Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Polemica sugli stipendi Usl
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SALUTE E SANITA'
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Ven Ott 30, 2009 10:42 am    Oggetto:  Polemica sugli stipendi Usl
Descrizione:
Rispondi citando

La Stampa 30 Ottobre 2009 ha scritto:
La pubblicazione dei redditi dirigenziali scatena la polemica

“Gli stipendi confermano le disparità di trattamento”

«E’ ora di fare chiarezza su come sono distribuiti i soldi dell’ente regionale»


AOSTA

C’è una palese iniquità tra i redditi percepiti dai vari medici dirigenti. E’ arrivata l’ora di fare un po’ di chiarezza su come vengono distribuiti i soldi dell’amministrazione regionale». Non usa i guanti di velluto per commentare gli stipendi dei dirigenti sanitari Piero Sirianni, segretario regionale Anaao Assomed, il sindacato dei medici dirigenti e medico specializzato in oculistica. «Sono anni che chiediamo più trasparenza sulla gestione che l’azienda sanitaria fa del fondo per la libera professione aziendale - ha precisato - e da quest’anno, che i dati sono pubblici e sotto gli occhi di tutti troviamo solo la conferma delle disparità di trattamento di cui già eravamo al corrente».

Ci sono medici specialisti che, oltre alle 8 ore previste dal contratto, svolgono un orario di lavoro aggiuntivo dentro l’ospedale regionale, ma in regime di libera professione, su richiesta della direzione Usl. I compensi ricevuti per questo lavoro extra in alcuni casi fanno raddoppiare la cifra in busta paga. «Accorciare le liste di attesa e migliorare il servizio offerto al cittadino è senza dubbio un elemento positivo - ha concluso Siriani - ma andrebbe fatto seguendo un criterio che sia equo per tutte le visite, non solo per alcune. Perché i tempi di attesa non ci sono solo per le radiografie o per il reparto di anestesia».

I compensi pubblicati riguardano i 390 dirigenti di cui 44 sono dipendenti «non medici» e 30 veterinari. Le voci relative ai redditi percepiti da ciascun dirigente sono quattro: al reddito tabellare (come da contratto) va sommata la retribuzione aggiuntiva in base alla posizione ricoperta, i compensi percepiti con le attività svolte in regime di intramoenia (in cui il paziente sceglie di pagare la visita a tariffa intera per bypassare la trafila di chi paga il ticket e azzerare l’attesa) e poi c’è la voce relativa agli altri redditi che provengono da attività extramoenia, in regime di libera professione. In quest’ultima colonna si va da un massimo di 142 mila euro di Enrico Maria Visetti, a capo dello staff dell’elisoccorso, seguito dal radiologo Teodoro Meloni con 90 mila euro di reddito annuo guadagnati con la libera professione (oltre ai 110 mila euro percepiti dall’azienda sanitaria) fino a un minimo di 1300 euro annui di Adriana Brusa e 1900 di Maria Paola Farinelli che sono assunti dalla Usl con contratto part-time. I dirigenti medici «precari», cioè quelli assunti a tempo determinato sono 13 di cui solo due, Cesare Arioni e Gianni Maria Colarelli, non svolgono nessun’altra attività al di fuori di quella ospedaliera.

Ma anche in Valle l’«operazione trasparenza» del ministro Brunetta ha le sue ombre. Nella lista dei redditi mancano quelli del direttore generale della Asl Stefania Riccardi e del direttore sanitario Pierluigi Berti. «Non abbiamo nulla da nascondere - precisa Riccardi - provvederemo al più presto a pubblicare anche i compensi del direttore Berti. Il mio reddito invece sarà messo on line con quelli degli altri dipendenti dell’amministrazione regionale perché il mio contratto è con la Regione, non con la Usl». Secondo le disposizioni dell’«operazione trasparenza» le aziende sanitarie devono rendere pubblici anche i dati relativi alle assenze del personale. Sul sito dell’azienda valdostana i numeri non ci sono ancora. «Il tasso di assenza - si legge in una comunicazione on line - è ancora in fase di predisposizione».
LAURA SECCI


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Ven Ott 30, 2009 10:42 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
paolog







Età: 67
Registrato: 03/01/07 17:55
Messaggi: 196
paolog is offline 






MessaggioInviato: Lun Nov 09, 2009 9:17 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Usa, riforma della sanità. Obama: "Voto storico" alla Camera
La Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato nella notte la riforma sanitaria sostenuta dal presidente Barack Obama. Durante un'insolita seduta notturna, i deputati Usa hanno dato il loro assenso a un testo di
migliaia di pagine, approvato con 220 voti favorevoli e 215 contrari dopo 12 ore di dibattito. Obama ha salutato il voto «storico» della Camera e si è detto «assolutamente fiducioso» sull'esito dello scrutinio al Senato. Il presidente ha manifestato la speranza di poter promulgare la legge «entro la fine dell'anno».

Tutti i deputati democratici hanno votato a favore. Il progetto di riforma ha incassato anche il 'sì' di un repubblicano, Anh Joseph Cao. Tutti gli altri repubblicani hanno votato contro. La Camera ha respinto una controproposta di legge presentata dall'opposizione.

Poco prima del voto, Barack Obama si era recato a Capitol Hill per provare a convincere alcuni deputati democratici scettici a votare a favore della riforma.

La parte più controversa del progetto, che prevede una copertura finanziaria di circa 1.000 miliardi di dollari su 10 anni, è l'istituzione di un'assicurazione pubblica sulla salute: questa dovrebbe competere con quelle private e in questo modo ridurre le esose tariffe sanitarie e mediche, da anni spinte alle stelle da un sistema quasi esclusivamente privato.

Un altro tema spinoso è quello dell'aborto, che ha provocato un duro conflitto politico sull'opportunità di consentire che gli interventi di interruzione di gravidanza siano finanziati con soldi pubblici. Su questo tema la speaker della Camera Nancy Pelosi ha trovato un compromesso che Obama spera favorirà il voto a favore della minoranza antiabortista dei democratici: l'intesa negoziata per ore prevede che saranno possibili restrizioni al finanziamento degli aborti.

Attualmente la legge federale proibisce l'uso di fondi pubblici per finanziare aborti tranne che nel caso di stupro, incesto o situazioni in cui la vita della madre è in pericolo: resta da chiarire se i cittadini potranno comprare una copertura in caso di aborto dall'assicurazione pubblica che il progetto di riforma vuole istituire.

Per essere definitivamente approvato, il progetto di riforma dovrà adesso superare l'esame del Senato, dove la maggioranza democratica non è così netta come alla Camera.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
AREA DEMOCRATICA
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SALUTE E SANITA' Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008