Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Liste regionali per il 14.10
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Ven Set 14, 2007 4:13 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(ANSA) ha scritto:
INCIDENTI LAVORO: CROLLA SOFFITTO SUPERMERCATO, UN MORTO

(ANSA) - AOSTA, 13 SET -
Un morto e un ferito sono il bilancio di un incidente sul lavoro avvenuto oggi pomeriggio all’interno del supermercato Lidl, in località Croix Noire di Saint Christophe. Alle 17.40 circa si è verificato il crollo parziale di uno soffitto che ha travolto due operai. Il supermercato era chiuso al pubblico per lavori di ristrutturazione. Sul posto sono giunte da pochi minuti le pattuglie della polizia e le ambulanze del 118.


Apro con un grazie a Raimondo Donzel, che ieri sera a Rete S.Vincent, ha iniziato il suo intervento, riportando la notizia luttuosa di un “LAVORATORE” morto sul lavoro al Lidl, in località Croix Noire. Solo la vera sensibilità, perchè noi siamo stati lavoratori e cerchiamo di rappresentarli seriamente (io tra l’altro sono anche un emigrato al nord negli anni sessanta), sa valutare appieno la vera tragedia del lavoro quando manca o è molto lontano da casa! Dunque è su questi tasti che dobbiamo agire, come ha fatto Donzel, perchè il mondo lavorativo, quello esercitato con le mani callose, è ancora piuttosto ampio, e dobbiamo fare riferimenti alla vita vissuta, quella vera e non a quella artificiale del posto facile trovato perchè il genitore “potente” ti ha permesso questo. Non dobbiamo abbandonare questo settore qualificante e difficile del mondo del lavoro, di quello che fu del mondo della sinistra, in altre mani. Bene ha fatto Raimondo Donzel.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Ven Set 14, 2007 4:13 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Ven Set 14, 2007 4:25 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non ci dobbiamo stupire visto che Raimondo a conseguito la Laurea in Materie Letterarie con 110 e lode presso l’Università degli Studi di Torino, grazie a una tesi sui Consigli di fabbrica in alcune aziende del Pinerolese.
Vista la su splendida carriera da sindacalista e vista la sua vicinanza al mondo del lavoro.
In merito invece a quanto detto da Pasolini credo piuttosto sensata la sua domanada ma proprio in merito alle alleanze inviterei quest'ultimo a leggere le dichiarazioni di intenti di entrambi i candidati.
Donzel dice: Il Partito democratico, sulla base di una elaborazione più approfondita che coinvolga tutti i nuovi aderenti e i nuovi apporti della società civile, continuerà pertanto ad operare nel solco tracciato dalle forze politiche che in Valle d’Aosta ne promuovono la nascita (GV-DS, Margherita, Alé Vallée) all’interno dell’Alleanza Autonomista Progressista, proprio per favorire la riforma del sistema elettorale, anche attraverso la promozione dei referendum elettorali, con l’obiettivo primario di dar voce ai cittadini e di prendere atto delle loro scelte.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Set 16, 2007 12:00 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La Stampa ha scritto:
PD.VERSO LE PRIMARIE

Valide le firme raccolte dai due candidati alla segreteria.Ora le liste d’appoggio

Margherita con Donzel “Vogliamo cambiare la politica valdostana”

Il coordinatore Vincenzo Calì «Rilancio culturale e più innovazione»


15 Settembre 2007

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
«Mettiamo la Valle in movimento». Con questo motto la Margherita affronta la sfida per la costituzione del Partito democratico. Coordinata in Valle da Vincenzo Calì, ha scelto di stare dalla parte di Raimondo Donzel e nei prossimi giorni aderirà a una lista in suo appoggio.
«Non una lista del partito della Margherita - dice Calì - ma un raggruppamento che vedrà insieme esponenti di partiti fondatori del Pd ed esponenti della società civile».
La Margherita ha scelto Donzel «perché rappresenta un segnale importante di rinnovamento della politica, il volto nuovo per un partito nuovo».

Il Pd che vuole la Margherita valdostana «è il partito del cambiamento. Non dobbiamo più mettere una Valle contro un’altra, dobbiamo puntare alla vittoria della democrazia e dei valori che ci devono unire tutti. Dobbiamo rompere con le idee, le abitudini e i comportamenti del passato, dare il giusto valore al lavoro, alla morale, al rispetto, al merito». Per la Margherita «i valdostani, con il voto del 2006, hanno manifestato in modo concreto il disagio e la volontà di cambiare uno sconfortante quadro politico fatto di economia assistita, chiusura culturale e di una democrazia minata da gravi guasti che ha trasformato i cittadini in sudditi condizionati nelle idee e nelle scelte politiche da una ristretta oligarchia di politici organizzati in potenti comitati d’affari».

Per Calì «il Pd deve essere determinante per fare della Regione non un ente che invade e pervade tutto il sistema economico ma solo un ente erogatore. Deve lavorare per la separazione tra politica e affari, sottraendo ai politici il potere di nomina dei Cda delle società controllate, riformando il sistema delle consulenze e la pubblica amministrazione, deve promuovere il sostegno all’innovazione e il rilancio culturale perché in Valle si è confuso il folklore con la cultura e la Festa della Valle d’Aosta ne è un penoso esempio».

