Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Il fenomeno Lega
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4 ... 12, 13, 14  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Ven Lug 10, 2009 12:22 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La Stampa 10 Luglio 2009 ha scritto:
il caso
Incontro con l’Uv dopo gli attriti per il voto europeo
La Lega tenta il Leone “Alleanza per la città”

AOSTA
Il Carroccio rilancia, il Leone ascolta. La richiesta: alleanza per le elezioni 2010 al Comune di Aosta. La Lega ne aveva già parlato nelle trattative per le Europee. E’ finita male, un «no» dell’Uv, poi il «no» della Lega per la lista apparentata. Si ricomincia. Magari con una lista civica? «Perché no?», dice Sergio Ferrero, segretario leghista. Con Walter Togni, esponente nazionale che ha l’incarico di legato per la Valle d’Aosta, si è incontrato con il presidente unionista Ego Perron. Dice: «Ho ascoltato con interesse. Non possiamo che vedere con favore una riapertura del dialogo».

La «questione Aosta» agita l’estate e s’infila nell’autunno con promesse di decisione. Il centrodestra spinge. Sull’onda del patto per le elezioni europee l’obiettivo è andare al governo della città al posto del Pd. Il centrosinistra è lì da 15 anni. In maggioranza ci sono anche Stella alpina e Fédération. All’indomani delle Europee Leonardo La Torre, leader di Fédération, non è stato tenero con il Pd, neppure con il governo della città, reo di non aver raccolto più consensi. Gran colpa era del Pd che su Aosta ne ha invece raccolti. E prima dell’incontro Lega-Uv ne ha parlato con Perron. In Regione il Pd è all’opposizione e i capigruppo di Pdl, Stella e Fédération si sono avvicinati nei banchi per sottolineare che il dialogo politico continua. Primi tentativi per cambiare la maggioranza che regge la città? Perron: «Per noi esistono i livelli differenti, quindi non c’è nulla di automatico. Ho ascoltato la Lega, altro non c’è per ora. Un incontro un po’ più che informale. In questi due mesi non accadrà nulla, ci si rivede a settembre».

Raimondo Donzel, segretario del Pd, dice: «Cambiare? Certo, il Comune ha bisogno di una gestione più agile e di un rapporto nuovo anche con la Regione. Ma non è né una questione di persone, né di partiti alleati. Sostituire uomini o forze non servirà a nulla. E’ necessario un programma nuovo e la città nelle ultime due tornate elettorali ha dimostrato che vuole il centrosinistra». Possibili liste civiche? «Non scherziamo. Noi vogliamo l’alleanza con gli autonomisti e in questi non includiamo la Lega. Siamo alternativi al Pdl e dove ci sono loro noi non ci saremo, neppure camuffati in una lista civica».

Il Pd rischia l’isolamento. Donzel: «Se accadrà faremo come per le Europee, noi non stiamo certo a guardare con indifferenza, né facciamo melina per difendere i posti. Noi siamo il Pd che vuole continuare a governare la città sulla base di un programma forte di rinnovamento insieme con gli autonomisti. Se si vuole usare la Lega come grimaldello per allontanarci a piccole dosi dal Comune di Aosta noi agiremo. Vedremo quando ci sarà il confronto politico con l’Uv. Vogliamo chiarezza».

Il Pd sta già preparando la «rivoluzione» gestionale del Comune. Il congresso di ottobre sancirà la proposta. Donzel ne offre un esempio: «La città ha bisogno di un superassessore alle Grandi opere per poter seguire i progetti strategici che dipendono dalla Regione. Piani che continuano a cambiare e non decollano, come l’ampliamento dell’ospedale o il teleriscaldamento, cui si sono aggiunte metrò e condotte per i rifiuti».
ENRICO MARTINET



TANTO TUONO' CHE PIOVVE
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Alla fine l'Uv, travolta dalla marea montante delle polemiche, dopo gli attriti per il voto europeo, ha dovuto acconsentire all' incontro con la Lega. Io come amico intimo del collega Rag. Fantozzi non posso fare altro che rendere pubblica una lettera che mi ha inviato, dove ci accusa di essere anche "terroristi sismici" ( Laughing )

« Mi dicono che voi stronzacci di comunisti, sperate in un nuovo terremoto ad Aquila durante il G8. Siete veramente spietati e solo per rovinare la carriera a Bossi. Mi dicono che molti di voi, atei patentati, sono a caccia di chiese di varie religioni: valdesi, protestanti totali, turche, per inginocchiarsi mascherati da suore e pregare affinché accada una catastrofe senza precedenti che rovini, definitivamente, quel povero vecchio. So anche di alcuni cristiani puri che sono in pellegrinaggio verso Salto di Fondi dove, un frate, certo don Gaglioffi, per 300 euri causa inondazioni e tsunami. Ma essendo un «terremotaro», soprattutto sismi devastanti. Lascio voi giudicare questi comportamenti, cari terroristi rossi, e che la potentissima Madonna di Loreto vi possa far crepare tutti di atroci malattie infettive».


