Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Il fenomeno Lega
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 11, 12, 13, 14  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Dic 15, 2011 4:33 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Riforma vitalizi: Pirovano (Lega Nord)
si dimette da deputato per garantirsi il vitalizio


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Ettore Pirovano (Lega Nord)
Basta doppio incarico. Dopo aver resistito per anni finanche alle sentenze della corte costituzionale in merito alla incompatibilità del doppio incarico di parlamentare e presidente di Provincia, Ettore Pirovano della Lega Nord rassegna le dimissioni da deputato e d'ora in avanti si dedicherà in esclusiva al ruolo di presidente della Provincia. L' esponente leghista, diventato suo malgrado famoso quando riuscì ad essere contemporaneamente a Bergamo e votare in Parlamento a Roma, gioca d' anticipo rispetto alla pronuncia della Giunta per le elezioni della Camera sulla incompatibilità tra le due cariche. «Ho scelto la Provincia, non voglio dare uno schiaffo a chi mi ha eletto» (un'ammissione quindi che alla Camera ci è finito per sbaglio, mica è stato eletto!).
Ma la vera motivazione è ben altra.

Perchè Pirovano ha lasciato in fretta e furia la poltrona di Montecitorio, dopo essere restato incollato per anni malgrado le sentenze anche della corte costituzionale, senza aspettare la pronuncia della Giunta? Pirovano, quattro legislature alle spalle prima da senatore e poi da deputato, non vuol rischiare di mettere in discussione il suo lauto vitalizio: gli uffici di presidenza di Camera e Senato sembrano intenzionati a modificare, a partire dal 1 gennaio 2012, il meccanismo retributivo dei vitalizi. Le dimissioni di massa dei deputati in procinto di pensione non ci sono state. Ma meglio non rischiare, avrà pensato il deputato leghista. Dopo meno di 18 anni di "duro lavoro" in parlamento, avrà pur diritto ad un bel lauto vitalizio padano a carico degli italiani. O no?

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Gio Dic 15, 2011 4:33 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Dic 18, 2011 9:58 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La dichiarazione di voto, contro il governo Monti, l'ha espressa alla Camera una compagna leghista vestita da operaia (Emanuela Munerato). Ho ascoltato il suo intervento e mi sono ritrovato in quasi tutto quello che ha detto, però mi sono stupito: come?! una leghista che parla come una compagna del partito di Ferrero? Vuoi vedere, mi sono detto, che Bossi e Maroni si sono ricordati di essere stati iscritti al PCI e adesso, mollato Berlusconi che intanto fa l'elegia di Benito Mussolini, hanno riscoperto Carlo Marx? Ma non è così, perché la verità è ben altra. A Bossi e a Maroni, figurati poi a Calderoli e a Castelli, di Carlo Marx non frega proprio niente, e tanto meno, e lo hanno dimostrato in otto anni di governo sui dieci ultimi, approvando tutte le leggi ad personam di e per Berlusconi, gli frega di operai o artigiani, commercianti o piccoli imprenditori.

Il gioco della Lega è troppo scoperto per essere approvato, troppo scoperto e anche parecchio cafonesco, anzi proprio buzzurro: cosa aspettarsi peraltro da un partito che ha come leader maximo uno che spernacchia avversari e anche amici, che mostra il dito medio, che si esprime come un pensionato che gioca a scopa nelle osterie di paese? La gazzarra che la Rosy Mauro ha messo in piedi, per prima, al Senato, subito seguito da quel gentiluomo di Bricolo, e dall’autore del porcellum che non perde occasione per dimostrare che niente altro che cose (tipo) "porcellum" potrebbe mettere in piedi, faceva schifo.

Ripeto SCHIFO. Un'opposizione pregiudiziale, affanculo l'Italia in pericolo fallimento, un'opposizione comunque sia a qualunque azione possa fare Monti e il suo esecutivo. Una faccenda vergognosa, o no? Eppure sono convinto che molti italiani della "Padania 2" trovano la trasformazione della Lega, da liberista con e per Berlusconi (l'ufficiale pagatore ) a partito comunista, una cosa ben fatta. La mia speranza è che gli italiani del nord, quando si andrà a votare, si ricordino dell'assoluto menefreghismo che la Lega sta dimostrando per il momento, terribile, dell'Italia. Se ne ricordino, spero, perché gente come questa deve essere castigata elettoralmente.


