci portano indietro quasi di un secolo. Sembrano quei cinegiornali, che oggi si guardano come materiale storico, in cui si può ammirare Mussolini nelle più diverse pose. Allora una voce possente, trionfante, dava conto agli italiani delle mirabolanti imprese del duce. Si raccoglieva l’oro per la patria fra l’entusiasmo degli italiani che dovevano consegnare perfino le fedi. Gli Italiani in realtà erano incazzati ma dovevano far buon viso a cattiva sorte, altrimenti c’era l’olio di ricino. Oppure si trasformava la sabbia in ferro. Oppure si raccontavano le vittorie dei nostri soldati che invece morivano non solo per il fuoco nemico, ma anche di fame, di freddo.

I telegiornali, non solo quelli berlusconiani, hanno dato ampio spazio al giro elettorale del cavaliere che cerca di rifarsi delle batoste subite in Parlamento. Eccolo lì, il capo della ex casa della libertà, da ora anche casa del fascio, a sproloquiare mentre un manifesto con la parola a caratteri cubitali, Mussolini, certo la nipote, ma sempre Mussolini, campeggia alle sue spalle. Diciamo la verità: a noi ha fatto piacere che il cavaliere venisse presentato senza maschera liberale. Che i telegiornali lo immortalassero con il marchio Mussolini. Abbiamo provato solo disgusto, quando abbiamo ascoltato le parole pronunciate dal “fürher” a fronte ad un eccelso pubblico con in prima fila Pino Rauti, fascista della prima ora, amico dei colonnello greci, fondatore di Ordine Nuovo.

Berlusconi si è impegnato nel solito comiziaccio contro il comunismo e non ci sarebbe niente di nuovo. Che lo abbia fatto avendo davanti a sé una platea, con tanto di camicie nere, plaudente, formata da chi ha condiviso gli omicidi commessi dai fascisti, le torture, le leggi razziali, gli anni di carcere inflitti agli antifascisti, le stragi, a partire da quella delle Ardeatine fino a Stazzema, è un’offesa alla Repubblica italiana, alla Costituzione nata dalla Resistenza, una istigazione all’ odio politico. Infine l’abbraccio con Alessandra, gongolante e piaciona. Guardate bene le foto. Lui ha l’aria del macho, occhio socchiuso, fascinoso, come a dire: “ Ora ci penso io”. Stia tranquilla Veronica, non ha bisogno di scrivere nuove lettere, è tutta una questione elettorale, il marito suo va per elemosine.

Già, perché nel “giro “ dei comizi non poteva mancare una puntatina dall’ ex amico di Di Pietro, quel De Gregorio che, eletto nel centrosinistra, è passato armi e bagagli con Berlusconi che lo ha fatto nominare presidente della commissione difesa del Senato. Vedendo anche quelle immagini siamo passati dal disgusto ai conati di vomito. Non vorremmo che le forze politiche democratiche prendessero sottogamba quanto Berlusconi sta facendo, una cialtronata da archiviare, come tante altre. Il cavaliere, in questo caso, si è rivolto ai fascisti in prima persona, ha chiesto voti e aiuto. Senza più fingere.

Un atto politicamente eversivo, da combattere, usando gli strumenti che la cultura mette a disposizione della democrazia, richiamando la memoria dell’antifascismo, i valori della Costituzione, facendoli vivere in ogni luogo della nostra società a partire dalla scuola .


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB