Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Riforme:governo eletto dal Consiglio regionale o no?
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, ... 11, 12, 13  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo

La Giunta regionale deve essere...
a)eletta in blocco dal popolo
87%
 87%  [ 7 ]
b)eletta con elezione diretta dei singoli assessori, voto limitato e Presidenza a turno
0%
 0%  [ 0 ]
c)eletta dal Consiglio su proposta di un Presidente eletto direttamente dal popolo
0%
 0%  [ 0 ]
d)eletta dalla maggioranza del Consiglio, scelta tra due o più coalizioni dal popolo
12%
 12%  [ 1 ]
e)eletta dalla maggioranza del Consiglio, eletto con il metodo proporzionale come oggi
0%
 0%  [ 0 ]
Voti Totali : 8

Autore Messaggio
emilio







Età: 39
Registrato: 03/01/07 18:31
Messaggi: 173
emilio is offline 






MessaggioInviato: Mer Gen 24, 2007 5:41 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

prima di tutto sono contento che questo argomento fondamentale per stabilire le regole democratiche appassioni così tante persone!!! Smile

poi vorrei esprimere il mio punto di vista sulla questione bipolarismo ...
stiamo andando in questa direzione, così è in Italia, così è nei maggiori paesi Europei e del Mondo che si definiscono democratici ... siamo tutti d'accordo, anche le destre: perchè? ... quando su un argomento siamo d'accordo con la destra, scusate, ma mi preoccupo ... deformazione professionale o forse semplice diffidenza!!! Wink
ne abbiamo parlato a Gressan a novembre 2006 durante gli incontri di Travaillì Ensemblo, in una serata intitolata "Il centro-destra in Valle: rischio marginalità?" ... come uomo della sinistra, qual'è il rischio che vedo nel bipolarismo ... è appunto quello di fare uscire il centro-destra da questa marginalità ... abbiamo visto che avvicinamenti tra UV e FI (anche a livello di Consiglio Regionale) ci sono stati ... rischiamo di aiutarla ad uscire da quel ruolo marginale che ha nella nostra Regione e che tanto bene le si addice, e che fine ha fatto l'UV nata dai Movimenti Partigiani??? Confused Arrow sempre da uomo di sinistra!!! Wink
purtroppo non ho soluzioni in tasca per risolvere la questione e probabilmente il processo è già talmente avviato che andremo per questa strada, ma certo è che dobbiamo mettere in conto e tenere in considerazione tutte le possibili conseguenze!!! Rolling Eyes Shocked
in definitiva ci liberiamo dell'egemonia dell'Union, ma a che prezzo? Confused
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Mer Gen 24, 2007 5:41 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
carmelo.pace







Età: 50
Registrato: 04/01/07 12:34
Messaggi: 265
carmelo.pace is offline 

Località: Chàtillon
Interessi: Tutto quello che mi piace
Impiego: CIGS


MessaggioInviato: Gio Gen 25, 2007 5:50 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Scusate se in questi giorni non ho parteciapto molto, stavo comunque
leggendovi e riflettevo.
Se devo essere sincero il dialogo recentemente si è parecchio complicato
parole e modi di spiegare un pò difficili per me e mi sono bloccato.
Scusate la mia ignoranza ma io non so cos'è una giunta, un consiglio, come
funzionano... avete parlato di proporzionale, maggioritario, referendum,
bipolarismo tutti temi sicuramente importanti ma che credo richiedano una
preparazione di base indispensabile.
Io non ho capito niente, ma ci sono delle elezioni alle porte?

_________________
Carmelo Pace


Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Gen 25, 2007 6:21 pm    Oggetto:  cerchiamo di capire
Descrizione:
Rispondi citando

carmelo.pace ha scritto:
Scusate se in questi giorni non ho parteciapto molto, stavo comunque
leggendovi e riflettevo.
Se devo essere sincero il dialogo recentemente si è parecchio complicato
parole e modi di spiegare un pò difficili per me e mi sono bloccato.
Scusate la mia ignoranza ma io non so cos'è una giunta, un consiglio, come
funzionano... avete parlato di proporzionale, maggioritario, referendum,
bipolarismo tutti temi sicuramente importanti ma che credo richiedano una
preparazione di base indispensabile.
Io non ho capito niente, ma ci sono delle elezioni alle porte?


Caro Carmelo, hai messo il dito nella piaga, che ora sta diventando via via più purulenta. Molti di noi non masticano molto di sistemi elettorali, di strategie sopraffini e di sviluppi imprevisti. E anche se il dibattito che si sta sviluppando, di per se sembra molto evoluto e per quello che anche io riesco a capire, credo fondamentale e basilare per la governabilità della nostra Regione, ritengo anche io opportuno cercare di non perdere contatto con elaborazioni culturali elitarie. E' indubbio che molti di noi non riescano a seguire fino in fondo le sottigliezze e le strade della politica. In fin dei conti è proprio questo che chiediamo ai nostri amici e compagni: Ma voi, non vi siete accorti come molte volte i nostri politici parlino per riferimenti e per concetti già sviluppati, come se tutti fossimo andati a scuola di politica? Ma non vi siete accorti come molte volte, certi assunti, siano proprio presi come tali, non cercando mai di spiegare ai "peones" cosa voglia dire il concetto in parole povere? Non vi è mai venuto il dubbio che molte volte abbiamo capito fischi per fiaschi o che abbiano loro, cercato di farcelo capire contrabbandandolo per altro? Se avete dei dubbi, come ce li ho io, allora avete capito che noi non siamo qui per "pettinare le bambole" come diceva qualcuno o per farci strumentalizzare. Anzi siamo qui per cercare di capire e di capirci...

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
raimondo








Registrato: 04/01/07 11:37
Messaggi: 216
raimondo is offline 






MessaggioInviato: Ven Gen 26, 2007 9:16 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Lo sforzo che stiamo facendo con AREA DEMOCRATICA è quello di riavvicinare i cittadini alla politica e al contempo di riportare la politica tra i cittadini, di stanarla dalle segrete stanze del Palazzo.
Cari Carmelo e Giorgio avete dato uno straordinario contributo alla nascita e alla crescita di questo Forum, quindi dal mio punto di vista siete degli ottimi "politici". Dichiarare di non conoscere il funzionamento della macchina Politica e Amministrativa è un ulteriore merito perché non esistono i tuttologi e quindi è importante essere disponibili ad ascoltare e apprendere dagli altri.
Credo che Giovanni e Fulvio, grazie alle loro competenze, abbiano solleticato il nostro desiderio di apprendere. Io continuo a sostenere che anche le cose più difficili possono essere spiegate in modo semplice. Chi riesce a farlo è persona di grande intelligenza e cultura. Avete mai sentito un Veronesi riempirsi la bocca di termini scientifici (e pure è un genio della medicina) e Rubbia?
Molti politici privi di idee invece si servono del politichese per "tirarsela" e tagliar fuori i cittadini.
Noi che abbiamo una sensibilità di sinistra dobbiamo (pur studiando e approfondendo questioni complese) tornare a parlare la lingua dei cittadini.
Come Area democratica abbiamo cercato di sollecitare un dibattito sulle riforme elettorali che tenesse conto di due fattori (per ora ignorati da quasi tutti i partiti ma che interessano i cittadini): 1. come favorire la partecipazione dei cittadini alle scelte che contano (la legge elettorale nazionale non consentiva neppure il voto di preferenza, quindi i candidati e gli eletti sono stati scelti di fatto dalle segreterie dei partiti); 2. come favorire il ricambio del gruppo dirigente (nella antica democrazia Ateniese si arrivò persino al sorteggio fra gli aventi diritto), noi ci limitiamo a proporre limiti ai mandati (come negli USA, il presidente può rimanere in carica solo per 2 mandati, totale 8 anni!). Naturalmente restano aperte tutte le questioni tecniche e noi aspettiamo lumi da chi ha ancora voglia di spendere due parole con la gente di strada... Shocked Confused

_________________
«[...] Oggi vi dico, amici, non indugiamo nella valle della disperazione, anche di fronte alle difficoltà dell'oggi e di domani, ho ancora un sogno. [...] Martin Luther King jr. (28 agosto 1963)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
emilio







Età: 39
Registrato: 03/01/07 18:31
Messaggi: 173
emilio is offline 






MessaggioInviato: Ven Gen 26, 2007 11:31 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

rispondendo @ Carmelo ...

la cosa che maggiormente apprezzo di questo Forum,
che è tra i motivi fondanti di Area Democratica
(e già di per sè ne giustifichi l'esistenza)
è proprio la possibilità di confronto paritario tra:
. il politico più "navigato" >>> non me ne voglia Giovanni Mr. Green e
. l'apprendista allo sbaraglio, il così detto "uomo della strada" >>> e qui non me ne voglia Carmelo Mr. Green
cosa che difficilmente potrebbe avvenire ed effettivamente non avviene nelle sedi di qualunque partito!!! Rolling Eyes

ma cosa ancora più importante è che se ben sfruttato questo rapporto può avere una funzione biunivoca ossia:
. per l'apprendista è la possibilità di imparare molto da chi ha più esperienza (sempre a patto che sia curioso e non provi vergogna a chiedere delucidazioni su argomenti che non conosce > e questo non mi sembra che sia il caso di Carmelo Wink )
. per il politico è un'occasione per "saggiare il polso" ai cittadini, agli elettori, su alcuni argomenti!!! Very Happy

in conclusione: vediamo di approfittare positivamente di questa occasione unica che ci viene data:
VIVA L'AREA DEMOCRATICA!!! Very Happy Very Happy Very Happy

_________________
"vola come una farfalla e pungi come un'ape" > Muhammad Alì

"l'elefante cerca invano di raccogliere i granelli di zucchero sparsi tra la sabbia,
ma la formica li potrà raccogliere facilmente" > Kabir
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
emilio







Età: 39
Registrato: 03/01/07 18:31
Messaggi: 173
emilio is offline 






MessaggioInviato: Ven Gen 26, 2007 11:55 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

per finire di rispondere a Carmelo dico che ...
le elezioni sono nel 2008 (maggio/giugno), ma la campagna elettorale parte molto molto molto prima ...
anzi indirettamente è già partita!!! Very Happy

adesso bisogna stabilire le regole del gioco ...
sembra incredibile, ma con gli stessi voti a seconda del sistema elettorale si possono ottenere risultati molto diversi!!! Rolling Eyes Shocked su questo si giocherà ora una buona fetta di partita ...

essendo aderente all'AD mi trovo d'accordo con Raimondo su diversi punti:
. sulle Primarie per stabilire i candidati: avendo partecipato attivamente alle Primarie dell'Unione ho visto quale grandioso strumento di espressione democratica esse possano essere!!! Very Happy
. sul numero massimo di mandati: la gente comune è stufa di vedere sempre le stesse facce, di sentire sempre le stesse idee trite e ritrite, se vogliamo un ricambio serio della classe politica e delle idee bisogna porre un numero massimo di mandati (quantificabile in 2, come avviene in molti paesi che si definiscono democratici)
. anche sull'allargamento del numero dei consiglieri (per consentire una maggiore rappresentatività e conseguente abbassamento degli emolumenti (stipendi) non posso che essere d'accordo. Cool

_________________
"vola come una farfalla e pungi come un'ape" > Muhammad Alì

"l'elefante cerca invano di raccogliere i granelli di zucchero sparsi tra la sabbia,
ma la formica li potrà raccogliere facilmente" > Kabir
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Fulvio








Registrato: 19/01/07 17:18
Messaggi: 59
Fulvio is offline 






MessaggioInviato: Ven Gen 26, 2007 5:04 pm    Oggetto:  Re: cerchiamo di capire
Descrizione:
Rispondi citando

giorgio ha scritto:
carmelo.pace ha scritto:
Scusate se in questi giorni non ho parteciapto molto, stavo comunque
leggendovi e riflettevo.
Se devo essere sincero il dialogo recentemente si è parecchio complicato
parole e modi di spiegare un pò difficili per me e mi sono bloccato.
Scusate la mia ignoranza ma io non so cos'è una giunta, un consiglio, come
funzionano... avete parlato di proporzionale, maggioritario, referendum,
bipolarismo tutti temi sicuramente importanti ma che credo richiedano una
preparazione di base indispensabile.
Io non ho capito niente, ma ci sono delle elezioni alle porte?


