Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Accordo VdA Telecom
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> URBANISTICA, INFRASTRUTTURE, TRASPORTI, TELECOMUNICAZIONI
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
carmelo.pace







Età: 50
Registrato: 04/01/07 12:34
Messaggi: 265
carmelo.pace is offline 

Località: Chàtillon
Interessi: Tutto quello che mi piace
Impiego: CIGS


MessaggioInviato: Sab Gen 13, 2007 12:46 pm    Oggetto:  Accordo VdA Telecom
Descrizione:
Rispondi citando

Accordo VdA Telecom, segue sotto

Ultima modifica di carmelo.pace il Dom Gen 14, 2007 2:43 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Sab Gen 13, 2007 12:46 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Sab Gen 13, 2007 4:44 pm    Oggetto:  Re: Accordo VdA Telecom
Descrizione:
Rispondi citando

giorgio ha scritto:
Rispondo anche da qui ad una sollecitazione di Giovanni Sandri a proposito della difficoltà che le innovazioni tecnologiche hanno qui in Valle di essere divulgate nelle loro più utili applicazioni. Riprendo anche ciò che avevo detto sul blog AREA DEMOCRATICA il 30 dicembre 2006, mentre denunciavo la chiusura dell’Impresa telefonica Mazzoni che aveva ad Aymavilles la sua sede, nel più assoluto silenzio e disinteresse.
Domani ci sarà un incontro tra la Regione Vda e un amministratore delegato della Telecom per firmare un documento di intenti che prevedrà l’impegno di fornire a tutto il territorio, entro il 2008, la tecnologia ADSL. La conformazione della Valle non può permettere uno sviluppo razionale e organico di questa tecnologia, senza avere dei problemi settoriali, non potendo alcuna tecnica conosciuta, coniugare il basso costo economico con il minimo impatto ambientale e di sicurezza dei campi magnetici. Questo perché le tecnologie Wi-Max e Wi-Fi hanno entrambe dei limiti nelle loro peculiarità. Purtroppo come dicevo prima il territorio prettamente montuoso riducono gli eventuali vantaggi di queste tecniche aumentandone di contro tutti gli svantaggi. So per certo che nessuna società telefonica che faccia concorrenza alla Telecom si può permettere di presentare offerte competitive e di assumersi tutti i costi dell’eventuale gestione futura della manutenzione per il perfetto funzionamento del prodotto. Il dott. Ruggero per la Telecom e il presidente Caveri per la Regione Vda, credo che sappiano benissimo queste cose, ma quello che a me sfugge e addolora è il fatto che non si sia data la possibilità di una contropartita al non licenziamento dei lavoratori dell’imp. Mazzoni in cambio di questo contratto credo vantaggioso per entrambe le parti anche se con significati diversi. Riprenderò il discorso perchè ora intanto voglio denunciare le difficoltà di altri lavoratori in un prossimo futuro qui in Valle.

E questa volta parlo anche del centinaio di donne,
uomini, tecnici, impiegati, laureati, che in Telecom Aosta
vedono ogni giorno che passa, essere messa in discussione
la propria professionalità e il proprio futuro.


_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli


Ultima modifica di giorgio il Lun Gen 15, 2007 1:51 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
carmelo.pace







Età: 50
Registrato: 04/01/07 12:34
Messaggi: 265
carmelo.pace is offline 

Località: Chàtillon
Interessi: Tutto quello che mi piace
Impiego: CIGS


MessaggioInviato: Lun Gen 15, 2007 12:25 pm    Oggetto:  Telecom
Descrizione:
Rispondi citando

...non sono il solo a quanto pare...

Dal sole24ore online

13 gennaio 2007

Rapporto Gartner: gli operatori delle tlc Ue rischiano di fallire se non cambiano strategia
di Gianluigi Torchiani

Quali saranno le difficoltà che le grandi compagnie europee di telecomunicazioni si troveranno ad affrontare nei prossimi anni? Il Sole 24 Ore.com lo ha chiesto a Martin Gultbert, vice presidente del settore ricerche di Gartner.

Gartner suggerisce in un suo studio che le grandi compagnie di telecomunicazione dovranno prestare molta attenzione ai loro investimenti nelle attività non tradizionali. Quali problemi potrebbero incontrare?
Gli operatori di comunicazione stanno attualmente investendo in settori che prevedono la creazione di contenuti, ossia in qualcosa di molto diverso dalla loro semplice distribuzione, che sino poco tempo fa era il core business di queste aziende. Quello che il nostro rapporto sottolinea è che le compagnie di comunicazione dovrebbero stare molto attente in queste operazioni, perché si tratta di un tipo di business completamente differente, dove incontreranno sicuramente delle difficoltà ad adattarsi.
Questo significa che il mondo di Internet e delle nuove tecnologie non è un Eldorado per queste compagnie?
Meglio precisare: noi siamo assolutamente convinti che sempre più persone vorranno avere a disposizione sui propri dispositivi mobili i servizi a cui il web ormai ci ha abituato (Google, E-Bay,Istant Messaging,ecc.). Ma quello che dovrebbero fare gli operatori telefonici è semplicemente trovare la maniera per rendere veramente fruibili sui nostri cellulari queste comodità, piuttosto che improvvisarsi come media company.
Qual è allora la giusta strategia da adottare per sopravvivere in un mercato che presenta margini sempre più ristretti?
Penso che la cosa migliore da fare per le “carriers company” sia sfruttare la base esistente di consumatori. Faccio un esempio: i consumatori (non solo italiani) sono soddisfatti dei servizi attualmente offerti dai loro operatori? La risposta, lo sappiamo tutti, è no. È perciò probabile che ci possano essere notevoli possibilità di sviluppo per quelle società che saranno in grado di migliorare sensibilmente i servizi offerti ai clienti.
In questo senso, come si sta comportando un operatore come Telecom Italia?
Credo che Telecom Italia sia attualmente un po’ troppo impegnata nella creazione di contenuti, e, come dicevamo prima, questo è un rischio, perché si tratta di un tipo di business completamente differente rispetto a quello tradizionale. La cosa migliore da fare per i prossimi anni, che saranno caratterizzati da una pressione sui prezzi e da una crescita del mercato molto più ridotta, sarebbe quella di focalizzarsi nell’aumento dell’efficienza e nel taglio dei costi.
Che prospettive ci saranno per i consumatori nei prossimi anni?
Penso che i prossimi anni saranno davvero positivi per gli utenti. Innanzitutto ci sarà una maggiore competizione che porterà a un ribasso dei prezzi. Contemporaneamente anche i servizi offerti da queste compagnie tenderanno a essere migliori. In più, presto sarà molto più semplice per i consumatori avere le funzionalità di Internet sui propri cellulari.
Che ruolo potranno giocare nel mercato globale della comunicazione compagnie come Skype o anche la stessa Microsoft?
È probabile che nei prossimi anni SKype sarà soprattutto chiamata alla difficile sfida dell’integrazione con E-Bay, che l’ha acquistata nel 2005. Microsoft è invece ormai a pieno titolo un attore del mercato della comunicazione: penso alla sua Iptv (la tv via Internet), alla sua piattaforma Mobile, alla connettività della Xbox. Non credo che però possa costituire un pericolo per gli operatori tradizionali.

_________________
Carmelo Pace


Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
carmelo.pace







Età: 50
Registrato: 04/01/07 12:34
Messaggi: 265
carmelo.pace is offline 

Località: Chàtillon
Interessi: Tutto quello che mi piace
Impiego: CIGS


MessaggioInviato: Lun Gen 15, 2007 12:41 pm    Oggetto:  Telecom
Descrizione:
Rispondi citando

Inoltre leggo su La Vallèe di oggi che è stato dato il via a l'accordo con Telecom per la banda larga, va tutto bene ma senza il Wimax la Valle d'Aosta non potrà usufruire dei servizi di telefonia mobile grauità in futuro, non sarebbe un bel risparmio per tutti?.
Noto anche che nell'articolo si parla di benefici del download per nulla invece dell'upload che è invece l'indicatore dell'uso di intenet come strumento di lavoro.

Un saluto

_________________
Carmelo Pace


Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Gen 15, 2007 1:52 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Carmelo Pace ha scritto:

Caro Giorgio,

ci avrei giurato, ho la sensazione invece che i motivi siano altri, a mio parere alla Telecom sta capitando quello che è capitato alla Fiat qualche anno fa, cioè crisi totale di strategia.
La Telecom se vuole evitare di diventare un carrozzone inutile, deve radicalmente innovare le sue strategie passando da mera società di noleggi e servizi a qualcosa di più consistente. Vi allego un articolo illuminante:

11 gennaio 2007

Nokia N800, il mini computer scopre Skype e Internet diventa mobile
di Gianni Rusconi

