Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

PACS
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> DIRITTI E PARI OPPORTUNITA'
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
carmelo.pace







Età: 50
Registrato: 04/01/07 12:34
Messaggi: 265
carmelo.pace is offline 

Località: Chàtillon
Interessi: Tutto quello che mi piace
Impiego: CIGS


MessaggioInviato: Gio Gen 11, 2007 3:07 pm    Oggetto:  PACS
Descrizione:
Rispondi citando

Nuova esternazione del Papa...da Repubblica di oggi

Il Pontefice incontra in Vaticano gli amministratori locali del Lazio
Ratzinger chiede ancora una volta una "nuova politica per la famiglia"
Benedetto XVI, nuovo attacco ai Pacs
"Riconoscere coppie di fatto è pericoloso"

<B>Benedetto XVI, nuovo attacco ai Pacs<br>"Riconoscere coppie di fatto è pericoloso"</B>

Benedetto XVI ha incontrato gli amministratori locali del Lazio
ROMA - "Riconoscere le coppie di fatto è pericoloso". Anche oggi, Benedetto XVI ha lanciato i suoi strali contro i Pacs. L'ultima volta era stato tre giorni fa, quando il Pontefice aveva incontrato il corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede. Lo ha ripetuto oggi, parlando con gli amministratori locali del Lazio, il sindaco di Roma Walter Veltroni, i presidenti della Provincia Enrico Gasbarra e della Regione Piero Marrazzo ricevuti, come è tradizione, per gli auguri di inizio d'anno.

I progetti per attribuire "impropri riconoscimenti giuridici" a "forme di unione" diverse dal matrimonio, per il Papa sono "pericolosi e controproducenti" e finiscono "inevitabilmente per indebolire e destabilizzare la famiglia legittima fondata sul matrimonio".

E' la coppia eterosessuale legittimata dal sacramento matrimoniale l'unica unione accettata dalla Santa Chiesa ed è per quella famiglia che papa Ratzinger suggerisce alle autorità politiche strategie sociali che la favoriscano: "Oltre all'impegno della Chiesa è necessaria una politica della famiglia e per la famiglia che chiama in causa, su un duplice versante, anche le responsabilità che vi sono proprie".

"Si tratta - ha detto Benedetto XVI - di incrementare le iniziative che possono rendere meno difficile e gravosa per le giovani coppie la formazione di una famiglia, e poi la generazione e l'educazione dei figli, favorendo l'occupazione giovanile, contenendo per quanto possibile il costo degli alloggi, aumentando il numero di scuole materne e asili nido".

Parlando con gli amministratori del Lazio, non poteva mancare un riferimento al recente scandalo sulle scarse condizioni igieniche degli ospedali e, in particolare, sulle critiche che hanno sommerso il policlinico romano Umberto I: "Il vastissimo campo della tutela della salute - ha detto il Pontefice - esige uno sforzo ingente e coordinato per assicurare a quanti soffrono di malattie fisiche o psichiche cure tempestive e adeguate".

L'incontro è stata l'occasione anche per annunciare pubblicamente che l'arcivescovo Giuseppe Bertello è stato nominato nuovo Nunzio Apostolico in Italia. Prenderà il posto di monsignor Paolo Romeo, promosso arcivescovo di Palermo.

(11 gennaio 2007)

Subito dopo la Pace, per me tra i valori che pesano nella vita di tutti i giorni ci sono anche la libertà di decidere, la consapevolezza e la responsabilità, se non altro a questi dovremmo tendere.
I temi che porta il Papa a favore della "famiglia" sono gli stessi che possono valere per tutte le coppie di fatto, qual'è il vero problema?

Carmelo Pace

_________________
Carmelo Pace


Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Gio Gen 11, 2007 3:07 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
emilio







Età: 39
Registrato: 03/01/07 18:31
Messaggi: 173
emilio is offline 






MessaggioInviato: Gio Gen 11, 2007 3:47 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

beh ma che altro poteva dire il Papa se non che questo, è il suo "mestiere" ...
o meglio potrebbe dire altro, ma sarebbe una scelta estremamente coraggiosa ... Neutral
sta all'intelligenza dei politici che dovrebbero rappresentarci la capacità di analizzare la società, le sue esigenze e decidere in maniera autonoma ... d'altra parte il Nostro non dovrebbe essere uno Stato laico ... Question
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Gen 18, 2007 10:21 pm    Oggetto:  NON C'E' PACE PER I PACS
Descrizione:
Rispondi citando

Aurelio Mancuso ha scritto:
Come quelle vecchie zie inacidite e petulanti Ratzinger prosegue nella sua crociata quotidiana contro i Pacs, come fa da mesi, e continua naturalmente a deliziarci con le sue esternazioni, ribadendo che il riconoscimento giuridico delle coppie di fatto distruggerebbe il matrimonio. Peccato che non sia vero, come dicono tutti i dati provenienti dai paesi dove sono state approvate leggi di questo tipo. Infatti, il matrimonio etero non arretra, ma anzi aumenta, sia che siano previsti i matrimoni gay, sia in caso di Pacs, e anche in caso di Unioni Civili.

Davvero non si trovano più le parole per esprimere la rabbia che sollecita questa continua altalena del centro sinistra sul riconoscimento giuridico delle coppie. La Pollastrini elabora una proposta (molto molto debole ed insufficiente) la Bindi nella pratica la boccia perché non vuol sentir parlare di registrazione delle coppie (il che vuol dire che i conviventi saranno alla mercè dei tribunali, a discriminazioni si aggiungono altre offese) i teo dem chiesto e ottenuto che a Caserta non si discuta di Pacs. Come sempre i DS tacciono, le altre forze della sinistra tengono formalmente duro, la Margherita e l'Udeur fanno blocco. Vediamo che succederà a breve...certo che anche le ultime notizie che trapelano non fanno ben sperare, anzi....

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
faustocoppi








Registrato: 08/01/07 17:44
Messaggi: 201
faustocoppi is offline 






MessaggioInviato: Dom Gen 28, 2007 10:34 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
SUI DIRITTI NON CEDIAMO
E' BENE OGNI TANTO RICORDARSI CHE SIAMO STATI COMUNQUE TUTTI COMUNISTI Evil or Very Mad

Il ministro della Giustizia pronto a mettere in gioco le sorti del governo
Anna Finocchiaro: "Non possiamo consentire posizioni pregiudiziali"
Coppie di fatto, è scontro nell'Unione
I Ds a Mastella: "Non arretriamo"



Piero Fassino, segretario nazionale dei Ds
ROMA - La legge sulle coppie di fatto continua ad agitare le acque nell'Unione. L'Udeur continua a mettersi di traverso con il suo leader Clemente Mastella che alla Stampa dice: "Può anche cadere il governo ma io non voto" e il suo capogruppo che incalza: "Non ci sono nel programma dell'Unione". Ma i Ds e la sinistra radicale non mollano. "Non arretremo" dice il capogruppo dell'Ulivo in Senato Anna Finocchiaro.

Un vero fuoco di fila quello della Quercia con il segretario Piero Fassino che risponde direttamente al ministro della Giustizia: "Mastella dice che i Pacs sono materia del Parlamento? Non credo, come tutte le leggi nascono dal combinato disposto: il governo presenta un testo e il Parlamento lo discute. Il governo avanzerà una proposta e come tutte le leggi passerà all'esame delle Camere. Lì ogni forza politica farà valere le proprie opinioni e si discuterà".

Mentre la Finocchiaro è ancora più dura. "Tutto possiamo consentirci - dice la capogruppo dell'Ulivo a Palazzo Madama - salvo che posizioni pregiudiziali. Il presidente del Consiglio l'ha detto: si va avanti, il governo presenterà il ddl. Le parole di Prodi mi fanno stare tranquilla. Si tratta di un impegno che, vorrei ricordare a Mastella, nasce in seguito a una discussione nata durante l'esame della legge finanziaria, che riguardava un testo del governo sull'equiparazione del convivente al coniuge in materia di tasse di successione".