_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Ven Lug 10, 2009 12:22 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Ven Lug 10, 2009 3:07 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La Stampa 10 Luglio 2009 ha scritto:
il caso
Incontro con l’Uv dopo gli attriti per il voto europeo
La Lega tenta il Leone “Alleanza per la città”

AOSTA
Il Carroccio rilancia, il Leone ascolta. La richiesta: alleanza per le elezioni 2010 al Comune di Aosta. La Lega ne aveva già parlato nelle trattative per le Europee. E’ finita male, un «no» dell’Uv, poi il «no» della Lega per la lista apparentata. Si ricomincia. Magari con una lista civica? «Perché no?», dice Sergio Ferrero, segretario leghista. Con Walter Togni, esponente nazionale che ha l’incarico di legato per la Valle d’Aosta, si è incontrato con il presidente unionista Ego Perron. Dice: «Ho ascoltato con interesse. Non possiamo che vedere con favore una riapertura del dialogo».


TANTO TUONO' CHE ARRIVO' ANCHE IL CIRCO TOGNI
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Alla fine l'Uv, travolta dalla marea montante delle polemiche, dopo gli attriti per il voto europeo, ha dovuto acconsentire all' incontro con la Lega.
E non solo...sembra che il circo Togni sia disponibile a dare spettacolo anche gratis. Infatti il "legato" ha promesso di allestire uno spettacolo circense in p.zza Chanoux senza montare il tradizionale "Sapitò". Cosicchè gli addetti ai "leoncini" delle istituzioni comunali, potranno vedere da dietro i vetri del palazzo comunale lo spettacolo. Saranno anche accontentati, premiati e invitati ad essere loro stessi i protagonisti di un futuro spettacolo circense arricchito da clowns qual'è appunto il presdelcons aostano, distributore apprezzato dai leghisti di Sms a "luci rosse". Scusate ma non posso fare altrimenti e devo rendere pubblica ancora una lettera che mi ha inviato il Rag. Fantozzi, dove questa volta ci parla di un suo incubo ricorrente:
L'incubo Emilio Vespa

L’altra sera sonnecchiavo con il telecomando in mano: in un canale vedo rincicciare i rappresentanti dei vecchi partiti, ancora vestiti da ladri. Rai Tre: urla indignate per il trasporto, su un Tornado della Regia Aviazione Militare Italiana, della chitarra di Apicella. Ed ecco Rai Uno, dove sta andando in onda la vostra trasmissione di estrema sinistra: «Porta Portese». Con i denti insanguinati c’è Emilio Vespa che sta aggredendo qualcuno, ed ecco che il regista bolscevico inquadra il nostro Duce di Arcore. Capisco subito che il povero vecchio è caduto in un’imboscata. Vespa non gli lascia dire mezza parola e urlacchia: «Rispondi alle famose 10 domande. Allora?». Ho cambiato canale, perché il povero vecchio stava quasi per piangere. E voleva Bossi vicino che gli tenesse la mano...



_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Sab Lug 11, 2009 6:49 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
La voce della Lega

di Rag. Fantozzi

Amici sovversivi, prendete esempio dalla nostra santa cultura leghista. Eccovi alcuni spezzoni tipo, delle conversazioni nei bar della Santa Padania: «Una volta la sera si poteva uscire tranquilli, ora no. Ci sono i maledetti extracomunitari!». «E poi il clima è cambiato, fa freddo in agosto». Una vecchia dal fondo: «Non si sa più come ci si deve vestire», il barista: «Non ci sono più le stagioni». Un vigile saggio: «E intanto il tempo vola», un frate che sta rubando il portafoglio a un disgraziato: «Oggi ci siamo domani... chissà». Il sindaco: «Io i giovani non li invidio; il sabato sera nelle fetide discoteche si ubriacano elemosinando pasticche a destra e a manca!». «E ti credo! - interviene un postino - sono infelici perché hanno tutto e non sanno più cosa desiderare!»