Caro Carmelo, hai messo il dito nella piaga, che ora sta diventando via via più purulenta. Molti di noi non masticano molto di sistemi elettorali, di strategie sopraffini e di sviluppi imprevisti. E anche se il dibattito che si sta sviluppando, di per se sembra molto evoluto e per quello che anche io riesco a capire, credo fondamentale e basilare per la governabilità della nostra Regione, ritengo anche io opportuno cercare di non perdere contatto con elaborazioni culturali elitarie. E' indubbio che molti di noi non riescano a seguire fino in fondo le sottigliezze e le strade della politica. In fin dei conti è proprio questo che chiediamo ai nostri amici e compagni: Ma voi, non vi siete accorti come molte volte i nostri politici parlino per riferimenti e per concetti già sviluppati, come se tutti fossimo andati a scuola di politica? Ma non vi siete accorti come molte volte, certi assunti, siano proprio presi come tali, non cercando mai di spiegare ai "peones" cosa voglia dire il concetto in parole povere? Non vi è mai venuto il dubbio che molte volte abbiamo capito fischi per fiaschi o che abbiano loro, cercato di farcelo capire contrabbandandolo per altro? Se avete dei dubbi, come ce li ho io, allora avete capito che noi non siamo qui per "pettinare le bambole" come diceva qualcuno o per farci strumentalizzare. Anzi siamo qui per cercare di capire e di capirci...


Ripeto: non sono un politico e non ho alcun interesse a parlare per riferimenti e per concetti già sviluppati, ma mi rendo conto che il mio scambio di battute con Giovanni possa risultare di difficile comprensione.
Vediamo se riesco ad esprimermi più terra a terra.
E' però necessraio partire da un presupposto certo: tutti dovrebbero aver letto il testo dei referendum, il testo della proposta di legge dei DS e il testo attuale di come viene eletto il consiglio regionale. Tutti documenti facilmente reperibili sul sito del consiglio regionale della VDA.
Ciò premesso, possiamo dire che esistono alcuni concetti base che credo siano conoscenza di ognuno di noi: la tripartizione dei poteri dello stato che deriva da Montesquieu, cioè il potere di fare le leggi (legislativo) il potere di dare esecuzione alle leggi (esecutivo) ed il potere di far rispettare le leggi (giudiziario) devono essere divisi, ovverosia devono essere attribuiti a soggetti o gruppi di soggetti ben distinti e separati altrimenti torniamo ai regimi assolutistici.
Lasciamo da parte il potere giudiziario (i giudici) perché esula dal tema e concentriamoci sui primi due.
Altro concetto base è il sistema di organizzazione di uno stato in funzione di questi poteri: uno stato può essere di tipo parlamentare o di tipo presidenziale oppure una variante dei due (es. semi presidenziale, eccc.).
Cosa vuol dire? Vuol dire che, nel primo caso il potere legislativo (cioè coloro che fanno le leggi, cioé il parlamento oppure il consiglio in valle) è l'organo più importante che provvede ad eleggere l'organo esecutivo e, quindi anche a sostituirlo (in pratica ciò che avviene ora in valle e ciò che avveniva in Italia nella prima repubblica). Nel secondo caso, invece, l'organo più importante è l'esecutivo (che normalmente è impersonato dal Presidente dello stato, vedi il Presidente degli USA) perché eletto direttamente dai cittadini in netta contrapposizione con il potere legislativo.
Secondo il mio modesto parere non esiste un sistema migliore di un altro, esistono pregi e difetti in entrambi tanto cvhe molti paesi hanno adottato soluzioni intermedie (prendendo un pò dell'uno e un pò dell'altro).
Vediamo ora di capire il discorso sul "primus inter pares" e "primus super partes". Sono detti latini che esprimono un concetto: il primus inter pares (spero si scriva così Wink ) è letteralmente il primo tra persone uguali, cioé in un organo composto da più persone è semplicemente colui che guida le discussioni ma che ha lo stesso peso degli altri, mentre il primus super partes è ovviamente posto in posizione di supremazia rispetto ad altri. Esempio: Il Presidente degli USA guida anch'esso un governo e si scieglie i ministri a suo piacimento. Se si stufa ovvero se fanno delle cavolate, li sostituisce a suo piacimento con altri Dunque è primus super partes, cioé ha un peso nettamente maggiore rispetto agli altri. Ma a ben vedere anche il ns presidente del consiglio è in una posizione simile, come anche l'attuale Presidente della Giunta regionale. Ed infatti (vedi il caso Viquery) egli può decidere di revocare un assessore, assumere la carica egli stesso (ad interim) e nominarne uno nuovo. Ciè si trova comunque in posizione sovraordinata rispetto agli assessori.
La proposta referendaria invece consente di eleggere direttamente l'intera giunta e non solo il suo presidente. Già questo ci fa capire come si elegga tutta la squadra e non solo il capitano che si scieglie i giocatori è un modo per mettere tutti sullo stesso piano (o quasi).
Giovanni sottolineava come i referendum prevedano lo scioglimento del consiglio regionale in caso di dimissioni del presidente (cosa che oggi non avvine: ricordate la rimozione di Perrin e la nomina di Caveri?) Dunque si dice, il Presidente della Giunta, potrebbe provocare le elzioni anticipate se si trovasse in difficoltà: si dimette e tutti al voto.
Vero.
Ma, a ben vedere esistono delle contromosse.
Intanto lo stesso potere è attribuito al consiglio. Se metà dei consiglieri più uno si dimettono cade tutto e si torna a votare. E già mi sembra un modo per equilibrare i due poteri. Ma non solo. La proposta referendaria prevede di eleggere 7 assessori di cui uno è il Presidente e due assessori supplenti che subentrano nel caso in cui uno desse le dimissioni o altro impedimento (ciò è necessario poiché si elegge una squadra fissa, dunque ci vuole anche la panchina, mentre se si consente al Presidente di sciegliersi gli assessori, quando uno viene a mancare è lui che lo sostituisce). Capite bene che in questo caso gli assessori hanno un potere abbastanza rilevante: la proposta infatti prevede che se non ci sono più assessori supplenti si torna a votare. Dunque bastano tre assessori su sette per far cadere il presidente e il consiglio (cosa che oggi è impossibile)
Alla luce di tutto ciò è anche evidente perché la proposta prevede un presidente della giunta quale primus inter pares e non più super partes!!.

Spero di non aver annoiato troppo e di essere stato più chiaro.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
carmelo.pace







Età: 50
Registrato: 04/01/07 12:34
Messaggi: 265
carmelo.pace is offline 

Località: Chàtillon
Interessi: Tutto quello che mi piace
Impiego: CIGS


MessaggioInviato: Ven Gen 26, 2007 5:38 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie Fulvio,

perdonate la mia ignoranza, sono residente in valle da poco e sto cercand di capire come funziona il sistema in Valle.
Cercherò in questi giorni di leggermi la documentaione che mi hai segnalato.

Un saluto

Carmelo

_________________
Carmelo Pace


Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Ven Gen 26, 2007 5:41 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Bis repetita placent

