Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Giovani Democratici - Sinistra Giovanile
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> POLITICHE GIOVANILI, ATTIVITA' SPORTIVE
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Sab Feb 10, 2007 11:19 pm    Oggetto:  Giovani Democratici - Sinistra Giovanile
Descrizione:
Rispondi citando

ANSA ha scritto:
SG: LUCA MAURO MELONI ELETTO SEGRETARIO VALLE D'AOSTA

(ANSA) - AOSTA, 9 FEB - Luca Mauro Melloni è stato eletto oggi, dal congresso regionale, segretario della Sinistra Giovanile della Valle d'Aosta; con *** *** sarà anche delegato al congresso nazionale.
In una nota si precisa che la "Sinistra giovanile sostiene le 24 tesi congressuali per la costituzione di un nuovo soggetto politico giovanile attraverso il confronto con i giovani di Dl, con l'associazionismo e la società civile". (ANSA).


Sono un attento e assiduo lettore di Le Travail, quindicinale fondato nel 1948 da Giulio Dolchi. Un quindicinale di attualità politico-culturale vicino ai Ds e che alcune volte pubblica qualche articoletto anche del sottoscritto. Da tempo avevo notato la bravura e la prolificità di alcuni articolisti: *** *** e Luca Mauro Melloni. Il primo, è presente con pezzi di richiamo "internazionale", vede cioè un pò a volo d'uccello ciò che può essere degno di nota commentare. Ma principalmente il filo conduttore è l'attualità che emerge con contraddizioni, equivoci od eventi tragici in luoghi "caldi" come ad esempio la Russia, gli Usa, l'Italia, ecc... Il secondo, ci riporta con cura, fatti interni, legati ad accadimenti nel mondo del lavoro, alle rivendicazioni sindacali, alla politica della sinistra, e alcune volte alla protesta sociale. Notevole la polemica con un “ometto” che si è trascinata in questi ultimi numeri. A lui contesto solo il fatto di avere scritto che il Toro sia stato sempre "pulito". Ignorando, lui giovane, le porcate commesse da suoi amministratori ai tempi del craxismo imperante. Un suo amministratore, inquisito e arrestato è stato persino un mio vecchio collega che sul lavoro era un segretario regionale CISL, pensa te!
Detto e chiarito questo, come compagno e Juventino, spero che mi sia concessa una domanda e una considerazione, senza sollecitare alcuna risposta polemica nel caso mi si legga. La domanda: Perchè solo scorrendo così casualmente l'ANSA della VdA si scopre che un fatto importante come l’elezione del segretario regionale della Sg e il suo delegato al congresso nazionale - suoi articolisti di pregio - sia sfuggito all’attenzione del Travail? Ed ora la considerazione. Notando come molto strano l’accaduto, mi sono andato a rivedere lo Statuto dei Democratici di sinistra sul suo sito dsonline.it. nella versione modificata a Roma il 3÷5 febbraio 2005, e nella Parte Prima dei Principi fondamentali all’Articolo 10 (L’organizzazione federale del partito) l’articolazione federativa prevede:
A. Le Associazioni politico-culturali
B. La Sinistra giovanile
C. Le intese con altre organizzazioni.

Ed allora, mi è venuto in mente, rileggendomi tutto il comma B, il giorno, in cui dal palco di via Binel, chiedevo agli allora giovani di Sg, di auto determinarsi dai vecchi marpioni del partito. Chiedevo loro di uscire dagli schemi vecchi e consunti e di agire in autonomia. Assieme a molti vecchi compagni, a loro vicini e insorti anche loro, mi contestarono incivilmente togliendomi la parola. Ecco perché successe…mi sono ripetuto oggi, ecco perché mi intimarono a smettere… Spero che oggi quando chiederò come e quali siano le strutture di Sg e da chi siano gestite, non venga ancora contestato... Mr. Green


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli


Ultima modifica di giorgio il Ven Dic 16, 2011 3:24 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Sab Feb 10, 2007 11:19 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Lun Feb 26, 2007 8:38 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Pensa che dev'essere stata eletta anche la rappresentante delle donne dei DS e anche su questo argomento tutto tace.
Mi piacerebbe molto poter conoscere meglio le idee di costei sulle quote rosa...come sarebbe bello che il nostro forum potesse avere l'apporto dei giovani di SG. Il forum è uno strumento adatto a noi giovani e allora perchè tutto tace???????
Il sito di SG (http://www.sgpiemonte.it) è molto carino. Buttateci un occhio e così magari conosceremo anche le loro idee....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
raimondo








Registrato: 04/01/07 11:37
Messaggi: 216
raimondo is offline 






MessaggioInviato: Lun Feb 26, 2007 12:01 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Stasera alle 20 o 20.30 mi pare che le donne DS di Aosta si riuniscano per... (non mi è chiaro l'ordine del giorno). Mi pare siano movimenti precongressuali.
Io spero che le donne di Area democratica trovino il tempo di andare a sentire. Ne hanno il diritto. Di votare no - se non sono iscritte ai DS dall'anno scorso - . Ma mi piacerebbe capire qual è la commissione di vigilanza sulle procedure interne e quali controlli esercita.
La democrazia non è un optional ma l'essenza di un partito di centrosinistra....
Wink

_________________
«[...] Oggi vi dico, amici, non indugiamo nella valle della disperazione, anche di fronte alle difficoltà dell'oggi e di domani, ho ancora un sogno. [...] Martin Luther King jr. (28 agosto 1963)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Lun Feb 26, 2007 3:01 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

AREA DEMOCRATICA ci sarà. Ore 21 presso la sede dei DS-GV.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mar Feb 27, 2007 4:54 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

erika ha scritto:
AREA DEMOCRATICA ci sarà. Ore 21 presso la sede dei DS-GV.

Voi, quote rose di Area democratica, siete grandi!

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mar Mar 13, 2007 11:14 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Il Congresso Nazionale della Sinistra giovanile ha consegnato a tanti compagni una amara riflessione sulla natura della nostra organizzazione, sullo spazio di dibattito democratico che è in grado di garantire, sulla cittadinanza politica che dovrebbe essere assicurata, e non lo è, a chi intende testimoniare e praticare una diversa opzione politica.
Nei Congressi di base si erano confrontate tre tesi contrapposte, due di esse (entrambe riconducibili alla maggioranza ds) sono poi "scomparse" in sede di Congresso nazionale per confluire in un'unica maggioranza.
Siamo rimasti noi, con le nostre idee e la nostra battaglia politica, in un contesto molto difficile, segnato da un controllo "militare" dell'organizzazione e dalla presenza molto forte e molto attiva di autorevoli esponenti del gruppo dirigente nazionale dei Ds.
Abbiamo lottato per quello che è stato possibile, con il contributo prezioso del compagno Arturo Scotto, ma era assolutamente chiaro il messaggio che doveva uscire dal Congresso Sg:quello di una organizzazione totalmente e acriticamente in linea con il percorso del partito democratico, in cui già si sperimentano le future classi dirigenti del partito nuovo.

Tutto questo in un contesto surreale in cui i Giovani della Margherita, cioè quelli con cui bisognerebbe fare il Pd, attaccavano apertamente i contenuti del nostro congresso, accusando la Sg di scarso spirito unitario e commentavano così i risultati dei nostri lavori congressuali: "Sono più vicini a Turigliatto che a Prodi". Insomma, se è vero che per sposarsi occorre essere in due, sembra proprio che uno degli sposi non sia al corrente del matrimonio imminente.
Ma in fondo le contraddizioni stanno tutte qui, in una organizzazione che si dichiara pronta al grande salto verso il Pd ma che non è in grado di discuterne seriamente, che non è in grado di spiegare con onestà e maturità politica ai propri iscritti che questa direzione porta non oltre ma fuori dalla sinistra e fuori dal socialismo.

