Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

CONSULTA FEMMINILE
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> DIRITTI E PARI OPPORTUNITA'
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Mag 26, 2011 10:25 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

erika ha scritto:
Domenica 22 maggio 2011, alle ore 17, presso la sala consiliare del Comune di Pelago (FI) ho partecipato all’incontro organizzato dal Comune e dall’associazione Donne in cammino dal titolo “Donne al lavoro!?!” dove era previsto anche la presentazione di Donne in opera.
Dal momento che il dibattito era incentrato su un tema specifico ho presentato i dati riguardanti i capitoli d’interesse del rapporto 2010, quindi i dati della Valle d’Aosta sul lavoro, sull’istruzione, sulla rappresentanza… e sono emerse molte similitudini con il loro territorio. Pelago, infatti, è un comune di 7000 abitanti con distese di vigne e uliveti situate in zone collinari dove naturalmente la raccolta e la produzione sono meno abbondanti e più difficili rispetto alle zone pianeggianti. Molte donne sono impegnate nel settore agricolo come coltivatrici dirette o titolari di agriturismi. Dati interessanti anche sulla perdita di voglia di ricerca del lavoro. Una giovane laureata di psicologia con una tesi proprio sulla psicologia del lavoro ha, infatti, fatto un confronto con i dati valdostani e ha molto apprezzato il nostro rapporto. Una donna laureata con il massimo dei voti in lingue ha preso la parola invece per sottolineare il malessere scaturito nel non trovare lavoro, avuto infine solo grazie alla sua disabilità e quindi al fatto di rientrare in una categoria protetta. Tantissime altre storie e vicende…
Durante l'incontro Viviana Rosi dell’associazione Solal ha inoltre illustrato il bando 2011 della settima edizione del Concorso "Donne in opera" il cui titolo "Che ci faccio qui?" è strettamente collegato alle luci ed ombre del lungo viaggio chiamato vita tra cui sono emersi, dalle donne presenti, il problema della ricerca del lavoro e l’approccio ai problemi dell'esistenza. Nell’incontro ho appreso che Anna Corallo, presidentessa dell’associazione Donne in cammino (IN PIEDI NELLA FOTO QUI SOTTO - non sono riuscita a caricarla, la metterò nella mia pagina facebbok...), è anche la fondatrice di Alesia2007, associazione che si occupa del disagio adolescenziale e con questa associazione sono molte le iniziative portate avanti.
Ora l’appuntamento si sposterà al giardino dei ciliegi, luogo della storica associazione di donne, e a Trento.
Vorrei inoltre sottolineare l’ospitalità delle pelaghesi che oltre a preparaci una cena toscana (nella casa del popolo), ci hanno ospitato gratuitamente in un agriturismo della zona.

Basta uscire dai confini valdostani...e si respira tutta un'altra aria!

Su facebook trovate il concorso DONNE IN OPERA. diffondetelo, quest'anno è un bel tema!!

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Cara Erika credo di averti accontentata con l'inserimento della foto

Tu scrivi: "Vorrei inoltre sottolineare l’ospitalità delle pelaghesi che oltre a preparaci una cena toscana (nella casa del popolo), ci hanno ospitato gratuitamente in un agriturismo della zona. Basta uscire dai confini valdostani...e si respira tutta un'altra aria!

E qui ti riporto il LINK:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Gio Mag 26, 2011 10:25 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mar Giu 07, 2011 2:42 pm    Oggetto:  Re: CONSULTA PARI OPPORTUNITA?
Descrizione:
Rispondi citando

erika ha scritto:
Riprendo in mano questo post aperto un anno fa per dire che come sempre avevamo ragione. Questa legge in questo anno ha dimostrato tutte le criticità che evidenziavamo.
La consulta della Valle d'Aosta è una delle poche che non ha aderito al 13 febbraio, non dice nulla sulla legge sull'omofobia, non ha preso una posizione rispetto all'emendamento del PD per avere almeno una donna nel cda della precari spa...
L'assurdità poi è che l'unica donna del Consiglio che continua a non esserci è proprio Carmela Fontana, la consigliera che ha portato il fondo di solidarietà per le vittime di violenza e che in ogni dibattito porta avanti i principi di uguaglianza di cui è portatrice.