Donzel ed Enrico Bich intanto sono stati promossi. L’ufficio tecnico amministrativo regionale ha convalidato le loro candidature a segretario regionale del Pd. Donzel ha raccolto 499 firme, Bich 379. Le liste per i delegati valdostani all’Assemblea costituente nazionale e per l’elezione dell’Assemblea costituente regionale dovranno essere presentate, corredate da 100 firme, tra le ore 9 di venerdì 21 settembre e le 21 di sabato 22 settembre.



Gran bel lavoro dell'UTAR...
Ha depennato ben due firme, dagli elenchi originali,
ma soprattutto è riuscita a fare il capolavoro di togliere
la possibilità mediatica a Raimondo Donzel di fregiarsi di
un bel numero tondo tondo come è il n° 500. Ah,le regole....

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Lun Set 17, 2007 8:41 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Vorrei far notare che la maggior parte di quelle firme sono costituite da persone della società civile visto che il sostegno della maggioranza DS e della Margherita sono avvenuti da pochi giorni.
Per questa ragione quindi direi che è un gran bel risultato.
Certo siamo partiti in anticipo, come giustamente ha sottolineato Giuliana, ma grazie ad una dichiarazione di intenti molto chiara e ad una faccia nuova nel mondo della politica molte persone si sono avvicinate a noi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Set 17, 2007 5:12 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

erika ha scritto:
Vorrei far notare che la maggior parte di quelle firme sono costituite da persone della società civile visto che il sostegno della maggioranza DS e della Margherita sono avvenuti da pochi giorni.
Per questa ragione quindi direi che è un gran bel risultato.
Certo siamo partiti in anticipo, come giustamente ha sottolineato Giuliana, ma grazie ad una dichiarazione di intenti molto chiara e ad una faccia nuova nel mondo della politica molte persone si sono avvicinate a noi.


...Vorrei essere ancora un pochino più pignolo come si conviene ad una persona un pò meno giovane come me.
Non siamo partiti in anticipo, sono gli altri che sono arrivati dopo. Noi le idee le abbiamo sempre avute chiare,
e non ci siamo soffermati per strada a cercare le alleanze... Abbiamo esposto il nostro programma a tutti,
indifferentemente e chi ci voleva seguire si è trovato con un gruppo fantastico !

Inoltre, sempre per essere pignolo, vorrei dire che Giuliana non si è limitata a sottolineare l'evento,
ma ha tentato in qualche modo di giustificare l'altro contendente, neanche non fosse lei l'Arbitro
" super partes " nominata da Veltroni.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
enrico bich








Registrato: 17/09/07 18:11
Messaggi: 5
enrico bich is offline 






MessaggioInviato: Lun Set 17, 2007 6:25 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

rispondo solo a faustocoppi, per amor di verità
due precisazioni: 1) mio padre non fece solo il consigliere regionale dal 1988 al 1993 ma anche la legislatura successiva e non nelle file dell'allora PSI (dal quale si staccò in polemica con Milanesio), legislatura che purtroppo non finì per lui perchè venne a mancare il 3 maggio del 1997 dopo una lunga e dolorosa malattia
2) parlare di nepotismo con me e per me mi sembra abbastanza sbagliato, essendo io entrato in politica nel 2000, ben dopo la morte di mio padre e non vivendo oggi di rendita nè economica nè politica rispetto a lui

a faustocoppi chiedo solo due cose:
1) rispettare la memoria di chi non c'è più
2) rendersi riconoscibile: troppo comodo l'anonimato per sottrarsi alle critiche...

forse a te mio caro ciclista di altri tempi meglio si attaglia la seguente voce di wikipedia:

Ignoranza
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ignorante)
Vai a: Navigazione, cerca

L' ignoranza è la condizione dell'ignorante, cioè chi non conosce in modo adeguato un fatto o un oggetto, ovvero manca di una conoscenza sufficiente di una o più branche del sapere. Può altresì indicare lo scostamento tra la realtà ed una percezione errata della stessa.

In senso comune il termine ignoranza indica la mancanza di conoscenza e di qualche particolare sapere, inteso in generale o su di un fatto specifico. Può significare anche non avere informazioni su un fatto o su un argomento.

Questa è l'accezione originaria del termine, che deriva direttamente dal greco gnor-izein (conoscere) attraverso il latino ignorare (in - gnarus, che non sa). Successivamente, l'aggettivo ignorante si è evoluto in senso dispregiativo, indicando coloro i quali sono senza educazione o cultura.

saluti
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
enrico bich








Registrato: 17/09/07 18:11
Messaggi: 5
enrico bich is offline 






MessaggioInviato: Mar Set 18, 2007 1:14 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ero troppo impegnato oggi pomeriggio per rispondere anche al resto:

faustocoppi ha scritto:
"Dire che ci avevo azzeccato è dire poco. Il mio precedente post,
voleva essere solo una semplice constatazione di molte stranezze,
ma l'organizzazione dello Sdi ci ha pensato bene e si è voluta defilare
da E. Bich e ha preso giustamente le distanze.
Questo continuo movimento altalenante di alti e bassi,
del vai e vieni, simili ai fenomeni delle alte maree, non ci
dovrebbe sorprendere più di tanto.
C'è già scritto in questo forum che cos'è la coerenza,
chi sono questi personaggi alla Zaffetieri, alla Verduci - non Mimmo -
alla Parisi, di Bich che in pratica hanno solcato il mare
dei Ds in maniera effimera. Hanno ballato solo una stagione
e solo per convenienza personale.
Ora ci risiamo, dunque siamo in attesa di un altro colpo di scena,
praticamente un altro movimento in itinere che porti voti a questi signori...
Insomma così tanto per gradire uno sviluppo di strane
situazioni che sono in movimento......che stanno Evolvendo!"