Replica a Mastella anche il capogruppo dei Verdi alla Camera Angelo Bonelli. "Bisogna - dice il parlamentare ambientalista - dire no all'estremismo di chi sarebbe pronto a mettere in discussione il governo dell'Unione, coalizione votata dagli italiani sulla base di un programma preciso che prevede le coppie di fatto e che ha permesso l'elezione di tanti deputati, di tutti i partiti. C'è un cinismo ideologico-religioso che vuole impedire a tante persone, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale, di poter acquisire diritti che sono già tali in molti Paesi europei, guidati anche da forze conservatrici".

Pronto ad accogliere la riforma Massimo Donadi, capogruppo alla Camera dell'Italia dei Valori che chiede però un "testo equilibrato": "Se il testo elaborato sarà equilibrato, realmente fruibile dalle coppie che hanno scelto la convivenza, alora non vi saranno motivi per negare un consenso". "E' un fatto di civiltà", afferma Pino Sgobio, capogruppo del Pdci alla Camera. "La legge sui Pacs va fatta. Sinceramente non capiano i mal di pancia manifestatasi su questo argomento

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

faustocoppi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Feb 25, 2007 12:35 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Paola Binetti (Adnkronos) ha scritto:
«Un grande sollievo nell'ambiente cattolico poter riflettere sull'esclusione dal programma di quella che è stata vissuta come una sfida epocale alla famiglia. Il futuro governo si prenda una pausa di riflessione anche sulla legge sul testamento biologico che si presta alla stessa strumentalizzazione del DICO. La Bindi aveva ottime intenzioni, ma lo strumento prodotto si è rivelato un potente grimaldello che, presentato alla stampa, è stato sbandierato come una grande vittoria simbolica. Abbiamo digiunato e abbiamo ringraziato il Padreterno perché solo da Lui poteva giungere una mano così inaspettata. Lui ci ha detto lavorate e noi siamo stati il suo braccio operativo».


Non so se sono peggiori le parole o la faccia...
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Lun Feb 26, 2007 11:21 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Scomodare il Padreterno per i DICO mi sembra veramente sintomo di poca cristianità. E le sue parole poi sono tutto meno che cristiane. Anzi consiglierei all'on. se ha questa comunicazione privilegiata con Nostro Signore di chiedergli di intervenire sui preti pedofili, per la pace nel mondo, per le malattie del Terzo mondo...non per delle persone che chiedono semplicemente di essere libere.
Se vogliono essere cattoliche queste persone consiglierei loro di leggersi meglio la Bibbia.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
carmelo.pace







Età: 50
Registrato: 04/01/07 12:34
Messaggi: 265
carmelo.pace is offline 

Località: Chàtillon
Interessi: Tutto quello che mi piace
Impiego: CIGS


MessaggioInviato: Sab Mar 31, 2007 10:57 pm    Oggetto:  Altre prospettive sui DICO
Descrizione:
Rispondi citando

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Carmelo Pace


Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Lun Apr 02, 2007 9:05 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Nonostante io sia cattolica sono sempre più convinta che lo Stato debba essere Laico.
La Chiesa non può imporre i suoi dettami e se riesce a farlo è solo grazie alla crisi politica e alla mediocrità della classe dirigente.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
carmelo.pace







Età: 50
Registrato: 04/01/07 12:34
Messaggi: 265
carmelo.pace is offline 

Località: Chàtillon
Interessi: Tutto quello che mi piace
Impiego: CIGS


MessaggioInviato: Lun Apr 02, 2007 1:29 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

erika ha scritto:
Nonostante io sia cattolica sono sempre più convinta che lo Stato debba essere Laico.
La Chiesa non può imporre i suoi dettami e se riesce a farlo è solo grazie alla crisi politica e alla mediocrità della classe dirigente.


esatto la chiesa ne approfitta, approfittano di questa legge elettorale (la porcata) che rende ingovernabile il Paese rendendosi complici di Berlusconi & C. ai quali non frega niente ne della chiesa ne dei creedenti ne di coloro che hanno bisogno di aiuto.
Meglio dare il 5 x mille a Gino Strada!