Paolo Villaggio la voce della lega


_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Lug 13, 2009 10:00 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
In ufficio con le pinne
di Rag. Fantozzi

Voi rossi ne dite tante di Brunetta. E anche delle dimensioni di Brunetta. Ma che c'entra l'altezza? La statura che conta è quella morale che lui manifesta nelle sue battaglie. Come la lotta intelligentissima per moralizzare i fannulloni. Ha scoperto che il venerdì vengono in ufficio in mutande, già pronti per scappare al mare. In effetti è imbarazzante vedere un cassiere di banca con pinne, maschera e occhiali. Ma lei, ministro Brunetta, è ricco e famoso, appagato dalla sua brillante carriera, mentre quelli sono dei disperati. Ed è pure imbarazzante vedere dei poliziotti con la pancia, anche se non calzano le pinne. Ma lei, gigante veneziano, ha fatto un errore marchiano a chiamarli «panzoni». Crede davvero che quei poveracci vicini alla pensione possano scendere in strada armati fino ai denti per sconfiggere la malavita del Sud?

Paolo Villaggio la voce della lega



12 luglio 2009

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Lug 16, 2009 12:28 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
La voce della Lega
Evviva il G2 del Duce!

Noi della Santa Lega siamo usi dire pane al vino e non abbiamo sassi sulla lingua!
Ma mi raccomando coglionazzi di sinistra, non dite in giro quel che vi sto per rivelare: io sono religiosissimo e ho una grande stima per il dott. ing. direttor generale della nostra Chiesa Cattolica, il Santissimo Padre,che io venero,anche se un mio zio ebreo Abramo Levi, sentendo la sua voce per radio, con quell'accento inquietante, è svenuto in bagno. Ma mi viene un sospettone: è mai possibile che non abbia intenzione di ricevere in Vaticano,dopo il suo trionfo al G8, il nostro Duce di Arcore? Speriamo sia
solo una perfida speranza di voi «rossi», perché a L'Aquila non c'è stato un G8,ma un G2. Lui, il numero 1 e il 2 il negro.
Rag. Fantozzi



12 luglio 2009

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Lug 16, 2009 12:37 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
La voce della Lega
Grillo? Ve lo invidio

Grillo dice: «Mi candido» e tutti allora a urlacchiare: «No tu no! Lui non può!
Non ha i numeri! Ha parlato male di noi! Lo fa solo per farsi pubblicità...». Io penso che questi capimanipolo dei rossi hanno capito che corrono il rischio di essere messi da parte. «Grillo è un comico, fa ridere la gente...»ma andiamo! Cari membri del politburo nostrano, anche voi avete fatto ridere. Grillo avrebbe bisogno di accrescere la sua popolarità?

Ne ha fin troppa. Ha parlato male di voi? Meno male, avreste dovuto farlo voi, senza aiuti esterni, suggerendo finalmente un cambiamento di rotta alla vostra politica stantìa basata solo sull' anti- berlusconismo. Meno male che non lo vogliono, è una voce nuova e autorevole e potrebbe portargli molti consensi.
Rag. Fantozzi



12 luglio 2009

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Sab Lug 18, 2009 9:48 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(ANSA) 01:07 ha scritto:
COMUNI VALDOSTANI PERPLESSI SU CODICE DELLE AUTONOMIE
(NOTIZIARIO ECONOMIA E LAVORO VALLE D'AOSTA)
- AOSTA, 18 LUG -
I comuni valdostani sono perplessi sul Codice delle Autonomie, il provvedimento che individua funzioni e competenze dei diversi livelli di governo approvato in via preliminare dal Consiglio dei ministri lo scorso 15 luglio. Pochi giorni prima, durante il meeting 'Piccolo e' Grandé organizzato dall'Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) a Cernobbio, il presidente del Celva - il consorzio che raggruppa gli enti locali della Valle d'Aosta - Elso Gerandin ha indicato il rischio che "il documento non vada di pari passo con la riforma del federalismo fiscale" e ha sottolineato: "Il nostro auspicio è quello di avere una tassazione fiscale che sarà comunque amministrata dai Comuni, non con la creazione di nuove tasse, bensì con la riorganizzazione delle esistenti".

Timori, da parte del Celva, anche per la prossima Finanziaria: "Siamo molto preoccupati - spiega Gerandin - per la bozza provvisoria del progetto di Finanziaria 2010, che prevederebbe da parte degli Enti locali un contributo oneroso per oltre un miliardo di euro". L'appuntamento di Cernobbio, che ha visto la partecipazione di quasi 350 rappresentanti degli enti locali italiani impegnati a discutere anche di rapporti e riforme istituzionali, risorse per i piccoli Comuni e patto di stabilità, ha rappresentato, secondo Gerandin, "un'occasione di confronto per dare voce ai piccoli Comuni in ambito nazionale". (ANSA).