avessi dovuto seguire la mia convenienza personale avrei continuato a "solcare il mare dei DS", probabilmente adesso sarei qualcosa di più che consigliere comunale...
ma la mia coerenza e il rifiuto delle logiche che in troppi post di questo blog danno il la ad attacchi esclusivamente personali e veramente poco politici mi hanno portato lontano da un partito in cui la gestione di giovanni sandri aveva reso l'aria irrespirabile (vedi attacchi all'arma bianca sul "travail" contro TUTTO il gruppo comunale - compreso l'ottimo savino corcella e il continuo ostracismo verso chi a quel tempo rappresentava il partito in comune di aosta).
ora tutto riecheggia di quegli attacchi dettati solo dall'odio verso una parte politica di matrice socialista che in alcuni settori ancora non "passa".
è un vecchio vizietto della sinistra: prendersela con chi è più vicino, evitando accuratamente di far fronte comune contro una destra sempre più forte anche da noi.
poi giustificare il comportamento dello sdi contro il sottoscritto mi pare quanto meno strumentale, vista la strumentalità di quell'attacco ingiustificato: mai fatto parte dello sdi...mai voluto rappresentare tutti i socialisti valdostani...
quanto a Evolvendo, facciamo ridere...
prendo atto di questi attacchi personalistici, che di politico non hanno nulla, e vado avanti forte del solidale sostegno di chi è con me, convinto di poter dire e fare qualcosa di nuovo nel nuovo partito.
mi appare però chiaro che i post più acidi sono perlopiù anonimi e scritti da persone di una certa età.
appare altrettanto chiaro che i giovani hanno un'impostazione diversa, più politica, più legata ai temi e al confronto sulle idee.
forse è venuto il tempo che i vecchi imparino qualcosa dai giovani....
eppoi, ah fausto, tu che ci azzecchi????
manco il nick che ti sei dato ci azzecca!! il coppi vero era uno sportivo leale che al mondo del suo tempo e alle sue critiche e alle sue pruderies rispondeva con la sua faccia ....e tu?
saluti
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Mar Set 18, 2007 10:03 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Caro Enrico,
intanto grazie per il tuo contributo.
Come ben sai sono la donna più giovane all'interno del Comitato Promotore (classe 1976) e fra le più giovani all'interno dei DS eppure ti posso assicurare che alcuni punti sollevati da faustocoppi io li condivido.
Credo sia sotto gli occhi di tutti il fatto che provenire da una famiglia di agricoltori piuttosto che di politici apra scenari ben diversi e quindi spesso si è votati anche in base all'operato del proprio padre, zio, nonno...
Certo poi ognuno dovrà dimostrare quanto vale ma è innegabile che la strada sia spianata....
Per quello che riguarda il partito credo che la crisi della politica più che Giovanni Sandri abbia influito. Se prendiamo i dati degli altri partiti ci rendiamo conto che gli iscritti sono andati calando ovunque. Parli poi di attacchi personali e qui ne lanci uno? Io ho un esperienza in famiglia e posso dirti che mio nonno non ha rinnovato la tessera non quando c'era Giovanni ma con il segretario quindi niente ma e niente se....
Per quello che riguarda l'anonimato delle persone poi io ho una visione molto diversa dalla tua. Credo che il clima che si è creato in Valle d'Aosta e la nostra piccola realtà facciano si che la gente spesse volte ha paura di parlare. Bisogna quindi con la trasparenza e con un dialogo sereno riportare le persone ad aver fiducia nella classe politica. A me poco importa se una cosa me la dice un anonimo o meno. Ascolto entrambi.
Ora poi vorrei arrivare al perchè io pur essendo più vicina alla tua età che non a quella di Raimondo sostengo lui.
1. credo che il segretario di un partito debba essere una persona al di sopra delle parti, con esperienza e che sappia fare sintesi.
2. credo che chiunque abbia lavorato con lui possa riconoscere una grande attenzione per i giovani. Persone come lui, Giorgio e Paolo si sono fatti da parte per lasciare in direzione, segreteria... dei giovani.
3. in questi mesi accanto a Raimondo ho imparato veramente tanto sia sul piano politico che sul piano umano.