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Emanuela Munerato

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli


Ultima modifica di giorgio il Lun Dic 19, 2011 7:12 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Dic 19, 2011 7:10 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La Lega trova terreno fertile tra quegli operai del nord che, pur di star bene loro, farebbero tranquillamente affondare gli operai del sud. Purtroppo l'ideologia progressista di sinistra che vorrebbe gli operai tutti uniti tra di loro è soltanto una pia illusione. Gli operai sono cattivi, così come sono cattivi gli impiegati, gli imprenditori e i lavoratori autonomi: ognuna di queste persone pensa esclusivamente al proprio vantaggio e la Lega non appoggia tutti gli operai, bensì solo quelli del nord. Quindi i voti tra gli operai li prenderà, anche se li conoscono benissimo che tipi sono. Perché quelli che la votano non sono diversi da loro.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Gen 01, 2012 4:09 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il "bisogno di odiare" della lega nord.

La lega odia i terruni, anche se molti di loro hanno sangue meridionale.
La lega odia gli extracomunitari, anche se a migliaia fanno i lavori più umili e malpagati.
La lega odia i comunisti, anche se molti suoi esponenti hanno militato tra le file estreme del Pci.
La lega odia Roma ladrona, ma non rifiuta emulamenti che dalla capitale partono verso i c/c di ministri, parlamentari leghisti, sindaci ed assessori leghisti e consiglieri regionali leghisti.
La lega odia il nepotismo, però Renzo Bossi siede al consiglio regionale lombardo.
La lega odia la mafia, però Angelo Ciocca, tutor personale di Renzo Bossi è legato a figure autorevoli della ndrangheta.

Se espellessero tutti i meridionali, gli extracomunitari, i ROM e quant'altri rientrano nella concezione padana di "diverso" la lega odierebbe qualcun'altro, dal benzinaio che aumenta i prezzi al vicino di casa che non chiude la porta dell'ascensore. C'è stato il nazismo in Germania, il regime talebano in Afghanistan, il Ku Klux Klan negli USA.

Finchè esisterà un frustrato che ha bisogno di odiare qualcuno per stornare il disprezzo da se stesso ci sarà sempre una lega nord da qualche parte del mondo. L'ex ministro Maroni tempo fa dichiarò che l’Italia non è razzista ed ero d’accordo con lui anche se oggi, nell'Italia governata dalla Lega, si sono verificati sempre più spesso casi di intolleranza. Ma la sua Lega è razzista e su questo non potrà mai controbattere. La prova che i leghisti sono razzisti emerge quotidianamente dalle proposte di legge presentate dai vari deputati e senatori allora al governo. L'ltima stronzata in ordine di tempo, che mi torna alla mente è l’istituzione della "purezza etnica" e "padanizzazione" degli alpini in una proposta di legge firmata dal deputato del Carroccio, Davide Caparini, che avrebbe l'obiettivo di «salvaguardare la natura "padana" delle penne nere, riconoscendo un bonus agli arruolati settentrionali».


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Gen 02, 2012 2:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Lega Nord, il dossier dell’infamia
Questo che vi propongo è un file esplosivo che rivela il vero volto della Lega. Troverete tutto quello che non avreste mai osato neanche immaginare sui duri e puri del Carroccio, quelli che predicano bene nelle valli tra ampolle e riti celtici, ma razzolano male, molto male a Roma e lì dove sono riusciti ad affermarsi. E’ tempo di sfatare il mito di una Lega intransigente, legalitaria, dura e pura, che non fa affari con nessuno, che grida Roma ladrona ma che, in realtà, ha le mani in pasta in tutto. Basta con le frottole e le balle che ci propina ogni giorno. La verità è che il verde brillante ha lasciato il posto ad un più intenso verde marcio.

Cominciamo dalle basi, dall’abc della presunta difesa della legalità dei leghisti, che hanno offerto il loro soccorso verde per salvare dai processi Cosentino e alcuni boss della camorra, De Lorenzo, Di Donato e Crippa, vecchi arnesi della prima Repubblica, così la Lega li chiamava, che, secondo la magistratura, avrebbero causato danni all’erario. Sono trascorsi solo dieci anni da quando Bossi chiamava Berlusconi il mafioso. Nel frattempo, la Lega ha firmato e sottoscritto tutte le 37 leggi ad personam del regime di Silvio. Sono anni che la Lega urla e strepita contro Roma ladrona, contro gli sprechi della pubblica amministrazione ma tutte le volte che si è chiesto di abolire le province ha votato contro.