La soluzione migliore è stata approntata: ...Far fare gli interessi dei comuni valdostani alla Lega e agli apparentati principali dell'Uv...Fi e An.
Mi sa che si stanno preparando tempi bui....Ahi serva Aosta di dolor ostello... Crying or Very sad

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Lug 30, 2009 4:23 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Forum.net ha scritto:
IL SALE DELLA LEGA
(29/07/2009)

Avete notato miei cari amici
che la Lega è in campagna elettorale
ha a ogni ora pronto il suo sale
per insaporire i suoi seguaci.

Sugli insegnanti meridionali
la questione è più che risaputa
ma adesso restringe la battuta
che se un prof dei veneti canali

vuol andar ad insegnar nel bergamasco
lui che è abituato ad un idioma dolce
quella parlata dura (stai fresco!)

la deve imparar subito e di petto,
ma penso a chi si gratta quella pulce
laddove il concorso andrà deserto.

***

Però ci sta un cambiamento in corso
ci son neri che parlan i dialetti
vinceran i concorsi senza difetti
ché i leghisti fan qualche figlio sparso...

Mia Musa è lì ch'attende quel momento
per quanto mi riguarda son contento.



Questa è bellissima...

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Lug 30, 2009 4:46 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

A proposito di Ronde
Ma bene... finalmente qualche notizia positiva.. altri 2-3 episodi come questo delle ronde e finalmente il fenomeno ronde andrà a bollirsi nel pentolone delle stronzate di questo governo. Spero che il Comune di Aosta non si faccia prendere la mano e stronchi sul nascere qualsiasi iniziativa velleitaria di finti compatrioti o finti amanti della tranquillità. A questo punto viva le ronde nere, rosse, quelle musulmane, le ronde cinesi, le ronde gay, e anche le ronde arcobaleno... così si picchiano tra di loro e si chiuderà in fretta questa pura idiozia.

Chi fa il rondaiolo volontario non è certo un patriota, chi ama l'impegno sociale lo fa per la crocerossa o per associazioni di utilità collettiva.. non va di certo a fare il rondaiolo che è espressione del fallimento dello stato di diritto e delle istituzioni che dovrebbero garantire la sicurezza, il rondaiolo è solo un amante della giustizia sommaria stile "ghigliottina" e questo ha per forza connotati politici nonchè nazisti... E così sono spuntate provocatoriamente le ronde rosse. Fa parte di un equilibrio ovvio che era prevedibile quando si mette in pratica azioni palesemente sbagliate e potenzialmente eversive. Di per sè le ronde rosse non sarebbero mai esistite se non fosse stata autorizzata questa mostruosità e guarda caso i primi a recepirla sono stati soggetti di ispirazione nazista.

Il nome Sss non è certo una scelta casuale.. che strano.. cosa ci ricorda?? Ecco! Allora credo l'unica risposta sensata è quella di "armarsi per combattere" la presa di poteri di questi soggetti. Per adesso si spera che sia sufficiente armarsi di parole a azioni pacifiche, ma dimostrative e di contrasto, per il futuro spero che non serva mai dover scendere in cantina a fondere piombini. Io spero che il popolo valdostano apra gli occhi alla realtà, e finchè c'è tempo corra ai ripari, non votando mai Lega nè quei partiti che sono apparentati con questo partito.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Ago 06, 2009 12:06 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
Venezia, 17:29 BANDIERE REGIONALI: FRANCESCHINI, IL GOVERNO PERDE TEMPO
"Ieri si sono inventati le gabbie salariali, oggi le hanno smentite. Adesso, tanto per perdere tempo, i senatori della Lega hanno tirato fuori le bandiere regionali da affiancare al tricolore. Io mi chiedo se hanno tempo da perdere". Lo ha detto il segretario del partito democratico Dario Franceschini a margine di un incontro a Marghera. "Di fronte al Paese che aspetta scelte di fondo, strutturali per affrontare e superare la crisi, a milioni di italiani e a decine di migliaia di imprese che aspettano risposte per affrontare l'emergenza perche' non ce la fanno piu' a vivere - ha continuato Franceschini - loro si occupano delle bandiere regionali da mettere di fianco a quella nazionale. La smettano di perdere tempo e prendere in giro gli italiani".