Continua la schizofrenia politica di una organizzazione che si dichiara laica, di sinistra, socialista, pacifista e che per far vivere questi valori decide di fondersi con la Margherita.
Alla minoranza, intanto, veniva chiaramente detto che la linea è tracciata, e non c'era più nulla da discutere, addirittura con un esplicito invito ad abbandonare il partito, rivoltoci da qualche autorevole esponente della Sg campana.
Sulla composizione degli organismi dirigenti si consumava l'ultima gravissima forzatura, con compagni della maggioranza che "cassavano" nomi di compagni non graditi e sceglievano in casa altrui. Niente male, per un gruppo dirigente che intende costruire un partito "democratico".

Noi contestiamo che questo aggettivo possa esaurire l'affermazione dell'identità di un partito politico, almeno di quello che vorremmo fosse il nostro partito politico, ma se lo si praticasse, oltre che declamare, non sarebbe una pratica sbagliata.
Eppure il Congresso nazionale Sg ci consegna un dato positivo: quello di oltre cinquanta compagne e compagni delegati che hanno cominciato un percorso, che parlano un linguaggio comune e che immaginano la sinistra allo stesso modo, come il luogo del cambiamento, della rappresentanza dei più deboli, in una società in cui ha ancora un senso parlare di libertà dal bisogno.
Un gruppo di giovani per cui riformismo non significa conformismo, per cui il "potere" politico, soprattutto a sinistra, è un mezzo e non un fine, un gruppo di ragazzi che intendono continuare a chiamarsi "compagne e compagni" non in nome di una nobile storia, ma della costruzione del futuro.
Un giornalista ha chiesto recentemente a Ségolène Royal come definirebbe, oggi, la sua identità. Lei ha risposto "Mi sento una socialista del XXI secolo". Ecco quello che vorremmo essere noi, la generazione che non ha conosciuto le grandi narrazioni del novecento: "Socialisti del XXI secolo".
Proveremo ad essere fedeli a questa aspirazione, insieme ai compagni di viaggio, speriamo tanti, che ci accompagneranno.


Sì, sì, questa Sg, io l'ho sempre detto e lo ribadisco...è sempre prona...

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Ven Mag 11, 2007 2:28 pm    Oggetto:  odg sg
Descrizione:
Rispondi citando

In effetti basta leggere il loro ordine del giorno su Le Travail.
Solo attacchi e nulla di costruttivo.
La parte sulla scuola poi abberrante.
Ma costoro dove vivono????
Come si può pensare al rinnovamento?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Mag 14, 2007 3:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Cari compagni
è successo che come in tutte le buone famiglie, anche la nostra ha dei figli di "buona donna". Sì perchè va bene la sfida politica, la battaglia all'ultimo voto ecc, ma che ci si contrapponga in maniera squallida e miserabile come stanno facendo le altre mozioni questo non è accettabile. Andatevi a leggere la Vallée a pag.11 di oggi 12.06.2007 e vedrete come hanno trattata la nostra Mozione 2 dei Giovani. Qui si stanno mettendo in campo anche forze oscurantiste che danno per scontato che in Valle esista una sinistra giovanile e ancor di più, in contrasto con la Nostra, perchè non è da loro condivisa. Queste frasi sono sicuramente state messe scientemente nel "carniere" di un giornalista "consenziente". Per scrivere queste oscenità è indubbio che c'è stata un 'azione o lo zampino da "intellighentia gauchiste" o come dico io sono intervenute manine e manone....

Vi ricordo che questa pseudo Sg in Valle non esiste, come già Simona e Carmine ci hanno detto e che questo sig.Luca Melloni il sedicente segretario, non è neanche iscritto ad Aosta. Io penso che dietro a questi strani complotti che ci vogliono squalificare ci sia un giovane vecchio. Per dirla all'Andreotti a pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca. Infatti l'Odg della pseudo Sg è stato scritto con uno stile che la Gv-Ds conosce bene, almeno per quelle persone che da sempre - come il sottoscritto - si chiedono chi è che scrive i testi al Segretario, o chi è che prepara gli stralci e le mozioni. Interessante il fatto che questo gruppo non ha tenuto nessun vero congresso nè è stato mai pubbliczzato se non a fatti compiuti (è una specie di loggia massonica nascosta) nè si conoscono gli altri aderenti, se hanno tessere, se sono autorizzati a promuovere fatti politici, visto che per Firenze non s'è visto mai nessuno.