Di tutto il tuo discorso la cosa che più mi ha ferito è il tuo attacco ai meno giovani. Credo che per rinnovamento non si intenda semplicemente l'età anagrafica. Io voterei persone come mio nonno che oggi avrebbe più di 70 anni comunque perchè i suo valori e la sua storia potrebbero servire a tutti noi mentre molto probabilmente non voterei un 30enne che pur di avere un posto in qualche cda si metterebbe in gioco.
Attenti quindi...per rinnovamento non guardiamo solo la carta d'identità ma anche la mentalità e i fatti...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
enrico bich








Registrato: 17/09/07 18:11
Messaggi: 5
enrico bich is offline 






MessaggioInviato: Mar Set 18, 2007 11:32 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

erika ha scritto:
Caro Enrico,
intanto grazie per il tuo contributo.
Come ben sai sono la donna più giovane all'interno del Comitato Promotore (classe 1976) e fra le più giovani all'interno dei DS eppure ti posso assicurare che alcuni punti sollevati da faustocoppi io li condivido.
Credo sia sotto gli occhi di tutti il fatto che provenire da una famiglia di agricoltori piuttosto che di politici apra scenari ben diversi e quindi spesso si è votati anche in base all'operato del proprio padre, zio, nonno...
Certo poi ognuno dovrà dimostrare quanto vale ma è innegabile che la strada sia spianata....
Per quello che riguarda il partito credo che la crisi della politica più che Giovanni Sandri abbia influito. Se prendiamo i dati degli altri partiti ci rendiamo conto che gli iscritti sono andati calando ovunque. Parli poi di attacchi personali e qui ne lanci uno? Io ho un esperienza in famiglia e posso dirti che mio nonno non ha rinnovato la tessera non quando c'era Giovanni ma con il segretario quindi niente ma e niente se....
Per quello che riguarda l'anonimato delle persone poi io ho una visione molto diversa dalla tua. Credo che il clima che si è creato in Valle d'Aosta e la nostra piccola realtà facciano si che la gente spesse volte ha paura di parlare. Bisogna quindi con la trasparenza e con un dialogo sereno riportare le persone ad aver fiducia nella classe politica. A me poco importa se una cosa me la dice un anonimo o meno. Ascolto entrambi.
Ora poi vorrei arrivare al perchè io pur essendo più vicina alla tua età che non a quella di Raimondo sostengo lui.
1. credo che il segretario di un partito debba essere una persona al di sopra delle parti, con esperienza e che sappia fare sintesi.
2. credo che chiunque abbia lavorato con lui possa riconoscere una grande attenzione per i giovani. Persone come lui, Giorgio e Paolo si sono fatti da parte per lasciare in direzione, segreteria... dei giovani.
3. in questi mesi accanto a Raimondo ho imparato veramente tanto sia sul piano politico che sul piano umano.

Di tutto il tuo discorso la cosa che più mi ha ferito è il tuo attacco ai meno giovani. Credo che per rinnovamento non si intenda semplicemente l'età anagrafica. Io voterei persone come mio nonno che oggi avrebbe più di 70 anni comunque perchè i suo valori e la sua storia potrebbero servire a tutti noi mentre molto probabilmente non voterei un 30enne che pur di avere un posto in qualche cda si metterebbe in gioco.
Attenti quindi...per rinnovamento non guardiamo solo la carta d'identità ma anche la mentalità e i fatti...
cara erika
sono sempre pronto al confronto sui fatti e questo credo tu lo possa tranquillamente ammettere.
se conosci bene donzel, forse faresti bene a conoscere anche un pò il sottoscritto, non perchè voglia il tuo voto, per carità, ma solo perchè il panorama complessivo ti sia più chiaro.
sono proprio quelle differenze che TUTTI noi nel partito democratico vogliamo appianare, quelle che provengono dalla situazione sociale ed economica, che di fatto non ci danno un punto di partenza equo nella competizione non solo politica.
quanto al sottoscritto non penso che si possa parlare, come qualcuno fa con leggerezza e, passami il termine, ignoranza, di nepotismo: mai avuto incarichi (nè voluti nè cercati) pubblici nella mia attività lavorativa (se si esclude, per amor di verità, un incarico di progettazione, condiviso con altri due professionisti, incarico ottenuto dalla regione nel lontano 2002, e tuttora in corso di realizzazione, niente a che vedere con parcelle milionarie che altri colleghi staccano ogni anno all'ente pubblico), nè nello studio, nè tantomeno, in politica.
se qualcuno vuole far credere diversamente è un problema suo. io lavoro esclusivamente con committenti privati, con i quali l'unico metro di giudizio non è la provenienza familiare nè quella politica ma esclusivamente il merito e la competenza professionale.
non ho potuto neanche (nè avrei voluto) beneficiare dei (molti) voti di mio papà: tant'è vero che sono entrato in politica nel 2000, dopo tre anni che lui era scomparso, anche se avrei potuto farlo ben prima (sull'onda dell'emozione c'erano le regionali del 1998...)
quindi posso molto tranquillamente ritenere la mia attuale posizione guadagnata col sudore della MIA fronte (e chi mi conosce, amico o avversario, lo riconosce ampiamente)