Ma non basta, dopo la soddisfazione della presentazione del primo rapporto sullo stato delle pari opportunità e la rete che si stava creando con le oo.ss. e i comitati pari opportunità, ora io e altre 2 consultrici della mia area ci siamo dimesse da quell'incarico. Nell'ultima assemblea l'esecutivo, organo SUPERIORE, ha deciso di portare un progetto relativo alle nostre competenze senza nemmeno parlarcene prima... insomma un bell'esempio di democrazia in un organismo che dovrebbe essere portatore di principi come le pari opportunità e l'uguaglianza... Naturalmente c'era già chi voleva sostituirci. Fuori uno, sotto l'altro...

CARO GIORGIO, MI PRENDO L'IMPEGNO DI AGGIORNARTI SU OGNI PROGETTO...

La Stampa 07.06.2011 ha scritto:

Roma
Emily Rini incontra il ministro Carfagna


Emily Rini, delegata dalla Presidenza del Consiglio regionale e una rappresentanza della Consulta per le pari opportunità guidata dalla presidente Luciana Blanc Perotto incontreranno giovedì a Roma il ministro Mara Carfagna. Sempre sul tema delle pari opportunità Emily Rini partecipa oggi al convegno in programma nella capitale dal titolo «Quote di genere e democrazia rappresentativa paritaria. Più donne e qualità ai vertici della pubblica amministrazione».


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
g
Vedo che Erika ogni tanto si trova a fare i conti con una attività troppo frenetica. Questo purtroppo comporta di non potere rispettare gli impegni presi. Tuttavia questa notizia della Emily Rini e di una rappresentanza della Consulta regionale che si incontreranno a Roma con la "famosa" ministra Mara Carfagna, non deve passare sotto silenzio. Domani avremo di che discutere su questo convegno cioè vedremo se il tema: "Quote di genere e democrazia rappresentativa paritaria", avrà un ritorno interessante o sarà l'ennesimo viaggio di rappresentanza che va in gita a Roma...per assaggiare magari la coda alla vaccinara!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mer Giu 08, 2011 6:11 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(ANSA) Data: 08/06/2011 09:50 ha scritto:
PARI OPPORTUNITA':RIGO CHIEDE NOMINA MINORANZA IN CONSULTA
(ANSA) - AOSTA, 08 GIU -
La sollecitazione ai capigruppo del Consiglio regionale perche' all'ordine del giorno della prossima adunanza venga prevista la nomina di una rappresentante della minoranza nella Consulta regionale per le pari opportunita' e' stata fatta oggi da Gianni Rigo (Pd), dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio.

La richiesta e' da mettere in relazione all'allargamento della maggioranza al Pdl che ha iniziato la legislatura all'opposizione e aveva nominato una propria rappresentante in quanto espressione della minoranza consiliare. I lavori sono proseguiti con l'illustrazione di una interrogazione, a risposta immediata del gruppo Alpe e illustrata da Roberto Louvin, relativa ai disagi provocati ai residenti nella Valpelline a causa della chiusura notturna, per il pericolo di caduta massi, di un tratto di strada.

L'assessore Marco Vierin ha dato conto di un incontro avuto con i sindaci e illustrato gli interventi che l'amministrazione intende avviare per eliminare i disagi. La risposta non ha soddisfatto Louvin, ''per la mancanza di indicazioni certe circa i tempi di realizzazione delle opere''.(ANSA).



...E la risposta alla richiesta di Gianni Rigo? C'è stata, ci sarà? O dovremmo ancora sollecitare a questa maggioranza scombiccherata,
quella correttezza istituzionale che nei confronti della minoranza non c'è ancora stata?