Ora, dopo che c'è stato il fatto grave di avere usato come cassa di risonanza il Travail (giornale di partito) per farci campagna contro e presentare OdG non in modo regolamentare, ora abbiamo anche le dichiarazioni di questo fantomatico gruppo che a quanto dice la Vallée, ha parecchio osteggiato la presentazione della nostra Mozione, questo mi "disgusta". Ma dove? Ma quando? E chi li conosce? Inoltre vorrei ricordare che questi signori non possono partecipare al Congresso se non come lettura di una loro documento e basta! Sulla Vallée sembra adirittura che la mozione 2 sia la loro, declassando la nostra ufficiale, come "la terza Mozione"... Spero che chi di dovere si accinga nel più breve tempo possibile a chiamare il "giornale più letto della Valle"- incredibile, ma vero -per una smentita e un chiarimento. Propongo anche che Emilio Zambon come primo firmatario della Mozione 2, scriva un duro documento di Smentita e al più presto possibile faccia pesare queste infamità, di una lotta politica che ora non è più senza quartiere, ma anche senza "dignità". Ripeto, la Sg di Aosta è sicuramente guidata un Giovane con i capelli bianchi in "collusione" con una certa parte del partito che non si fa scrupoli di usare questi strumenti, questi mezzi, sicuramente di matrice "STALINISTA".

Giorgio Bruscia

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
emilio







Età: 40
Registrato: 03/01/07 18:31
Messaggi: 173
emilio is offline 






MessaggioInviato: Lun Mag 14, 2007 7:17 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

sul documento della SG non vorrei neanche entrare nel merito,
in quanto, secondo me, conseguenza di un primo errore strategico della Sinistra Giovanile ben più grave e preoccupante,
ossia la mancanza di trasparenza ... Confused

nonostante 2 componenti di tale "gruppo" (tra l'altro quanti e chi saranno?) siano collaboratori fissi del Travail,
si sono purtroppo "dimenticati", o hanno tralasciato di pubblicare notizia di tale importante evento sull'Organo di Informazione del nostro Partito ... tant'è vero che siamo venuti a conoscenza della loro nomina tramite un'arida ANSA ... Shocked
noi malefici avvoltoi pronti a volteggiare festanti intorno alla carogna sbudellata ... Wink

capisco e rispetto l'autonomia di cui gode la SG rispetto alla GV-DS ...
ma queste strane manovre hanno tutto il sapore di Politca Old Style,
ossia tutto ciò contro cui dovrebbero lottare le nuove leve per cercare davvero di cambiare il modo di intendere e fare politica ... Rolling Eyes

_________________
"vola come una farfalla e pungi come un'ape" > Muhammad Alì

"l'elefante cerca invano di raccogliere i granelli di zucchero sparsi tra la sabbia,
ma la formica li potrà raccogliere facilmente" > Kabir
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Mar Giu 05, 2007 9:10 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non so se poi avete notato a Congresso. Un ragazzo è venuto, ha fatto il suo intervento e se n'è andata. Quasi non gli interessasse ciò di cui si stava discutendo. Ci credo che poi la Consigliera può dire che ai giovani non gliene frega nulla....e che si lamentano ma poi non ci sono a dare una mano.
Spero vivamente che nel comitato promotore ci sia anche la Sinistra Giovanile ma che sia critica, propositiva e abbia rispetto che coloro che da anni militano in questo partito.
Perchè se è vero che ci sia bisogno di persone giovani e di donne per cambiare è altrettanto vero che le persone con più esperienza hanno sempre qualcosa da insegnarci...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Ven Dic 16, 2011 3:16 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Il documento dei Giovani Democratici della Valle d’Aosta
Mettere al centro soluzioni vere per i problemi dei giovani

Come Giovani Democratici abbiamo deciso di iniziare un nuovo percorso e nuovo approccio ai problemi. Su temi particolarmente delicati e importanti preferiamo evitare slogan semplicistici e campagne effimere (nate solo per avere spazio nei media) e discutere con attenzione creando un percorso che continui nel tempo e che preveda studio dei dati e confronto con le realtà che operano quotidianamente nei settori che andremo ad analizzare. Con questo documento vogliamo mettere l'accento su problematiche che mai hanno avuto un ruolo centrale nell'agenda politica valdostana.