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mer Gen 04, 2012 5:13 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Giornalettismo.com 31 dicembre 2011 ha scritto:
Primi effetti dello spumante: la Lega difende la Costituzione
Redazione

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


L’ex ministro Calderoli vuole proporre una commissione
di inchiesta sul caso Merkel -Napolitano per tutelare la Carta

Il 2011 si è ormai concluso e per fine d’anno è arrivata una clamorosa novità. La Costituzione trova un davvero inusuale difensore, il leghista Roberto Calderoli. Il bergamasco ex ministro delle Riforme trae spunto dal caso Merkel-Napolitano per parlare di colpo di Stato, e propone una commissione di inchiesta per verificare se ci sia stato un attentato alla Costituzione. Lo spumante, insomma, in casa Lega, è già stato stappato.

ATTENTATO ALLA COSTITUZIONE - ‘Le indiscrezioni pubblicate ieri dal Wall Street Journal, indiscrezioni peraltro confermate poi in serata da un portavoce dell’editore della testata, sono inquietanti: il Quirinale ha smentito i contenuti ma ha confermato la telefonata e del resto non avrebbe potuto fare diversamente perche’ la vicenda avrebbe configurato un attentato alla Costituzione’. Lo afferma, in una nota, il Coordinatore delle Segreterie Nazionali della Lega Nord, Roberto Calderoli. ‘Prendiamo per buona – aggiunge Calderoli – la smentita del Quirinale ma certamente nel secondo semestre del 2011 sono accaduti fatti decisamente strani: consultazioni, ancorche’ informali, del Presidente della Repubblica con un Governo in carica mai sfiduciato nei giorni successivi alla telefonata, Berlusconi che sale al Colle anticipando a noi ministri che avrebbe proposto un nuovo Governo politico e ne esce preannunciando invece le sue dimissioni, un attacco speculativo sui titoli Mediaset, lettere e richiami della Bce e della Commissioni Europea che sanno di ‘romano’ lontano un miglio, le risate della Merkel e Sarkozy ultra propagandate dai mass media nostrani’.

COMMISSIONE DI INCHIESTA SUL CASO - ‘Tutti fatti strani – conclude Calderoli – ma che devono far riflettere: alla prossima segreteria politica della Lega Nord proporro’ l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta per ricostruire realmente i fatti e gli accadimenti che hanno portato alla fine del Governo e alle dimissioni di Silvio Berlusconi che sembrano sempre di piu’ ‘spintaneee’. La verita’ puo’ far male ma e’ sempre necessaria e spero sinceramente che questa sera, nel suo discorso di fine anno, il presidente della Repubblica possa chiarire tutta questa inquietante vicenda’.
(ASCA)



Il primo commento che a noi valdostani salta subito in mente è: Già, e peccato che lo spumante non abbia origini valdostane e che probabilmente sia proprio quel prosecco - San Donà del Piave - bevuto da Marguerettaz a Courmayeur...tanto per publicizzare i prodotti regionali. Ma questo dentista scadente, perchè non guarda cosa dice lui sulla Costituzione Italiana….Lui essendo nato in Italia, non fa altro che sputare sulla Costituzione e sulla bandiera Italiana; che si faccia le corna sue e mostri il dito medio suo, prima di parlare a vanvera. Pagato profumatamente con soldi di noi contribuenti; non fa altro che spargere zizzania: Nord contro Sud…..L’Italia è una ed indivisibile…

La gravità del complotto credo che sia compito del dentista Calderoli, chiarirla. Lui l’ha denunciato, il complotto, ora ce ne chiarisca la gravità. Il disprezzo per Calderoli & Company, per quanto lo possa esprimere ineducatamente, non è altro che il figlio che la Lega - cominciando da Umberto ruttone e finendo con l’ultimo leghista di Lampedusa - ha nei confronti dello Stato italiano, delle sue istituzioni, ecc. Le corna dell'altro giorno di Bossi&C non mi paiono meno sprezzanti che definire “merde” i leghisti. Si moderino loro e poi sarà giusto che ci modereremo anche noi.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Gen 12, 2012 5:53 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Voto su Cosentino: una brutta pagina.
La Lega torna a ubbidire al vecchio padrone