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mer Giu 08, 2011 6:27 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(ANSA) Data: 08/06/2011 16:32 ha scritto:
PARI OPPORTUNITA':MINISTRO INCONTRA DELEGAZIONE VALDOSTANA
(ANSA) - AOSTA, 8 GIU -
Le politiche di genere realizzate in Valle d'Aosta, e in particolare la riorganizzazione dell'attivita' della Consulta regionale per le pari opportunita', sono state il tema principale di un incontro, svoltosi, oggi, a Roma, tra il ministro Mara Carfagna e una delegazione valdostana composta dalla consigliera regionale Emily Rini, dalla presidente della Consulta Luciana Blanc Perotto, dalla vicepresidente Rosaria Castronovo e dalla segretaria Rachida Adlani.

''E' stato un incontro molto proficuo - evidenzia la consigliera Emily Rini - durante il quale abbiamo riscontrato una grande sensibilita' da parte del Ministro Carfagna e che ci ha consentito di presentare i nostri progetti a favore del rispetto delle identita' e della valorizzazione delle differenze di genere''.

La consigliera Rini, su delega del presidente del Consiglio Valle, Alberto Cerise, ha inoltre invitato il ministro alla cerimonia della prossima edizione del Premio internazionale 'Donna dell'Anno', promosso dall'Assemblea regionale della Valle d'Aosta. ''Invito - spiega Rini - che il ministro Carfagna ha accolto con grande entusiasmo. Mi auguro che questo sia il primo passo per instaurare una proficua collaborazione con la responsabile del dicastero delle pari opportunita', la quale si e' dimostrata particolarmente attenta alle questioni della nostra regione''. (ANSA).


Chissà se Mara Carfagna si farà accompagnare da Bocchino o da Alemanno - che con l'abituale presenza nella regione - aveva smosso tutto il corpo regionale alpini per "scalare" (si fa per dire) il Monte Bianco!? E la nostra Mara che montagna scalerà?
Laughing

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Giu 13, 2011 12:08 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

AostaSera.it 11/05/2011 ha scritto:
Libera Valle d'Aosta esprime soddisfazione per il
protocollo siglato dalla Regione con la Dia

Aosta - "Si tratta sicuramente di un segnale forte - scrive la Demaria - era importante che anche la nostra regione
si dotasse di un simile strumento, allineandosi in questo modo con altre regioni che negli scorsi anni hanno siglato analoghi protocolli"


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Marika Demaria

Soddisfazione per la firma del protocollo tra la Regione e la Dia di Torino viene espressa in una nota da Marika Demaria, referente di Libera Valle d'Aosta.

"Si tratta sicuramente di un segnale forte - scrive la Demaria - era importante che anche la nostra regione si dotasse di un simile strumento, allineandosi in questo modo con altre regioni che negli scorsi anni hanno siglato analoghi protocolli con la Dia. È evidente l'ascesa della 'ndrangheta in questi ultimi anni ed è quindi opportuno che vi siano attività di contrasto anche nei settori dell'imprenditoria e dell'edilizia, nei quali la criminalità organizzata investe i soldi frutto di traffici illeciti e inquina il libero mercato danneggiando quelle imprese che giustamente e correttamente ottemperano a tutta una serie di norme".

di Redazione Aostasera


Posso senz'altro affermare che questo messaggio è stato postato qui ...come si dice, tirandolo un pò per i capelli. Ma sta il fatto che è proprio una donna come Marika Demaria che manda preoccupata segnali importanti da parte della associane "Libera" alla nostra regione. Anche la Valle d'Aosta deve poter contare su pari diritti e pari opportunità per poter lottare contro questo cancro che cerca di colpire subdolamente la società valdostana. Il bubbone maledetto, alimentato ad arte, lo si vuole insinuare tra le pieghe di una popolazione ancora fragile che non sa difendersi da questo obbrobrio. In questi ultimi anni troppi sono stati i segnali rivelatori che abbiamo ricevuto, troppi, per non potere capire o volere sottovalutare che la malattia è in corso.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Giu 13, 2011 12:21 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(ANSA) Data: 13/06/2011 11:26 ha scritto:

'NDRANGHETA: LIBERA VDA, TENERE SEMPRE OCCHI APERTI
(ANSA) - AOSTA, 13 GIU -
''Prendendo atto con preoccupazione di quanto emerso dall'operazione Minotauro che ha svelato come anche in Valle d'Aosta si sia registrata la presenza di affiliati alla 'ndrangheta'', Libera Valle d'Aosta ribadisce ''la necessita' di tenere gli occhi ben aperti sul territorio, sensibilizzando la cittadinanza sulla capacita' delle mafie di radicarsi al Nord''.
L'associazione presieduta da don Ciotti sottolinea in una nota che ''la vicenda costituisce l'ultimo episodio, in ordine temporale, dal quale si evince la presenza in Valle d'Aosta di soggetti legati alla 'ndrangheta'' e ''sollecita le istituzioni a vigilare con la massima attenzione, mettendo in atto tutti gli strumenti idonei ad estirpare il fenomeno''. L'invito rivolto alla comunita' e' di ''assumere atteggiamenti responsabili e attivi denunciando eventuali situazioni di connivenza''. (ANSA).


_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Gio Ott 06, 2011 11:24 am    Oggetto:  pari opportunita'
Descrizione:
Rispondi citando

Approda in consulta la discussione sulla p.l. 158 del partito democratico che chiede che oltre al taglio degli assessorati ci sia l'obbligo della rappresentanza di genere...

Sono curiosa di vedere il parere della Consulta. vi terrò informati!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Ott 06, 2011 4:49 pm    Oggetto:  Re: pari opportunita'
Descrizione:
Rispondi citando

erika ha scritto:
Approda in consulta la discussione sulla p.l. 158 del partito democratico che chiede che oltre al taglio degli assessorati ci sia l'obbligo della rappresentanza di genere...

Sono curiosa di vedere il parere della Consulta. vi terrò informati!

Io sono ottimista aspetto un tuo scritto

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Mer Dic 14, 2011 12:48 pm    Oggetto:  rappresentanza di genere...
Descrizione:
Rispondi citando

Caro giorgio,
facevi male ad essere ottimista...o meglio per un pelo non potevamo gioire!
L'area istituzionale aveva proposto di dare parere favorevole all'inserimento della norma di garanzia per avere rappresentati entrambi i generi in giunta (insomma quello che avviene ad Aosta...) e invece per un voto siamo andate sotto.

Pochi giorni dopo però la più convinta consultrice contro questa norma, al forum delle elette ha votato per la democrazia paritaria...evidentemente il problema era che il Pd introduceva solo l'idea di aver entrambi i generi mentre Uv e Stella alpina ne vogliono 50 e 50...

beh, sono più avanti....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Sab Gen 14, 2012 6:31 pm    Oggetto:  Consulta – quali prospettive?
Descrizione:
Rispondi citando

Ecco alcuni appunti per il mio prossimo articolo su Le Travail:
1 anno e mezzo di attività, 7 dimissioni, 1 solo parere su proposte di legge. Questi sono i dati...che confermano le criticità che avevamo espresso durante la discussione della legge istitutiva.
La Consulta con questa nuova legge avrebbe dovuto pesare di più dal punto di vista politico, mentre non ha cambiato il suo modo di agire e continua a proporre importanti eventi culturali, ma a dare poche risposte dal punto di vista politico, vuoi per la composizione prevista da questa legge, vuoi per una scarsa considerazione di quest'organismo che non è presente in modo autorevole - come dovrebbe - in numerosi tavoli di lavoro.

Solo due gli atti politici in questo periodo: a) Il documento previsto in legge ossia il rapporto annuale sullo stato delle pari opportunità che ha messo in luce alcune criticità (violenza contro le donne, famiglia, lavoro e rappresentanza), ma da questi dati dovevano nascere proposte politiche che non sono nate. b) Il parere espresso rispetto alla presenza di entrambi i generi in giunta (pdl n°158 del Partito democratico) che non solo non è stato portato in commissione, ma non compare nemmeno nei documenti relegando la Consulta ad un ruolo marginale. Molto più coraggiose le consigliere regionali che al primo forum delle elette hanno votato un documento che va nella direzione opposta.
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
[4ed390e762808]forum_elette_documento_indirizzo_def2.pdf