Non è un telefono cellulare vero e proprio, e quindi non è comparabile al già osannato iPhone di Apple, ma il nuovo Nokia 800 Internet Tablet, erede dell’innovativa famiglia di mini computer multimediali 770 lanciati sul mercato alla fine del 2005, è un terminale che “rischia” di essere un degno concorrente della nuova creatura di Steve Jobs. Il minicomputer presentato al Ces di Las Vegas ricalca del modello originale in parte le fattezze, con un design è ancora più ergonomico ed elegante, e ne migliora le componenti tecniche fondamentali, a cominciare dal sistema operativo Linux (la piattaforma di sviluppo Maemo offre agli sviluppatori open source ampie possibilità di creare nuovi applicativi da utilizzare sui Tablets di Nokia) e dallo schermo touchscreen ad alta risoluzione e dalla tastiera qwerty sensibile al tocco. Novità assolute, invece, sono la fotocamera integrata e il doppio slot per le schede di espansione della memoria, utili ad ampliare i 128 MByte di Ram precaricati. Ma è sotto il profilo della capacità di comunicazione in mobilità che il Nokia N800 rivela il meglio di sé. Alle già esistenti doti wireless, espresse sotto forma di connettività WiFi e Bluetooth 2.0, dell’Internet Tablet 770, la nuova serie aggiunge ulteriori attributi per quanto riguarda la navigazione in Rete (grazie al nuovo software Navicore e il browser Opera) e la possibilità di accedere ai servizi Voip di Skype. Gli utenti del nuovo gingillo tecnologico di Nokia potranno quindi effettuare chiamate attraverso Internet, in prossimità di hot spot wireless, direttamente dal terminale, senza dover passare (pagandone i servizi) dalla rete degli operatori di telefonia mobile.

Quanto alle doti di entertainment, infine, l’N800 può mettere sul piatto il supporto integrato per il servizio on line di musica digitale Rhapsody di RealNetworks, sistema audio stereo e strumenti per fruire o scaricare contenuti digitali in modalità streaming, senza necessità di connessioni fisse. Il nuovo Internet Tablet di Nokia, immediatamente disponibile negli Stati Uniti e in alcuni Paesi Europei, non richiede infine investimenti particolarmente onerosi (al confronto con l’iPhone): si parte da un prezzo a listino di 399 euro, tasse locali escluse.

Un saluto

Carmelo Pace

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
carmelo.pace







Età: 50
Registrato: 04/01/07 12:34
Messaggi: 265
carmelo.pace is offline 

Località: Chàtillon
Interessi: Tutto quello che mi piace
Impiego: CIGS


MessaggioInviato: Mar Gen 16, 2007 1:17 pm    Oggetto:  La Missione di Telecom
Descrizione:
Rispondi citando

l1) garantire il progresso tecnologico attraverso l'aggiornamento e la manutenzione delle infrastrutture su tutto il territorio nazionale.

2) progettare e produrre dispositivi per le telecomunicazioni

_________________
Carmelo Pace


Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
carmelo.pace







Età: 50
Registrato: 04/01/07 12:34
Messaggi: 265
carmelo.pace is offline 

Località: Chàtillon
Interessi: Tutto quello che mi piace
Impiego: CIGS


MessaggioInviato: Mer Gen 24, 2007 12:27 pm    Oggetto:  illegali i contributi per i decoder
Descrizione:
Rispondi citando

Dal Corriere online di oggi

Ue: illegali i contributi per i decoder
La Commissione Ue ha bocciato il contributo dato nel 2004 e 2005 dal Governo Berlusconi a chi ha acquistato i decoder per le trasmissioni in digitale terrestre. Per la commissaria Ue alla concorrenza, Neelie Kroes, infatti, si tratta di «aiuti illegali» che hanno dato un «vantaggio indiretto» agli operatori del settore. Operatori che ora dovranno «rimborsare parzialmente» gli incentivi in questione.

_________________
Carmelo Pace


Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
pasolini








Registrato: 11/01/07 21:32
Messaggi: 141
pasolini is offline 






MessaggioInviato: Mer Gen 24, 2007 4:11 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Vedi carmelo qui noi siamo andati fuori tema perchè si dovrebbe parlare di lavoratori telefonici dipendenti di un impresa, la Mazzoni che è stata chiusa.
Si dovrebbe parlare anche di Regione che non si è attivata per risolvere il problema. Almeno fino ad ora.

Per rispondere a quello che hai scritto prima riporto la reazione di Mediaset

Citazione:
MILANO - Mediaset ha presentato presso il Tribunale di Milano un atto di citazione contro la Lega Calcio con il quale chiede una riduzione del prezzo pagato per i diritti televisivi in chiaro del campionato di serie A a causa dello scandalo che ha portato, tra l'altro, alla retrocessione della Juventus. Secondo l'azienda televisiva il campionato privo della squadra più vittoriosa d'Italia vale meno di quanto sborsato.

"Mediaset - spiega un comunicato aziendale - è stata costretta alle vie legali dall'atteggiamento della Lega Calcio che non ha mai dato concreto seguito alle richieste di modificare consensualmente il contratto in essere, concluso prima di calciopoli".

Mediaset ricorda poi che dall'estate scorsa a oggi c'è stato "un intenso carteggio con la Lega Calcio, culminato con i due incontri di vertice, rassicuranti a parole ma infruttuosi nei fatti". "E anche l'auspicio di Mediaset di risolvere la vicenda in forma riservata attraverso un arbitrato 'super partes' - prosegue la nota - non ha ricevuto alcun segnale di disponibilità da parte della Lega".
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> URBANISTICA, INFRASTRUTTURE, TRASPORTI, TELECOMUNICAZIONI Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008