Grazie Fulvio

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Fulvio








Registrato: 19/01/07 17:18
Messaggi: 59
Fulvio is offline 






MessaggioInviato: Lun Feb 05, 2007 5:13 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Inserisco qui un commento anche se la'rgomento meriterebbe un topic nuovo.
Leggo sulla stamap la proposta DS di modifica del sistema elettorale comunale, con il ritorno al proporzionale e l'introduizione del voto preferenziale mediante il c.d. "panachage". Premetto che la modifica del sistema elettorale comunale, soprattutto per i comuni più piccoli può essere salutare, in punto "panachage" osservo che:
Il sistema si fonda sui seguenti principi:
- obbligo per l'elettore di esprimere in primo luogo un "voto di lista" con cui si identifica in una delle liste presentate;
- facoltà per l'elettore di esprimere un certo di numero di "voti di preferenza" di cui alcuni possono andare a vantaggio di candidati appartenenti a lista diversa rispetto a quella prescelta;
- i seggi si assegnano fra le varie liste in proporzione ai voti di lista (e quindi in questa fondamentale fase non conta il "panachage");
- gli eletti si identificano in base alle preferenze e quindi qui conta il "panachage".
Obbiezione base: il sistema è intimamente incoerente, io spendo il mio voto di lista a favore di un gruppo e poi concorro a individuare gli eletti all'interno di una lista che non ho votato; per cui può accadere che in una lista venga eletto un candidato non gradito a coloro che hanno votato per la lista stessa ma scelto da coloro che hanno votata per un'altra lista.
Deviazioni pratiche (esemplificazioni):
1) può accadere che in un gruppo vi siano due tendenze o indirizzi, che si fronteggiano attraverso il gioco delle preferenze. Il "panachage" consente agli elettori di un altro gruppo di ribaltare i risultati. Esempio: i DS GV hanno notoriamente un paio (almeno) di "anime" una minoritaria c.d. "riformista" una maggioritaria. Con il "panachage" gli elettori dell'UV potrebbero accorrere in aiuto dei candidati dei c.d. "riformisti" facendoli eleggere, per cui gli elettori dei DS GV si vedrebbero imporre eletti c.d. "riformisti". E ciò senza alcun costo in termini di voti di lista e quindi di eletti dell'UV.
2) Non è vero che il panachage indurrebbe i gruppi a mettere in lista candidati prestigiosi, anzi il contrario. Con il voto di lista senza panachage il candidato di prestigio è, per i dirigenti delle correnti, un rischio ed un vantaggio. Un rischio perché può essere eletto battendo il candidato "di scuderia", un vantaggio perché si può sperare che qualche elettore, pur di votarlo, sia disposto a cambiare il voto di lista. Con il panachage, invece, il candidato prestigioso è solo un rischio, non porta vantaggi perché non porta voti di lista, porta solo "voti di preferenza" che non servono ad aumentare il numero degli eletti o comunque la "percentuale" spendibile a fini di prestigio.
In ogni caso il giudizio è sospeso fino a quando non avrò letto il testo della proposta di legge.
Mi scuso di nuovo per il tecnicismo e la lungaggine degli interventi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Feb 05, 2007 10:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Caro Fulvio, un rigraziamento per il tempo che dedichi a renderci edotti su questi sistemi elettivi. Grazie per attivarci le stanche meningi, per far risvegliare dal torpore, quelle ultime sinapsi che ci sono rimaste nei pochi etti di cervello che c'è riconosciuto ancora avere. Certo che da tempo, qui da noi invece di usarlo correttamente, qualcuno se l'è fatto fritto in padella, e per ritornare a risollevarsi da una situazione di stallo totale, dovranno purtroppo appoggiarsi a personaggi, sempre loro, che si richiamano con aforismi, ad animali di cui Esopo ne è il cantore. Le volpi sono di nuovo molto numerose qui in Valle, stanno ripopolando un settore specifico della politica valdostana. Ancora grazie.
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giovanni s.