_________________
Carmelo Pace


Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Mar Giu 19, 2007 9:49 am    Oggetto:  IL PENSIERO DEBOLE - Luciana Littizzetto
Descrizione:
Rispondi citando

...sarei andata volentieri al Family Day. Avevo già preparato un enorme gonfalone con su scritto: «Mogli e buoi dei paesi tuoi». Che emozione vedere quella piazza piena di politici separati e divorziati a sfilare per la famiglia. Tutti così accaniti. Ma perché? Vuoi sposarti e farti una famiglia classica? Liberissimo. Sono felice se tu sei felice. Ma perché non lasci la stessa libertà agli altri? Come puoi pensare che la tua famiglia venga minacciata dalle unioni di fatto?

E' come dire che se in un condominio viene ad abitare una coppia gay, il capofamiglia del piano di sopra per contagio si mette la minigonna. L'amore non è mica un virus contagioso. Se La Russa incontra Luxuria in ascensore, non è che esce in top ed estension. Sono un po' stufa, di sentire che le unioni di fatto minacciano la famiglia. Anzi dire «stufa» non è corretto, ne avrei due balle così. Madama Binetti? Monsieur Casin? Lo volete sapere, perché la famiglia è in crisi? Ve lo dico io. La famiglia è in crisi perché le corna una volta una se le teneva e tirava avanti tutta la vita e adesso invece manda a stendere il marito, perché una volta a cinquant'anni si appendeva il pisello al chiodo e adesso si balla la rumba fino a novanta, perché per comprare una casa e sposarsi bisogna avere soldi e lavoro che invece non ci sono, perché i figli vedendo che fine han fatto i genitori che sono sposati e si odiano da 40 anni non hanno nessuna intenzione di fare la stessa fine. Altro che «Dico».

Toccherebbe farsi suora. Peccato che questa settimana siano state redarguite anche loro. In un convegno ecclesiastico importante le alte sfere del Vaticano hanno invitato le suore a fare a meno delle comodità, a coltivare di più la dimensione mistica, e a non farsi coinvolgere troppo dai problemi della vita quotidiana e soprattutto a rifuggire dagli agi e le comodità. Guarda che ci vuole un bel becco. Ma agi e comodità cosa? Ma se c'è qualcuno che sta zitto, prega e lavora sempre sono le suore! Vestite di nero con la cofana in testa anche in agosto che deve essere come stare in una fornace delle acciaierie, strette strette sulla Simca 1000 col radiatore che fuma. A spaccarsi la schiena nelle missioni, a spalare la fanga e ad accudire i poveretti. Tutto senza i contributi. Chi è che sta vicino ai malati, li lava, li pettina, li accarezza? Le suore! Io non ho mai visto un gesuita cambiare la padella a qualcuno. Vedo solo 'ste suore far girare le padelle come al Cirque du Soleil. E' proprio vero che sotto l'abito talare i preti sono come tutti gli altri uomini. Che van dalla moglie che è lì che cambia il pannolino al piccolo, fa fare a calci i compiti al grande, intanto gira il sugo, svuota la lavatrice, pulisce le trote e per non star ferma coi piedi passa lo straccio e dicono «eh ma sei nervosa, non ti agitare, rilassati. sembra che fai tutto tu». Peccato che noi ci siamo emancipate e i mariti li mandiamo anche a stendere mentre le suore hanno fatto pure voto di obbedienza e quindi non hanno neanche quella soddisfazione lì
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> DIRITTI E PARI OPPORTUNITA' Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008