ora, io non voglio il tuo sostegno, vorrei solo che capissi che come tu ammiri donzel per quello che fa, io ho dei sostenitori che sinceramente fanno lo stesso con me.
non capisco solo a cosa ti riferisci quando mi accusi di fare attacchi personali...
capisco invece bene come alcuni abbiano sempre utilizzato la tecnica della diffamazione a mezzo stampa e non, come arma politica contro qualcuno che come me con coerenza e umiltà ha sempre cercato di fare politica, a volte magari bene, altre meno, ma sempre con correttezza e trasparenza.
infine ti chiedo scusa a te e ai "meno giovani" se l'"attacco" avesse infastidito: non è comunque un attacco, ma una semplice considerazione fatta sulla base dei fatti...
io personalmente non voto con la carta d'identità alla mano, ma in base alla mia preferenza rispetto alla persona e alle idee che porta... ma un pò di freschezza e di spirito "giovane" converrai con me che ci vuole, soprattutto in una fase costituente nella quale si devono lasciare indietro rancori e vecchie posizioni per guardare verso il futuro...
e chi meglio di noi giovani può farlo?
ciao
enrico
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Mar Set 18, 2007 12:53 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sono certa che avrò modo di conoscerti ma naturalmente in questo momento sono l'enorme stima, la coerenza e la serietà di Raimondo che mi fanno scegliere per lui. Come ti dicevo poi anche relativamente alla tua dichiarazioni di intenti o dei dubbi e delle perplessità mentre ogni parola scritta nel documento di Raimondo la ritrovo nei vari documenti, articoli e pensieri scritti o esplicitati da lui fino ad oggi.
Non volevo nemmeno essere offensiva nei tuoi confronti ma credo sia piuttosto evidente che anche non volendolo parte dei voti di tuo papà saranno passati a te. Questo accade anche per il figlio di un agricoltore ma capisci che il bacino di voti è ben diverso. Tengo comunque a ripeterti però che, dopo la fase iniziale, è poi l'operato del singolo a essere valutato.
Una cosa che hai detto un giorno all'interno del comitato promotore mi ha però molto colpito. La tua contrarietà alle liste bloccate. Credo che solo con questo meccanismo i giovani e le donne possano entrare a far parte della fase costituente. Se ci fosse anche solo 1 preferenza saremmo certi che i 16 e i 4 sarebbero i soliti noti o gli sponsorizzati dai soliti noti. Basta vedere una qualsiasi elezione sia essa per i comuni sia essa per la regione...
Credo anch'io che nella fase costituente i vecchi rancori siano da lasciare indietro ecco perchè ancora una volta ribadisco il mio sostegno a Raimondo. L'ho seguito in tutta la fase congressuale dei DS e posso assicurarti che un uomo con una capacità di ascolto e di sintesi come la sua è assai raro da trovare.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mar Set 18, 2007 4:30 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

giorgio ha scritto:
Vorrei riportare a tutti un pò più di calma riflessiva, non tanto per quanto concerne i contenuti degli elaborati, ma per la forza e l'impatto che stiamo dando ai messaggi. Non posso certamente discostarmi di molto dal significato di ciò che si scrive, visto che poi non è altro che un riportare ciò che i media valdostani stampano. Mi piacerebbe che si continuasse a scrivere come abbiamo sempre fatto con proposte costruttive, e non rivolgendosi agli avversari politici in maniera "distruttiva”. Ripeto a scanso di equivoci, qui non voglio censurare nessuno, ma su questo forum preferisco avere idee e i programmi alle parole magari qualche volta anche grevi...

La realtà, non la verità politica, è comunque sotto gli occhi di tutti e soprattutto nella memoria del vissuto culturale valdostano. Quando si parla di un uomo pubblico e questo ha partecipato attivamente alla vita politica in una regione come la nostra, non è difficile da identificare: si sa chi è, da dove viene, dove è andato, cosa fa, di chi è figlio, ecc,ecc. Riporto questo concetto, perché ieri sera ho seguito su Rete S.Vincent, un’interessante trasmissione dove si sarebbe dovuto parlare di Partito Democratico e dei suoi due leader che si sono presentati per un dibattito sul novello Pd, Donzel e Bich. Non me ne vogliano i partecipanti, ma sui presupposti del Pd in Valle, forse l’unico ad essere molto chiaro è stato Vincenzo Calì, che non si è lasciato intimidire da nessuno e ha parlato concretamente dei fatti e del vissuto quotidiano.
Ha fatto insomma una denuncia politica di come va la regione della Vd’A, dei suoi difetti odierni, dei suoi pregi passati. Un uomo che la politica la conosce, a ben vedere, se poi la Caserma Testafochi verrà consegnata a questa Amministrazione Regionale grazie ad un suo intervento presso il ministro Parisi.

Mi dispiace dover dire di aver visto inizialmente un Raimondo Donzel un po’ ingessato. Forse il pistolotto iniziale di Laurino Rean lo aveva un pochino irritato, vista la completa dimenticanza di rendere noto che come segretario Ds-Gv, sosteneva la candidatura di Raimondo Donzel. Ma poi la sua cultura, la sensibilità di uomo di sinistra e di ex sindacalista lo ha portato a ricordare la tragedia della morte sul lavoro di un giovane extracomunitario, a riferire con esplicita chiarezza la sua notevole dichiarazione d’intenti, e a ribadire che la politica non è sempre quella di facile condanna alla Grillo. Su ieri sera, se dovessi insistere su qualcosa, per fare capire alle gente chi siamo, cosa cerchiamo di ribadire con più forza, direi di divincolarci da quel “buonismo” che si è cercato di mettere sul tavolo del dialogo ( tanto la contro parte non mi sembra attenta a questo comportamento). Direi di provare a distinguerci assolutamente dall'altra lista, cerchiamo di essere coscienti della nostra forza o correremo il rischio di essere fagocitati dal tran tran del vecchio mondo politico. Io credo che stiamo facendo un grosso errore se non ci diversifichiamo e di molto dal gruppo Bich. Abbiamo un altro modo di porci e altri atteggiamenti nei confronti di chi ci ascolta e che ci dovrebbe votare.