Registrato: 18/01/07 11:39
Messaggi: 21
giovanni s. is offline 






MessaggioInviato: Mar Feb 06, 2007 7:54 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La proposta di legge elettorale sui piccoli comuni, proposta da tutti i consiglieri del gruppo regionale Gv-Ds, prevede il ritorno al vecchio metodo elettorale in vigore tra il 1948 e il 1995 per i comuni di Arnad, Valsavarenche e Issime-Eischeme, dove si andrà a votare nel maggio prossimo. Questo ritorno all'antico è dovuto al fatto che nei piccoli comuni l'attuale sistema con l'elezione diretta del sindaco e la doppia preferenza ha fatto davvero disastri nelle famiglie e tra amici. Non è un discorso politoco ma squisitamente umano.
Fino a 1500/2000 abitanti credo si debba rifelttere e prevedere una legge sul tipo di quella che ha resistito un cinquantennio, con gli opportuni aggiornamenti. Per intanto nei tre piccoli comuni in scadenza a maggio si torni al vecchio metodo, pur sapendo che, come ha brillantemente evidenziato Fulvio, è possibile un condizionamento trale liste; diversamente da lui credo che ciò fosse in passato e sarebbe in futuro più a disposizione dei potentati familiari locali che delle formazioni politiche.
Mi permetto di segnalare che abbiamo presentato anche la legge che toglie Gaby dai comuni Walser anche per ciò che riguarda le particolarità elettorali.

_________________
Giovanni Sandri
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
raimondo








Registrato: 04/01/07 11:37
Messaggi: 216
raimondo is offline 






MessaggioInviato: Mar Feb 06, 2007 8:56 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Trovo la proposta di legge dei Consiglieri regionali GV-DS-PSE molto interessante e foriera di un dibattito vivace.
Ma.... (ecco l'alveare di Area democratica, la bella metafora che Emilio ha creato per noi piccole api operaie) come mai una proposta così importante, così significativa, non è patrimonio di tutti i DS valdostani? ... Perché non viene discussa nelle sezioni e nella Direzione del Partito?
C'è qualcosa che non va... O sono solo le api di Area democratica a ronzare?
Evil or Very Mad
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Mar Feb 06, 2007 10:05 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Bisognerebbe pensare all'eliminazione di Gaby per l'elezione del rappresentante Walser.
Facendo così infatti finalmente sarebbero rappresentati in consiglio e non sarebbero solo uno strumento per dare una mano ad ottenere un consigliere in più alle liste apparentate.


Ultima modifica di erika il Ven Mag 25, 2007 8:33 am, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Fulvio








Registrato: 19/01/07 17:18
Messaggi: 59
Fulvio is offline 






MessaggioInviato: Gio Feb 15, 2007 10:00 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E dunque la Prima Commissione permanente del Consiglio Valle non si è espressa (tranne il Consigliere dell'Arcobaleno) sulle quattro proposte referendararie.
Sono deluso.
Come si fa a dire che non c'è stato tempo sufficiente per approfondire la materia?
Due mesi non sono pochi. Tanto più che di questi referendum ne sentiamo parlare da quasi un anno (tra presentazione delle proposte, raccolta delle firme e quant'altro). In questi lunghi mesi i Consiglieri DS che facevano?
Gli tsessi hanno comunque presentato almeno due proposte di modifica che sono diametralmente opposte ai referendum: per quelle proposte hanno avuto il tempo di ragionare?
E se tali proposte sono così diverse dai referendum perché non avere almeno il coraggio di votare contro?
Neanche Ponzio Pilato avrebbe saputo fare meglio!!!
L'impressione finale è che tutte le forze politiche che siedono in Consiglio Valle non abbiano la benché minima idea di cosa proporre come riforma elettorale. Il partito di maggioranza relativa non è ancora riuscito ad elaborare un proposta da sottoporre al Consiglio, mentre i DS da una parte e FI dall'altra si affannano a presentare proposte dell'ultimo minuto per cercare di nascindere la loro inattività, la loro incapacità a reagire di fronte alle proposte referendarie.
E scrivo questo con ancor più dolore perché, sebbene non iscritto a nessun partito, ho sempre guardato con favore e simpatia ai DS (oltre ad averli quasi sempre votati).
Ora torneremo al voto tra quest'autunno e la prossima primavera.
Troverò comunque dei partiti che mi rappresentano meglio.
La macchina è partita e ogni conversione dell'ultimo minuto sarebbe ipocrita e di comodo.
Spero che nel 2008 a rappresentare i DS in Consiglio ci sia altra gente.
Cordialità.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, ... 11, 12, 13  Successivo
Pagina 2 di 13

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008