12 Gennaio 2012

La bocciatura della richiesta di arresto per Nicola Cosentino (PdL) è "una brutta pagina per il Parlamento: si trattava di reati di una gravità assoluta e del rispetto dei diritti costituzionali". Il fatto che venga negata "una fondatissima richiesta di arresto senza che ci sia fumus persecutionis significa che hanno prevalso calcoli politici".
"Sono curioso di vedere come i combattenti padani giustificheranno il fatto che, ancora una volta, hanno calato le braghe di fronte ai diktat di Berlusconi, tornando a casa al primo fischio del vecchio padrone; e ora non sono nemmeno più in maggioranza insieme. Ora mi pare abbastanza evidente perchè il PdL abbia chiesto il voto segreto".
A quanti nel Pdl parlano di franchi tiratori nel Pd, Franceschini replica: "Si vergognino. Nel Pd non c'era nessun dubbio, neanche individuale. Il Pd è stato compatto ed era presente con il 99% dei propri deputati. Erano assenti solo due deputati, Fioroni e Sanga, che da giorni sapevamo essere ricoverati in ospedale".
Io non ce l'ho con la Lega: merde sono e merde resteranno. Io ce l'ho coi radicali. I radicali sono la quintessenza di quella partitocrazia che dicevano di combattere. Se Erode il Grande fosse in Parlamento, salverebbero pure lui. Un Vaffa a Marco Pannella e chi lo voleva mandare in Parlamento. Già, a volte a ripensarci chissà se il Pd farebbe di nuovo questa scelta?


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Ven Gen 13, 2012 3:54 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

AostaSera.it 13/01/2012 ha scritto:
Caso Cosentino: l’associazione Loris Fortuna
contro i parlamentari radicali


Aosta - Ieri i parlamentari radicali hanno salvato il parlamentare indagato per camorra.
I radicali condannano con forza questo atteggiamento: “mafiosi, camorristi e i loro collusi se la ridono beatamente”.


Con un comunicato chiaro e conciso l’associazione radicale “Loris Fortuna”, presieduta da Flavio Martino, si è espressa riguardo al voto dei parlamentari radicali sul caso Cosentino, dissociandosene senza se e senza ma. ”I seri problemi della giustizia italiana e il problema delle carceri non traggono alcun beneficio da una simile condotta mentre mafiosi, camorristi e i loro collusi se la ridono beatamente” si legge sul documento. Un’identica presa di posizione era stata assunta dall’associazione “Loris Fortuna” lo scorso settembre riguardo alla sfiducia al ministro delle politiche agricole Saverio Romano, evitata anche grazie al voto dei radicali.

Ieri il voto dei radicali è stato decisivo, e ha impedito l’arresto del coordinatore campano Nicola Cosentino, indagato per camorra. E’ un atteggiamento, sottolinea l’associazione valdostana, che 'ben poco ha a che vedere col garantismo, le cui istanze subiscono, invece, un danno enorme. Allo stesso modo è irresponsabile dare addosso alla carcerazione preventiva quando, come in questo caso, qualcuno vi si può sottrarre per il solo fatto di essere un parlamentare”.

di Elena Tartaglione


Tutto sommato questo mal non vien per nuocere, come non nuocerebbe se il parlamento non approvasse le liberalizzazioni del decreto governativo. E' vero che il popolo ha la memoria corta, ma lo schifo di questa maggioranza non si dimenticherà tanto facilmente alle prossime elezioni. Quanto ai radicali, l'errore di cooptarli è già stato metabolizzato dal Pd e non credo proprio che sarà ripetuto. Mi stupisce la Bonino che non prenda ufficialmente le distanza da questa banda di sprovveduti antipolitici. Sono riusciti a farsi imbarcare per farsi eleggere, dal Pd! Proprio loro che qualche anno fa stavano col nanetto bonsai, per soldi. Adesso ci dicono pure di essere sorpresi e, nientepopodimeno, schifati. Un consiglio ai dirigenti del Pd: andateci calmi e con i piedi di piombo, è meglio! I casi sono due: o non sappiamo fare politica, o non valutiamo bene gli alleati con cui dovremmo agire quasi in "complicita"...