POLITICHE GIOVANILI E DISAGIO
Di disagio giovanile si parla poco in Valle d'Aosta, eppure i dati statistici ci descrivono come una regione con grossi problemi da affrontare: le rilevazioni Istat (aggiornate al 2011) ci dicono tra le persone di 11 anni e più circa il 25% presenta almeno un comportamento a rischio nel consumo di bevande alcoliche (siamo i peggiori in Italia insieme a Trentino Alto Adige e Molise); altrettanto preoccupanti i dati sul consumo di sostanze stupefacenti: secondo il rapporto del 2010 del dipartimento politiche antidroga la nostra Regione è in percentuale la seconda in Italia per tasso di ospedalizzazione di ricoveri per droga (prima la Liguria) e per mortalità per overdose (prima l'Umbria). Pensiamo che questi dati non possano lasciare indifferenti chi vuole governare questa regione, pertanto chiediamo di affrontare seriamente il disagio giovanile, problema troppo spesso ignorato, nella convinzione di vivere in “un'isola felice”. Sicuramente, il nostro approccio non potrà essere quello moralistico che ha caratterizzato le politiche esclusivamente proibizioniste della destra (alla Giovanardi): dobbiamo cercare di capire le motivazioni profonde e non limitarci a condanne ipocrite e cercare nuove soluzioni. Anche il recente rapporto ONU sulle tossicodipendenze, un rapporto che rovescia l'impostazione proibizionista e propone un approccio diverso ai problemi sociali ed etici connessi al consumo di sostanze stupefacenti, sottolinea come le sole politiche proibizioniste siano inefficaci e offrano il fianco allo sviluppo delle narcomafie. Uno dei problemi della nostra regione è sicuramente la mancanza di luoghi di aggregazione unita alla carenza di iniziative rivolte ad un pubblico giovane, problema che si acuisce ancor di più nella stagione invernale. Se nelle altre regioni, il problema è stato attutito dalle iniziative dei privati o da associazioni di varia natura, le piccole dimensioni del nostro territorio hanno reso difficile questo. Eppure, circa il 44% dei giovani è residente in Aosta e nella Comunità montana Mont Emilius; poco più di un quarto si ripartisce equamente tra le Comunità montane Monte Cervino e Grand Paradis. Distribuzione che non rende impossibile sviluppare politiche giovanili mirate. L'esperienza della Cittadella dei Giovani ad Aosta purtroppo ha dimostrato tutte le sue carenze: sono poche le occasioni di autogestione e di responsabilizzazione dei giovani, mentre sono spariti i servizi sul territorio. Occorre ripensare alle politiche giovanili, queste non possono essere puramente di facciata, ma un argomento importante nell'agenda politica. Si può pensare ad una maggiore integrazione delle politiche e dei servizi delle comunità montane e del comune di Aosta, cercando di sviluppare le best practise attuate dentro e fuori Valle.