Questa mattina ho presenziato alla conferenza stampa della Margherita e ho notato significative novità. Devo perciò qui fare un ampio e doveroso omaggio al segretario Laurino Rean, che ha detto ed esplicitato chiaramente che la maggioranza dei Ds-Gv da lui rappresentata, sostiene indiscutibilmente Raimondo Donzel alla corsa di segretario del Pd.
Grazie Segretario.




Caro Enrico Bich ben arrivato, sono Giorgio Bruscia, il moderatore e l'animatore di questo, schietto, frizzante e decoroso Forum di Area Democratica. Appena più sotto o appena più sopra, è il capriccio di chi scrive, far salire o far scendere un Topic, avevo inserito nel forum: Nessuna censura, ma calma e coerenza. Lì potrai leggere alcuni concetti, serenamente. Per comodità di lettura l'ho riportato qui sopra. Probabilmente ti era sfuggito, visto che hai tante cose a cui accudire. Vedi, lì dentro potevi già leggere alcune risposte alle diverse questioni che ci hai posto con una certa durezza legata anche ad un minimo di irritabilità. Come tu ben saprai la censura è uno strumento che non va propagandato, anzi, è sempre stato lo scoglio principale dell’evoluzione democratica di ogni tipo di dialogo. Ma dalle tue parole mi giungono, se mi permetti, accordi abbastanza stonati.
Non riesco a legare assieme concetti come coerenza e incongruenza, comportamenti che sono agli antipodi di una vita politica sobria e responsabile. Tu non puoi denunciare un atteggiamento e poi comportarti esattamente come se non lo avessi fatto. Non voglio fare il difensore d’ufficio di nessuno, ma se denunci faustocoppi per un comportamento aggressivo nei tuoi confronti, non puoi, una riga più sotto, avere un contegno del tutto simile al suo. Prima di tutto non è coerente, poi è screditante nei tuoi confronti. Potresti in teoria avere ragione, ma usare le stesse armi non ti è più consentito.
Tuttavia, conto se tu ce ne darai la possibilità, di ritornare a dialogare con te, se non altro perché abbiamo avuto il piacere di averti tra noi con il desiderio di continuare a scrivere come abbiamo sempre fatto, cioè con proposte costruttive e non rivolgendosi agli avversari politici in maniera "distruttiva”. Ripeto a scanso di equivoci, qui non voglio censurare nessuno, ma su questo forum preferisco avere idee e programmi alle parole magari qualche volta anche grevi. Sta il fatto che, modestamente, ad un occhio attento come il mio, non sfugge come questo forum sia da tempo preso di mira da attacchi personalizzati e alcune volte anche subdoli. Perché non fa altro che ribadire ciò che sta capitando nella realtà valdostana. Dico subdoli perchè se ne parla ovunque, in maniera stalinista e sempre in termini poco consoni alla correttezza politica.

Vedi caro Bich, l’altra sera, a rete S. Vincent, che ho seguito con interesse, si è dispiegata una puntata sul Pd che non ritengo sia stata soddisfacente, non tanto perché non ci fossero persone qualificate a spiegarne il progetto, quanto per il fatto che si ci si è intestarditi, come tu hai fatto, in una polemica aggressiva e fuorviante ancor di più di quello che un libero cittadino aveva scritto su un blog. Se si ha la forza di soprassedere a queste piccolezze, vuol dire che si hanno gli strumenti i programmi e la capacità di andare al concreto. Se ci si ostina ad intervenire solo per polemizzare e recriminare si corre il rischio di perdere di vista il concetto principale. Ciò che, se me lo consenti Raimondo Donzel con pacatezza e Vincenzo Calì con più aggressività hanno fatto. Questo è quanto è giunto al telespettatore non smaliziato.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
enrico bich








Registrato: 17/09/07 18:11
Messaggi: 5
enrico bich is offline 






MessaggioInviato: Mar Set 18, 2007 5:21 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

caro giorgio
concordo sulla necessità di soprassadere alle "piccolezze", ma di "piccolezze" non si è trattato, specialmente l'altra sera a rete saint vincent.
vedi, l'atteggiamento ingiustificatamente aggressivo nei miei confronti e la scelta editoriale (discutibile) di leggere uno scritto anonimo in diretta televisiva, lesivo della mia dignità ha certamente "scatenato" la mia irritabilità (scarsamente "scatenabile" se mi passi il termine...). la mia polemica rivolta, per la verità a telecamere spente, verso raimondo nasce soltanto dalla triste convinzione che se non si smentiscono in prima persona certe affermazioni destituite di ogni fondamento, si è quanto meno collusi con chi, grazie all'anonimato, spara a zero sul nemico di turno senza peraltro rendersi a sua volta soggetto alle critiche.
e poi, con faustocoppi io ho fatto una battuta, magari acida, magari fuori luogo, ma l'ho fatta con la mia faccia e il mio nome ben in vista..
vedi, la differenza è tutta qui...
quanto poi all'aggressività di calì, non c'è problema per me, il problema è tutto suo...
come suo è il problema di essere coerente e conseguente con quello che dice e che ha detto, con quello che fa e ha fatto...
per chiudere non invoco alcuna censura, ma il rispetto delle persone sì...
un saluto
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
faustocoppi








Registrato: 08/01/07 17:44
Messaggi: 201
faustocoppi is offline 






MessaggioInviato: Mer Set 19, 2007 4:56 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Rispondo solo a enrico bich, per amor di verità...