(05 agosto 2009)


_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Ago 09, 2009 3:28 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La Repubblica - 9 agosto2009 ha scritto:
Perché la Lega sta facendo ammuina - E. Scalfari

LA PAROLA "isteria" e l'aggettivo "isterico" sono stati usati per la prima volta da Ezio Mauro nel suo articolo di ieri a proposito dei recentissimi comportamenti del nostro presidente del Consiglio. Si sente braccato, inventa un suo ruolo maieutico in tutte le trattative internazionali che si rivela però del tutto infondato (a cominciare dal vertice russo-turco sul gasdotto); insulta come delinquenti due giornalisti che fanno domande scomode ma pertinenti nel corso di una conferenza stampa da lui convocata; teme l'arrivo di un settembre difficile per il governo e per lui e lo dice nel corso d'una riunione con i suoi collaboratori mentre contemporaneamente riafferma che il peggio della crisi è passato e che da settembre verrà il bello.
Insomma isteria. Isteria da insicurezza psicologica, economica, politica.
Osservo tuttavia che il presidente del Consiglio non è il solo a soffrire di questo sintomo e a manifestarlo con i suoi comportamenti. Ne sta infatti visibilmente soffrendo il partito a lui più vicino, quello dalla cui tenuta dipende la permanenza in carica del governo e del premier. Parlo della Lega Nord e del terzetto che la guida: Umberto Bossi e i suoi colonnelli Calderoli e Maroni. I loro più recenti comportamenti non consentono dubbi su questa diagnosi: il terzetto di punta della Lega sembra in preda ad un male oscuro al quale cerca di sottrarsi inseguendo alternative che hanno il solo effetto di peggiorare la situazione e di scaricarne gli effetti negativi non tanto sulla Lega quanto sull'intera comunità nazionale.

Le due insicurezze e le isterie che ne derivano - quella del premier e quella della Lega - rischiano di raggiungere la loro massima intensità nei prossimi mesi a partire dalla ripresa di settembre, con conseguenze preoccupanti sulla tenuta democratica. Perciò è urgente e necessario approfondire questa diagnosi e ricercarne le cause.



Non facciamoci coivolgere anche qui in Valle, neppure emotivamente da questa PAROLA.
Non ne sentiamo la necessità. Anzi avvertiti del pericolo, cerchiamo di prendere le contromisure,
studiare qualche "vaccino" che respinga questa malattia fuori dai confini valdostani...

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Ago 10, 2009 12:07 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando



Purtroppo, anche se coperte da motivazioni "irrisorie", si stanno preparando le basi per l'occupazione del territorio valdostano. Sì, questa storia delle "ronde" dà lo spunto al partito razzista per eccellenza, attualmente alleato del governo di destra, di agire e aprire crepe profonde nel tessuto valdostano che da tempo si era contraddistinto come assai tollerante. Questo anche grazie allo strisciante collaborazionismo di alcuni corpi militari - guarda caso - che si adattano ( pur di riavere le prerogative funzionali, "militari" di controllo perse con il congedo) al conservatorismo più pericoloso. E' inutile condannare le ronde quando poi si dà credito a "surrogati " che danno lo stesso effetto sia d'mmagine che di guasti sociali.

I carabinieri in congedo,
dovrebbero fare i pensionati, i nonni, come tutti gli altri, senza farsi riattizzare dentro la fregola della divisa dismessa, quella divisa che è sempre stata un emblema di comando. Dovrebbero invece aiutare e allearsi con gli "alpini" nelle opere benefiche più vicine alla cittadinanza bisognosa, aiutare quelle "comunità" che oggi sono additate come pericolose perchè ci rendono difficile gestire i nostri privilegi e si vorrebbero messe alla gogna, denunciate dal corpo insegnante e anche dalla categoria medica che invece di curare e di dare una cultura, si ritrovano a braccetto con i "carabinieri in congedo a fare le ronde.