LAVORO E ISTRUZIONE
La situazione dell'edilizia scolastica in Italia è grave e anche in Valle d'Aosta ci sono alcuni problemi. Gravi quelli che riguardano la sicurezza degli edifici, problematiche per la qualità delle scuole, la divisione in varie succursali. Dal punto di vista della didattica, si può pensare di creare progetti per motivare i giovani studenti e dargli la possibilità di conoscere la situazione attuale sociale, economica e politica; prendendo ad esempio le iniziative portate avanti da singoli insegnanti, molto può anche essere fatto a costo zero. In un momento di crisi, investire nell’istruzione universitaria e nella ricerca è la base per costruire un futuro migliore, non solo economicamente. Per l’Università della Valle d’Aosta, di recente fondazione (2010), si stanno progettando nuovi spazi e nuove sedi, noi vogliamo prima di tutto pensare di portare proposte relative ai corsi di studio per fare della futura Università valdostana un polo d’attrazione per studenti italiani ed europei e per investire concretamente sul nostro futuro. Fondamentali sono i rapporti che l’Univda può avere con le altre università dell’arco alpino e tutti gli enti che svolgono ricerca sul nostro territorio, lo sviluppo della ricerca scientifica soprattutto per le tematiche più legate al nostro territorio, in questo senso si auspica l’apertura di corsi a carattere scientifico legati alle caratteristiche del territorio (direzione auspicata anche dal nuovo Rettore). Per fare questo, è necessario l’impegno della Regione, che deve trovare i fondi anche e soprattutto per la didattica e la ricerca, investire oggi, mentre molti tagliano i costi, vuol dire attirare ricercatori e studenti. Anche se i livelli di disoccupazione giovanile in Valle d'Aosta sono più bassi della media nazionale, sono comunque più alti di quasi 10 punti rispetto al dato della disoccupazione totale nella nostra regione. In un momento di crisi, le prospettive occupazionali sono basse e il lavoro è per lo più precario. Anche in Valle d'Aosta vengono ricercati commessi stagisti e altre forme di lavoro atipiche che poco hanno a che fare con la flessibilità. Oltre a pensare a incentivare la creazione di lavoro nel settore privato, sono necessarie regole certe per le entrate lavorative nelle partecipate pubbliche regionali e la diminuzione dell'uso dei contratti a tempo determinato nelle pubbliche amministrazioni.

CITTADINANZA E PARTECIPAZIONE
E' quasi un luogo comune parlare di cittadinanza e partecipazione, soprattutto quando si parla di giovani. I giovani vogliono aver voce, è un luogo comune che i giovani non siano interessati a quello che gli sta intorno e alla politica, ma spesso sono comprensibilmente critici. L'iniziativa del Consiglio Regionale dei Giovani, ad esempio, è molto interessante, ma perché sia veramente un'esperienza di partecipazione servono regole chiare e una maggiore comunicazione. Se questo progetto sarà poco partecipato e non percepito come reale strumento di confronto, dialogo e impegno, non potrà avere successo. La politica dovrebbe impegnarsi perché questo progetto possa crescere. Non si può inoltre ignorare che gli stranieri residenti in Valle rappresentano circa il 6.5% dei residenti totali: Il 22% degli stranieri residenti in Valle è minorenne e di questi il 60% è nato in Italia. Oltre a sostenere la legittima richiesta di un cambio della legge, che renda più semplice ottenere la cittadinanza per chi è nato qui da genitori stranieri, proponiamo un'idea semplice da attuare. In molti comuni d'Italia (ad esempio Milano) vengono mandate delle lettere ai neo diciottenni di cittadinanza straniera, ma nati in Italia, informandoli della possibilità di richiedere la cittadinanza italiana, infatti i passaggi burocratici per ottenere la cittadinanza sono più semplici al compimento dei 18 anni che non in seguito. Anche le amministrazioni comunali della Valle d'Aosta potrebbero spedire le lettere ai neo diciottenni di cittadinanza straniera, senza grandi difficoltà, i nostri eletti potrebbero procedere in tal senso.



Questo è il documento che i Giovani Democratici hanno presentato all'ultima Assemblea Regionale del Pd a champdepraz e approvato all'unanimità.

La Valle d'Aosta non è l'isola felice che cercano di raccontarci, se andiamo a vedere la realtà abbiamo problemi di disagio sociale, mancanza di luoghi di aggregazioni e assenza di politiche giovanili. I problemi nelle scuole sono innumerevoli e le occasioni di partecipazioni ridotte.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> POLITICHE GIOVANILI, ATTIVITA' SPORTIVE Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008