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Sab Gen 14, 2012 6:40 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Lo schifo fatto da questa maggioranza non sarà dimenticato tanto facilmente alle prossime elezioni. Ci tornerà sicuramente alla mente che "quelli" sono gli stessi deputati che hanno certificato Ruby, essere la nipote di Mubarak. Per i radicali, devo dire che quelle sono le loro battaglie, e per quanto sia sgradevole, penso che il Pd lo avesse messo nel conto sin dal primo giorno di questa legislatura. Per "quasi" tutto il resto, hanno votato rispettando le decisioni del gruppo, molto più dell'IdV, che aveva promesso di entrare nel gruppo parlamentare del Pd e....solo il giorno dopo, ha dichiarato di aver cambiato idea. Ed oggi sta votando all'opposizione del governo Monti, insieme alla Lega. In galera o no, Cosentino è finito sotto inchiesta, e non è detto che da libero non corra più rischi di peggiorare la sua situazione processuale di quanto non fosse da carcerato.
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Ven Gen 20, 2012 6:17 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


I cambiamenti come dice Borsellino devono essere fatti con la matita nella cabina elettorale, ma naturalmente Borsellino non poteva dirti anche che la matita è usata come un'estensione del cervello. Dunque, provare prima a cambiare il cervello, e poi usare la matita. Mi auguro che il cervello non lo usiate poi al burro...con le animelle. Smile

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Gen 22, 2012 3:58 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Forse nella Lega riprende la marcia verso la Terra Promessa, quella marcia che Bossi aveva promesso ma che nei fatti mai ha fatto intraprendere ai suoi seguaci. In effetti,in otto anni di governo con Berlusconi, la Lega non ha ottenuto niente di niente, o meglio, ha avuto tre locali alla Villa Reale di Monza del resto subito smontati. Non è un caso che molti leghisti mercoledì sera, all’uscita del Teatro Apollonio di Varese dove si era celebrata, NEI FATTI, la fine del regno di Bossi, hanno cantato lo slogan “Berlusconi fuori dai coglioni”.

Quale sarebbe la Terra Promessa della Lega, al di là del solito ritornello sulla secessione? Intanto togliersi dall’abbraccio mortale di Berlusconi, una situazione che Bossi ha voluto, più che subito, dimostrando scarsa intelligenza strategica ma sotanziale pragmaticità da contadino: essendo carico di debiti l’abbraccio con Berlusconi gli ha consentito di cancellarli e, in più, di arricchire la famiglia, la sua, sia ben chiaro. Oggi Bossi è un re in declino, al di là di ogni osanna che gli viene dedicato la sua gente ha capito che con Bossi la Lega resterebbe sempre un progetto incompiuto. Ora si spera in Maroni e Maroni non è certo uomo da abbracciare ancora lo sceicco di Arcore.

Un mio conoscente,
un socio leghista del circolo, un socio che dice essere vicino al gruppo dirigente della Lega, che la decisione di stare all’opposizione del governo Monti è stata presa proprio per differenziarsi dalla posizione di Berlusconi, non tanto contro Monti. E sempre lo stesso socio leghista mi ha sottolineato che ormai, e notare che lui non è mai stato contro Bossi, Maroni ha preso il potere della lega nelle sue mani aggiungendo, parole sue, "grazie a Dio che Bossi starà nella Lega solo a fare l’immagine sacra". Insomma cambieranno tante cose nel cammino prossimo della Lega, e certamente l'alleanza con l’arcoriano sarà quasi impossibile, almeno stando le cose così come oggi stanno.


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Ven Gen 27, 2012 4:44 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

...e dal palco di piazza del Duomo Bossi ha sparato le sue solite buzzurraggini, è riuscito a definire questo governo Monti come INFAME (forse non sa nemmeno cosa vuol dire in italiano "infame") e che agisce contro il Nord del Paese. Ora la gran parte dei componenti del governo Monti è di estrazione nordista, Monti è addirittura di Varese e queste parole fanno davvero ridere, se non ci fosse da piangere. Siamo alla follia di un personaggio a cui il potere e le riverenze interessate hanno dato alla testa. Mi chiedo cosa aspettano i leghisti muniti di cervello a ripulire casa loro da simile buzzurro. Tuttavia, un leghista munito di cervello è un contraddizione in termini. Anche se qualcuno si ostina ancora ad accreditare i legoidi di un barlume di intelligenza, questi si stanno sempre impegnando e allo stremo, riuscendoci, per dimostrare il contrario. Non li considero come se fossero dei "cerebrolesi" e a volte mi spiego i loro interventi in politica - che non condivido affatto - come coerenza ad un progetto, molto più che a un partito.