Ieri mi ha scritto un amico toscano che è preoccupato della piega che stanno prendendo questi fatti. Ecco cosa mi scrive:

Citazione:

Questa sera ho accompagnato un parente alla stazione di Empoli. Davanti alla stazione c'era un pulmino della polizia. A terra c'erano otto poliziotti (li ho contati) che chiedevano documenti a chiunque avesse la pelle o l'accento diverso. Dopo poco si è aggiunta una pattuglia con altri due poliziotti. Mi sono fermato qualche minuto a parlare con loro per chiedergli cosa era successo. "Normale controll0" hanno risposto. Alla mia osservazione che una così nutrita presenza non si era mai vista e che probabilmente era un spreco inutile di risorse umane ed economiche (strordinario festivo e notturno in pieno agosto), mi hanno risposto che ubbidivano agli ordini.
E' evidente che si è trattato soltanto di una esibizione di muscoli rivolta al pubblico italiano, dal momento che nessun clandestino si sarebbe mai avvicinato a loro. Prima di andarmene ho affermato che non ce l'avevo con loro dal momento che stavano solo facendo il loro lavoro, ma che mi vergognavo di essere italiano. Un poliziotto, a bassa voce, mi ha risposto che anche lui si sentiva umiliato.

E' poca cosa, ma mi ha in parte rincuorato.


_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Ago 10, 2009 4:26 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

C'è un filo conduttore che lega le ronde, al reato di clandestinità: è la cultura fascista che ha rotto gli argini ed è ormai passata nel corpo vivo della società. Qualcuno che si crede intelligente, da tempo ci sta dileggiando quando con sua somma goduria scrive di noi come di un partito che non sa parlare altro che antifascismo di "facciata". Probabilmente manco si sono presi la briga e la fatica mentale di andare a leggere il nostro programma sul topic di "Franceschini" e "Grazie segretario" inserito su questo Forum da Raimondo Donzel.

Io provo vergogna, indignazione, rabbia ma contemporaneamente un senso di impotenza che mi fà star male. Queste misure odiose trovano un vasto consenso tra la popolazione, specialmente nei ceti sociali più poveri che dovrebbero teoricamente rappresentare il nostro bacino elettorale. Non che il quartiere Cogne o il quartiere Dora facciano parte esclusiva di questa realtà, ma guarda caso i casi eclatanti scoppiano sempre lì. Naturalmente il PdL con i responsabili di quartiere ci sguazza che è una meraviglia. E' questo che ci deve far riflettere . Troppo spesso ci parliamo addosso e ci chiudiamo in dibattiti interni che non interessano a nessuno.

Mi sento disarmato, non ho proposte da fare. Sento forte il bisogno di gridare basta! Spero di non essere il solo a sentire questa necessità e che il mio partito e la sinistra in generale me ne diano la possibilità. Tempo fà un post mi redarguiva di bastonare sempre la parte sbagliata e cioè la sinistra valdostana e tutto il piccolo mondo che gira atoorno a questa realtà. Ebbene una domanda è d'obbligo: dove sono finiti gli arguti tutori della democrazia valdostana attualmente rappresentata da "editoriali" e difesa solo a suon di poesie e di strimpellate di chitarra?


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Lun Ago 10, 2009 10:56 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Se i leghisti leggessero i dati scoprirebbero che gran parte delle violenze si consumano in casa. Ora è molto semplice condannare e occupare pagine e pagine di giornali per dire dello stupratore democratico, dello spacciatore marocchino...ma perchè non dedicare altrettanto spazio al medico lombardo che picchia la moglie o al torinese che stupra per anni la figlia????
Quanta ignoranza e quanta ipocrisia. La destra non fa altro che inasprire gli animi e spargere paura... E' il tempo invece di infondere fiducia fra i cittadini....e non di riempirli di boiate...
Ascoltate la conferenza stampa del Presidente Berlusconi. Si vanta di risultati ottenuti anni fa e dimentica i dati sulla disoccupazione, sul precariato, sulla povertà.... Chissà quando se ne accorgeranno i cittadini!!!!

Che dire poi della Valle d'Aosta dove sono ben integrati e dove la clandestinità e la violenza sono praticamente inesistenti...
Aosta democratica debutterà con una serata dedicata ai nostri amici extracomunitari.... extracomunitari che accudiscono gli anziani, curano i malati, coltivano la terra e producono la fontina... Sono una risorsa e non dobbiamo assolutamente dimenticarli, anzi dobbiamo fare in modo che anche nel resto d'Italia ci prendano ad esempio!!!!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mar Ago 18, 2009 4:04 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando



Arriva il "Tango della Lega",
da Genova il video-sberleffo
più cliccato sulle ronde

Fonte l'Unità
«A mezzanotte va/la ronda della Lega/alla comunità/importa ormai una s...». Prima rima baciata, per il refrain del 'Tango della Lega', realizzato dal farmacista-cantautore genovese Carlo Besana, video che spopola su YouTube. Realizzato sulla falsariga del ben più romantico 'Tango delle capinere'.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4 ... 12, 13, 14  Successivo
Pagina 3 di 14

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008