Come Pd non ho votato il documento programmatico 2012 e ho naturalmente votato contro al parere espresso, proprio perché noi democratiche non abbiamo visto questo cambio di rotta e perché crediamo ci sia ancora molto da fare e quest'organismo potrebbe giocare un ruolo importante. La Consulta regionale per le Pari opportunità dovrebbe cercare un maggiore dialogo e confronto con tutte le associazioni, enti e forze sociali per costruire proposte operative, che permettano di superare le differenze di genere che ancora sussistono nella nostra Regione e puntare maggiormente su importanti eventi culturali come donne in opera o gli incontri con le amministratrici per creare una fitta rete che risponda con le politiche ai bisogni dei cittadini.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Sab Gen 14, 2012 7:13 pm    Oggetto:  Re: Consulta – quali prospettive?
Descrizione:
Rispondi citando

erika ha scritto:
Ecco alcuni appunti per il mio prossimo articolo su Le Travail:
1 anno e mezzo di attività, 7 dimissioni, 1 solo parere su proposte di legge. Questi sono i dati...che confermano le criticità che avevamo espresso durante la discussione della legge istitutiva.
La Consulta con questa nuova legge avrebbe dovuto pesare di più dal punto di vista politico, mentre non ha cambiato il suo modo di agire e continua a proporre importanti eventi culturali, ma a dare poche risposte dal punto di vista politico, vuoi per la composizione prevista da questa legge, vuoi per una scarsa considerazione di quest'organismo che non è presente in modo autorevole - come dovrebbe - in numerosi tavoli di lavoro.

Solo due gli atti politici in questo periodo: a) Il documento previsto in legge ossia il rapporto annuale sullo stato delle pari opportunità che ha messo in luce alcune criticità (violenza contro le donne, famiglia, lavoro e rappresentanza), ma da questi dati dovevano nascere proposte politiche che non sono nate. b) Il parere espresso rispetto alla presenza di entrambi i generi in giunta (pdl n°158 del Partito democratico) che non solo non è stato portato in commissione, ma non compare nemmeno nei documenti relegando la Consulta ad un ruolo marginale. Molto più coraggiose le consigliere regionali che al primo forum delle elette hanno votato un documento che va nella direzione opposta.
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
[4ed390e762808]forum_elette_documento_indirizzo_def2.pdf

Come Pd non ho votato il documento programmatico 2012 e ho naturalmente votato contro al parere espresso, proprio perché noi democratiche non abbiamo visto questo cambio di rotta e perché crediamo ci sia ancora molto da fare e quest'organismo potrebbe giocare un ruolo importante. La Consulta regionale per le Pari opportunità dovrebbe cercare un maggiore dialogo e confronto con tutte le associazioni, enti e forze sociali per costruire proposte operative, che permettano di superare le differenze di genere che ancora sussistono nella nostra Regione e puntare maggiormente su importanti eventi culturali come donne in opera o gli incontri con le amministratrici per creare una fitta rete che risponda con le politiche ai bisogni dei cittadini.


Erika, il Link che ci hai proposto nel post non apre nessuna pagina. Per cortesia dovresti correggerlo...se non altro a documentazione di una realtà che pochi conoscono.
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Ven Gen 27, 2012 3:49 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

prova ora?

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Mer Mag 30, 2012 5:15 pm    Oggetto:  rapporto pari opportunità.
Descrizione:
Rispondi citando

presentato lunedì l'ultimo rapporto sullo stato delle pari opportunità in Valle d'Aosta curato da Silvia Pilutti, Antonella Barilla' e Roberto Di Monaco.
"Il 60 per cento delle famiglie valdostane ha un solo coabitante, spesso anziano. Anche in Valle d'Aosta vi sono due tendenze in atto: una diminuzione delle coppie coniugate e un incremento delle libere unioni, tanto che e' tra le regioni italiane in cui la forbice tra le due differenti modalità di costituire la coppia è più ampia. Si eleva ancora l'età in cui le donne mettono al mondo il primo figlio"
problemi inoltre rispetto alla rappresentanza, al lavoro e alla violenza di genere.

e quindi quali sono le politiche che la regione intende portare avanti chiede la segretaria confederale della CGIL?
Per la consigliera Rini solo la sensibilizzazione.