Conosco persone più che rispettabili, che sono convinte che l'unica soluzione per i nostri problemi sia una sostanziale separazione tra Nord e Centro-Sud, e lo credono basando il loro ragionamento sulle (per loro) impareggiabili differenza tra le due parti d'Italia. Persone che si direbbero destinate ad appartenere alla Lega e che, invece non la votano - anzi, non votano affatto - per incompatibilità tra il personale di quel partito e il loro modo di essere e di vivere. Quindi, sforzandomi non poco, penso, che avendo sposato l'irrinunciabile obiettivo di separare Nord e Sud, ingoino i rospi che Bossi e compagni impongono loro pur di mantenersi coerenti a tale progetto, mentre sulla loro intelligenza e disponibilità, uscendo dai thread della politica, esistono molti interventi pronti a dimostrarne l'autenticità .

Salvo, da parte loro, constatare che dopo tanti anni di quel progetto nulla si è attuato e nulla si attuerà al di fuori del decentramento regionale che il referendum ha approvato qualche anno fa.


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Feb 12, 2012 6:19 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il Fatto Quotidiano ha scritto:

Truffa aggravata per quel volo di Stato
"Artifici e i raggiri" dell'ex ministro Calderoli


Secondo i pm di Roma il 19 gennaio 2011, il senatore leghista ha usufruito di un velivolo della Repubblica italiana per motivi personali: andare in ospedale a trovare il figlio della compagna. La giunta ha però respinto l'autorizzazione a procedre. Un no sul quale dovrà esprimersi palazzo Madama.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!



Il Fatto Quotidiano ha scritto:

Voli di Stato per motivi personali, il racconto di Biolè:
"Ecco come ho incastrato Calderoli"


Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle ripercorre le tappe della sua iniziativa per smascherare l'uso privato dell'Airbus della Repubblica da parte dell'ex ministro leghista. "Amareggiato dalla decisione della Giunta, speravo in un segnale di rottura che non c'è stato"


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!



Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Apr 05, 2012 6:55 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

TMNews CNN ha scritto:
Bossi si è dimesso da segretario della Lega
Intercettazione tra Belsito e segretaria: Lega/ Da Bossi "soldi in nero al partito", in cassaforte plico "Family"

5 apr 2012. (TMNews) -
Umberto Bossi è dimesso da segretario della Lega. La notizia è arrivata mentre emergeva l'ipotesi che il senatur avesse "dato dei soldi in nero al partito". In alcune telefonate intercettate tra l'ex tesoriere del Carroccio, Francesco Belsito, indagato per truffa ai danni dello Stato, riciclaggio e appropriazione indebita, e Nadia Dagrada, segretaria amministrativa di via Bellerio, i due esprimono la loro preoccupazione per la volontà dell'esponente leghista Roberto Castelli di controllare le spese, e la necessità di trovare nuove soluzioni per continuare con quelle modalità. Il denaro contante non tracciabile cui si fa riferimento sarebbe poi stato elargito senza lasciare traccia a Bossi e ai suoi familiari.

"Però tu al capo (Bossi) precisi la cosa del discorso soldi - afferma la Dagrada nella comunicazione intercettata - Castelli vuole andare a vedere la 'cassa' e quelli che sono i problemi, perché comunque tu non è che puoi nascondere quelli che sono i 'costi della famiglia', cioé da qualche parte vengono fuori". "Anche perché - continua la segretaria - o lui, (Umberto Bossi, scrivono gli investigatori) ti passa come c'era una volta tutto in nero, o altrimenti come cazzo fai tu".

In un'altra telefonata tra Belsito e la Dagrada si evince poi che i revisori dei bilanci della Lega, tre esterni e tre interni, si limitano a firmare i bilanci che vengono redatti dalla Dagrada. "Adesso io gli preparavo tutta la relazione - spiega la segretaria - gliela inviavo e loro non facevano altro che firmarmela....non guardavano un cazzo". E anche qui torna la preoccupazione per l'insistenza a vederci chiaro di Castelli. "(...) Se questo insiste e se poi va a prendere questi qua, questi qua vogliono iniziare a vedere le cose e tutte, che cosa fai?".