Da un po’ di tempo, non da quando Berta filava, ma dal giorno in cui sono entrato su questo forum a scarabocchiare idee, a dire con molta semplicità il mio pensiero da ciclista, mi sono sempre ritrovato a subire attacchi di squadre avversarie. Ora il plotone è sempre in continuo sussulto e gli spintoni, le gomitate, si stanno facendo vieppiù frequenti; le ruotate cominciano ad essere fuori controllo, insomma la prassi comune delle regole dello sport, così sollecitamente chiamata in causa da lei, Bich - altro capitano – vedo che è valida solo per chi pretende rispetto senza opportunamente concederlo alla controparte. Eh sì, signor capitano Bich, il suo approccio con il ciclista per eccellenza (che sarei io) non è stato dei più sportiveggianti, se le “appare chiaro che i post più acidi sono perlopiù anonimi e scritti da persone di una certa età”. Oppure visto che dice come le “appare altrettanto chiaro che i giovani hanno un'impostazione diversa, più politica, più legata ai temi e al confronto sulle idee. Forse è venuto il tempo che i vecchi imparino qualcosa dai giovani”.

Ecco perché ho aperto questo dialogo con quel Berta che filava! Anche io filo sa? Ma io filo veloce come un treno, lasciando gli avversari alle mie spalle che arrancano disperatamente su qualunque “strappetto” che a loro appare una salita invalicabile. Ho notato che Giorgio, con i suoi begli annetti sulle spalle, non ha voluto polemizzare nel merito dell’età, lui è un tipo educato, ma io un pochino meno, primo perché sono più giovane, poi perché come tale non riesco a sopportare quando mi si vogliono impartire lezioni “Wikipediane”. E no caro lei! Se vuole, io le insegno sul campo qual è il tipo di pedalata, di andatura, i rapporti che deve mettere nei vari percorsi, l’alimentazione da seguire in gara, ma con Wikipedia sono capaci tutti… A chiacchiere, tutti sono capaci ad agire, ma poi sono solo i fatti quelli che contano. Guardi, ritorno sul fatto di Rete S.Vincet, che tanto le sta a cuore, perché è da qui che parte la tua irritazione. Ho notato che Raimondo ha avuto la forza, la coerenza di mantenere le sue decisioni e ha preso provvedimenti, subito, nei confronti di quel nickname che aveva suscitato la sua irritazione, visto che lo scritto era scaduto sul piano personale. Ma in questi giorni ho avuto modo anche di leggere un certo mikahil bakunin, che sul blog del Comitato Promotore così si esprime nei confronti di Raimondo Donzel: “Oppure, Grillo, dopo aver letto il vippometro di sabato condannerebbe anche Donzel in quanto per parlare di lavoro bisognerebbe anche praticarlo…”

Le chiedo come mai, visto che lei è attento e sensibile agli attacchi personali, perché non si è pronunciato nel merito e magari premurato di fare correggere la madornale cattiveria che sicuramente una talpa magari pelata, ha scritto sotto lo pseudonimo di mikahil bakunin ? Io dico pseudonimo, non anonimo…ma il riferimento alla concatenazione dei fatti mi sembra chiaro. Allora egregio Enrico Bich, passiamo dalle chiacchiere ai fatti. Veda di fare togliere come è stato tolto dal blog del Comitato Promotore il post che non le è piaciuto e faccia come Donzel: Agisca…

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

faustocoppi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Ven Set 21, 2007 9:56 am    Oggetto:  AMBIENTE, INNOVAZIONE E LAVORO
Descrizione:
Rispondi citando

Non c'è che dire...se il buongiorno si vede dal mattino questa lista per il Pd a sostegno della candidatura di Veltroni ha veramente centrato i problemi e le risoluzioni.

Roma, 11 set. - "Ambiente, Innovazione, Lavoro" ma soprattutto "largo ai giovani" e nessuna cessione alla "retorica dell'antipolitica". Con questi imperativi 'scalda i motori' la lista degli 'Ecodem' a sostegno di Walter Veltroni per le primarie del Pd che oggi pomeriggio, a Roma, ha riunito esponenti di spicco di Dl e Ds assieme a ministri 'di peso' del governo Prodi.
Da Giuliano Amato a Cesare Damiano, da Giulio Santagata a Luigi Nicolais, da Anna Finocchiaro a Tiziano Treu, Enzo Bianco ed Ermete Realacci, la parola d'ordine e' stata "la costruzione del Pd lasciamola ai giovani perche' saranno loro la risposta all'antipolitica". Lo dice a chiare lettere Melandri: "Vogliamo che il partito democratico sia il partito dei giovani, e' questo un modo concreto e non retorico per rispondere alla retorica dell'antipolitica". Lo sottolinea Anna Finocchiaro: "Mi auguro che domani le nuove classi dirigenti del Pd siano composte per tanta parte da ragazzi e ragazze, e' la migliore risposta all'antipolitica". Lo ribadisce Damiano: "E' bene che la nostra generazione passi il testimone, che ceda il passo". Lo sancisce Amato: "Il nuovo popolo facciamolo fare ai nostri figli". E per non fare come chi predica bene e razzola male, Amato dice alla platea di ministri, parlamentari, amministratori locali ed esponenti dei movimenti giovanili di Ds e Dl: "Prodi lo sa, questa e' la mia ultima esperienza e non voglio cominciarne un'altra in politica come se fossi un giovane, ma ho deciso di essere qui- spiega- per dare la volata ai ragazzi e alle ragazze del futuro partito, per fare da 'battistrada, ma poi la strada lasciarla a loro".