NO COMMENT!!!ma presto le democratiche daranno la loro ricetta...dopo mesi di lavoro!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Lun Set 17, 2012 4:11 pm    Oggetto:  rappresentanza...
Descrizione:
Rispondi citando

Ecco pubblicato il parere della consulta rispetto alla proposta di legge del Pd per accrescere la rappresentanza...

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

atti normativi - proposta di legge - 195 - documentazione...

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ebbene le democratiche hanno con questa proposta evidenziato come, anche in Valle d'Aosta, le percentuali sulla rappresentanza non siano confortanti e per questo c’è da affrontare un tema di cultura politica ed anche di regole. Non ci può essere piena democrazia ove esista un sostanziale difetto di rappresentanza e la proposta di legge sopra citata traeva origine da un documento molto importante votato all'unanimità dal Forum delle elette delle regioni e provincie autonome che prevede azioni di miglioramento in materia di pari opportunità per modificare le varie leggi elettorali al fine di passare dalle quote rosa alla democrazia paritaria ed è stata frutto di mediazione tra la nostra idea (legge Campania) e alcune certezze come la preferenza e la poca propensione all'inserimento di quote. Per queste ragioni abbiamo quindi promosso questa modifica alla legge elettorale e analizzato con attenzione il parere formulato dalla Consulta regionale per le pari opportunità e formuliamo le seguenti osservazioni:

1)-riteniamo corrette le argomentazioni espresse in premessa che vanno nella direzione della legge Campania, ma come sopra accennato non possiamo non tener conto di quanto espresso con il voto sul referendum della preferenza unica;
2)-è inoltre positiva la proposta della fissazione di una presenza paritaria nelle liste elettorali;
3)-mentre, per quanto riguarda l'analisi dei dati riferiti ai risultati delle elezioni regionali, evidenziamo come l'indicatore utilizzato( %donne elette su n. donne in lista) è alquanto illogico in quanto potrebbe dimostrare la capacità di performance nella candidatura di un minor numero di donne, ma non certo la garanzia del principio di rappresentanza. Basti pensare che qualora ci fosse un partito con candidata una sola donna che è l'unica eletta questo, avrebbe una percentuale del 100%. E' poi assai banale rilevare che con l'aumento degli eletti tali percentuali tendono a variare. Pensiamo ad esempio di considerare 17 eletti per tutti i partiti.

Risulterebbe:
PDL 11.76, SA 11.76, FED 23.53, UV 17.65, VDA VIVE 35.29, ARCOB 41.18, PD 29.41
In conclusione non possiamo che essere contrarie a questo parere che non solo non si fa portatore di alcuna proposta costruttiva, ma utilizza indicatori illogici per avvalorare tesi che non trovano riscontro in nessuna indagine statistica. Auspichiamo invece che, com'è stato intrapreso dalle consigliere regionale al Forum delle elette, anche la Consulta possa farsi promotrice di una proposta di legge che modifichi l'attuale legge elettorale regionale al fine di passare dalle quote rosa alla democrazia paritaria o per lo meno sensibilizzare partiti, movimenti e gruppi politici con percentuali scarse rispetto alle candidature e alle elette (colonna 2 e 8 ), affinché adottino tutte le misure che favoriscano una rappresentanza equilibrata nei loro organismi decisionali come previsto dall'art. 6 della legge istitutiva della Consulta.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Ott 04, 2012 4:14 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
Consulta femminile

Non c’è pace per la Consulta femminile delle Pari opportunità. Il Consiglio regionale si è aperto con le dimissioni della consigliera di Alpe Patrizia Morelli. «Avete voluto riprodurre nella consulta gli stessi meccanismi del Consiglio regionale, con una spartizione partitica e un controllo della politica che non ho mai condiviso». Anche la presidente della Consulta, Liliana Blanc Perotto, si è dimessa.

Aosta 04.10.2012

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> DIRITTI E PARI OPPORTUNITA' Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
Pagina 3 di 4

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008