(AGI) Milano ha scritto:
Lega: Umberto Bossi si e' dimesso
16:50 05 APR 2012


(AGI) Milano - Umberto Bossi ha presentato sul tavolo del Consiglio Federale le sue dimissioni da segretario federale della Lega Nord. Quando la notizia si e' diffusa tra i giornalisti che sostano davanti alla sede di via Bellerio, i militanti che si trovano davanti al quartier generale per manifestare solidarieta' al leader del Carroccio hanno cominciato a gridare 'Bossi, Bossi'.


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

.

Ma diciamo la verità, erano almeno dieci anni che nella Lega non si faceva più politica. Solo slogan e frasi fatti ad uso e consumo di un elettorato scarsamente acculturato. Il fenomeno lega, visto da molte regioni, è incomprensibile. Anche da noi, con tutti i nostri problemi, non poteva succedere che un signore che aveva dato tre feste di laurea senza essere laureato potesse guidare un movimento politico con tre milioni di voti. Ma insieme a Bossi dovrebbe lasciare anche Maroni che in tutti questi anni non ha mai saputo fare un acuto. Avevo previsto questa fine, in diversi post avevo indicato nel 3+4 per cento il limite massimo di consenso elettorale. Ora è importante che l'ex elettorato leghista non vada a finire nei tanti partiti, partitini populisti che sono in agguato. Se non sono dimissioni finte, se saranno confermate, è una svolta storica per l'Italia.

Finalmente crolla l'equivoco di questi buffoni che da 20 anni prendono milioni di voti in cambio di slogan, senza avere portato a casa niente. Anzi no, ora sappiamo...che hanno portato a casa loro carrettate di euro,altro che storie. A sentirli questi credono di essere una "voce scomoda" e che é tutto un complotto. Da 10 anni stanno al governo, ricoprendo incarichi di potere e strapagati, servendo Berlusconi e difendendo mafiosi, hanno devastato il lavoro nel 2003 con la legge Maroni e ora fanno i difensori dell'articolo 18. Una fine meritata. E mi auguro che tornino ai fasti del 2001, quando dopo essersi venduti definitivamente, presero il 4% per poi recuperare consensi grazie alla spartizione della Rai.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Sab Apr 07, 2012 7:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Un leghista intervistato dice:"Le impressioni sono state migliori delle più rosee aspetattive, nellla militanza lo sconcerto si unisce alla rabbia e alla voglia di rimettersi subito in piedi. A Bossi la gente riconosce molti meriti, gli ha già perdonato i 200 milioni di Patelli e gli perdonerà altre leggerezze. Una Lega in mano a Maroni e con le persone giuste al posto giusto può ancora crescere in quell'elettorato berlusconiano che non votava Lega per antipatia verso Bossi, questo va detto. Forse Roma Ladrona non ha giocato bene le sue carte."

Quando si dice la fede nei ladri. Il populismo leghista ha creato proprio una schiera di creduloni che nemmeno allo zecchino d'oro.... Contenti loro! Continuate pure a farvi derubare dalla 'ndrangheta nordica ed essere pure contenti. Poveri legoidi, non li hanno ancora avvisati che Monti è lì da poco e invece la Lega ha governato per anni e anni. Per favore, non dite al povero leghista alla polenta taragna che ha telefonato da Aosta a Radio Padania e ascoltato in diretta su Rainews 24 (un certo Paolo), che se c'è qualcuno che non ha fatto niente o ha fatto danni al Nord è proprio la sua Lega, potrebbe cadere dal trespolo e farsi male. Il bello è che ancora hanno la faccia di blaterare di Roma Ladrona, Roma Farabutta, nominano gente come Belsito o Galli ai vertici di Fincantieri e Finmeccanica, stanno inchiodati alle poltrone come quel Boni e ancora hanno la faccia di parlare.

Parlino di lega Ladrona, parlino di "Ladroni in casa nostra", parlino di Regione Lombardia con tutti i suoi inquisiti, parlino di infiltrazioni mafiose che non hanno fermato, ma favorito ma forse è troppo impegnativo, parlino di Regione Valle d'Aosta dove si credono "ora e sempre" alleati dell'Uv&C.


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 11, 12, 13, 14  Successivo
Pagina 12 di 14

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008