Il ministro dell'Interno dice che "la cosa che mi piace di piu' quando sono con i giovani che vogliono fare il Pd, e' che loro non sono ne' ex socialisti, ne' ex democristiani, sono solo democratici, senza quelle 'strutture mentali' che noi invece ci siamo costruiti". I giovani, continua il suo ragionamento, "a noi in politica servono enormemente e invece in Italia c'e' un problema generazionale. Se questa lista e' capace di convogliare nel Pd persone che non appartengono solo ai partiti fondatori- conclude Amato- allora non e' necessario iscriversi al 'Vaffa-Day', possiamo essere noi il canale per convogliare in politica".
Quello che serve al futuro soggetto unitario del centrosinistra e' "ricchezza e freschezza", dice la capogruppo dell'Ulivo al Senato, Anna Finocchiaro. Il Pd, continua, "deve essere un partito che abbia forza e capacita' di rinnovamento delle classi dirigenti di questo Paese che e' vecchio, stanco e fermo". Finocchiaro lancia una bordata a chi pensa che sia la cosiddetta 'antipolitica' a convogliare adesso i consensi: "Chi lavora al Pd, ovunque ci lavori- dice- lavora perche' crede che i partiti siano una forza per la democrazia italiana, lo sono stati in passato e penso che lo possano essere per il futuro. Io chiedo agli italiani e alle italiane di fidarsi di questo processo, di fidarsi del Pd".
Siamo in una situazione "di confusione e difficolta' nella quale c'e' una distanza tra la politica e i cittadini", aggiunge Damiano, "fare un partito nuovo vuol dire accettare una sfida molto difficile, noi vogliamo cambiare la politica continuando a fare la politica. La gente- avverte il ministro del Lavoro- ci chiede unita' e se non ne saremo capaci saremo uguali a quelli che predicano l'antipolitica". (SEGUE)

PD. AMATO, MELANDRI, FINOCCHIARO: I GIOVANI CONTRO L’ANTIPOLITICA -3-

(DIRE) Roma, 11 set. - Melandri sottolinea che "con questo nuovo partito noi stiamo costruendo un nuovo stato d'animo democratico per questo Paese. Vogliamo sostenere- spiega il ministro alle Politiche giovanili- e rafforzare la candidatura di Veltroni raccogliendone gli spunti innovativi legati ai temi della societa' moderna: ambiente, lavoro, innovazione, sapere". La lista "che presentiamo- aggiunge- e' una lista che vogliamo affidare a tanti giovani affinche' si arrivi al 14 di ottobre e all'Assemblea costituente del Pd con tanti ragazzi e ragazze fondatori e fondatrici del Pd".
All'entusiamo dei giovani punta anche il ministro Nicolais, "perche'- spiega- abbiamo bisogno di sognare e i nostri ragazzi in questo potranno darci un contributo". Ma avverte il ministro della Funzione pubblica, "per raggiungere il nostro obiettivo, per avere un sistema efficace a costruire l'innovazione, abbiamo bisogno di trasparenze e solidarieta'". E sopratutto, conclude il presidente della commissione Ambiente della Camera, Ermete Realacci, "smetterla di parlare in termini di ex, ovvero ex Dl, ex DS, ex popolari, per dimostrare nella costruzione delle liste che stiamo facendo una cosa nuova".
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
enrico bich








Registrato: 17/09/07 18:11
Messaggi: 5
enrico bich is offline 






MessaggioInviato: Ven Set 21, 2007 12:14 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

caro faustocoppi
il vizietto di non firmarsi non lo ha ancora perso?
oppure le sue "lezioni di politica" preferisce farle con addosso la calda coperta dell'anonimato, perchè la sua autorevolezza non è all'altezza della situazione?
sa, per dare lezioni di qualsiasi genere bisogna essere autorevoli, e per essere autorevoli bisogna almeno essere credibili e criticabili, senza un nome e una faccia mi dica lei come fa...
con wikipedia ha iniziato lei.. io ho solo continuato...se vogliamo finirla, forse è meglio per tutti...
e guardi, se l'allusione velata è che io sia mikahil bakunin, mi spiace, lei è sulla cattiva strada.
altrimenti mi dica a chi si riferisce quando allude (e le allusioni non mi garbano mai molto) a "una talpa magari pelata"...
dopodichè manco avevo visto il post in questione, nè io sono l'amministratore del blog del comitato...
e poi il post di lucio cervia non era sul blog del comitato ma su quello di raimondo, sul quale, evidentemente, non ho controllo amministrativo.
d'accordo comunque a che il post incriminato (quello di bakunin tanto per capirci) sia rimosso quanto prima..
non condivido quegli attacchi personali, nè li ho mai fatti, ma non mi sono neanche mai nascosto per tirare il sasso e vedere l'effetto che fa: troppo comodo, mio caro ciclista...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Pagina 3 di 6

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008