Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Sparare sempre contro il Pd, ma...
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Feb 03, 2013 5:45 pm    Oggetto:  Sparare sempre contro il Pd, ma...
Descrizione:
Rispondi citando

Carissimi, ho guardato la registrazione di Ballarò di martedì scorso. Ero stato lontano da Aosta - soliti motivi di salute - per quasi una settimana. Qualche amico, che ancora si ricorda del sottoscritto, mi aveva raccomandato di dargli un'occhiata. Ed così che ho capito che è da lì che viene fuori che la discesa in campo di Ingroia (sono le sue parole) era stata messa a punto con De Magistris. Ma credo che la vera spinta decisiva sia venuta da Di Pietro, quando ha messo nel conto il suo pacchetto di voti che in queste settimane vale un pò meno del 4%. La chiusura dell'accordo era stata fatta quando Di Pietro ha sparato contro Napolitano e subito dopo Ingroia lo abbiamo visto da Santoro a farsi la dovuta pubblicità per il lancio. Ferrero insieme a Diliberto e Bonelli, si devono essere trovati spiazzati. Erano da mesi (pare) in trattativa con il Pd e Sel per qualche forma di desistenza in cambio di [forse qualche deputato o senatore...]. E lo stesso De Magistris, molti mesi fa, quando parlava del partito dei sindaci non era chiaro se voleva appoggiare il Centrosinistra. Tutto è precipitato con la crisi di Di Pietro, con la frantumazione di un partito che dal sei, anziché andare all'8% si è ritrovato al 4%. Allora è scattato il piano B, quello con Ingroia deus ex machina, e Ferrero, anche per l'accelerazione di elezioni anticipate ha fatto una scelta obbligata.

Nel futuro, dubito che le forze di Di Pietro potranno collaborare ovunque con le forze del centrosinistra. Anche a livello locale, sarà caso per caso, ma così pure ad Aosta, dovremo rivedere alcune posizioni, prevedendo che ci sarà sempre più un allontanamento tra queste formazioni. Infatti Di Pietro mira più a difendere una cricca di potere, che è stata assieme per oltre vent'anni, e che non vuole riconoscere d'essere arrivata al capolinea, piuttosto che un partito che possa aprire un futuro di speranza per la sinistra, visto tra l'altro che per lui la sinistra è quasi come quella che ha in mente Berlusconi. Spero che tanti, amiche e amici che conosco in Valle possano rivedere alcune posizioni e ricredersi su certi atteggiamenti imposti da Roma.

Naturalmente contano molto sulla sconfitta di Sel e del Pd al Senato. Loro pensano di poter accrescere le proprie forze proprio perché il centro sinistra si troverà in difficoltà e non potrà portare avanti il suo programma, e credo che Ingroia stia al loro gioco. Quello che ancora non capisco, se consapevolmente o meno. Ma ormai, non ha proprio più importanza. Anche a me piacerebbe portare la sinistra di Ferrero in Parlamento, anche solo come testimonianza, ma come fai se non riesci neppure a trovare i voti per far vincere il centro sinistra al Senato.


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli


Ultima modifica di giorgio il Dom Ott 27, 2013 12:18 am, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Dom Feb 03, 2013 5:45 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Feb 04, 2013 11:40 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E bravo Ingroia, il magistrato taumaturgo che resuscita i morti! Bonelli. Diliberto, Ferrero...e Di Pietro. Una coalizione di settemila partiti che non arriva nemmeno al 5%. E che, sia chiaro, non toglie un solo voto al Pd. L'allegra brigata arriverà alla Camera e pianterà una bella bandierina. Voterà contro a qualsiasi proposta di legge e proporrà leggi che nessuno voterà. Perfettamente inutili, nella migliore tradizione italiota proporzionalista. Peccato che gli anni '70 siano finiti da un pezzo. Anch'io penso che Ingroia non tolga voti al Pd, ma sicuramente ne sta togliendo a Vendola, che infatti è in leggero declino, ma ai fini elettorali, specie per il Senato, è la stessa cosa.

E' indubbiamente in atto un'azione di accerchiamento contro il Pd e si usano armi efficaci in un paese dove l'ignoranza della maggioranza domina. Non si va tanto per il sottile a spargere demagogia e calunnie, tanto la gente non è in grado di riconoscerle come fasulle. Quindi è necessario un colpo di timone alla campagna e pare che finalmente Renzi entri in scena con due atout: è più spettacolare di Bersani; è più vicino all'area degli astenuti/indecisi girato com'è a destra, ma con i piedi ben piantati nel centrosinistra.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
...Il colmo dei colmi è, che oggi sono assieme alleati!
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Feb 04, 2013 7:11 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non siamo più negli anni settanta. Allora, con l'Italia a sovranità lmitata, poteva avere un senso votare per movimenti o partiti "di bandiera", che non avevano ambizioni di governo ed il cui unico ruolo si limitava a quello della denuncia. Oggi non più. Piaccia o no, siamo di fatto in un regime politico bipolare. In tutti i paesi normali sarebbe naturale dare il cosiddetto voto utile. Poichè se non si vota per un partito o movimento che ha possibilità di vincere e dunque governare significa votare per il partito avversario. A questo punto sarebbe più sensato non votare affatto, se proprio si ha in odio il sistema. Il Pd non vuole governare con Buttiglione. Bersani, e non solo lui, ha sempre detto che il Pd vuole aprire un dialogo col centro.

Il che non significa automaticamente governare insieme al centro. Ci sono un sacco di questioni e di tematiche sulle quali il csx può convergere col centro. Certo, se il centrosinistra non avrà la maggioranza al Senato, allora sarà costretto a governare con il centro. Ma tutto ciò potrebbe essere smentito dai fatti. Se però stavolta il grande mentitore vince ce lo ritroviamo presidente della repubblica......Sette anni.


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Feb 07, 2013 1:38 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Io credo che, più che altro, in Valle d’Aosta abbiamo dei “gran odiatori” del Pd di professione (o per hobby, più probabilmente). L'importante è che il Pd perda. Poco importa il cavallo che batte il Pd, l'importante è che sia sconfitto. Un giorno “sono” con Grillo, un altro con Ingroia, un altro ancora chissà. Il Pd è un partito di sinistra moderata. Un partito che vuole essere normale come i Laburisti britannici o la socialdemocrazia tedesca. Partiti di sinistra che aspirano a governare in liberal-democrazie, che non sono disponibili a mettere in dubbio le fondamenta dello Stato, soprattutto quelle economiche, che si basano sulla libertà del mercato, più o meno limitata a seconda delle politiche, che si vogliono mettere in atto. Grazie anche a loro, ma non solo a loro, avremo forse l'ennesimo governo del clone mussoliniano. Forse lo ritroveremo persino Presidente della repubblica. Allora “questi” forse taceranno? Macché, non faranno altro che il loro mestiere, cioè, dare addosso al Pd. Il povero Bersani, che com’è noto ha ammazzato Gesù Cristo, si dimetterà, e sarà il completo sbando. Quando ci cacceranno dall’Ue (e forse non basterà all’Ue per proteggersi dalla fucilata che il governo del signore oscuro sparerà alle sue tempie) sarà sempre colpa del Pd, e del nuovo segretario, che voteremo con altre inutili primarie.

Purtroppo alla sinistra aderiscono personaggi di tutti i generi. Come possiamo vedere da sempre - e qui faccio un richiamo culturale presuntuoso e pretenzioso - già dagli anni descritti da Pratolini nel suo Metello, non si riesce a trovare "uno di sinistra", che sia d'accordo con il modo di essere a sinistra di un altro. Infatti, ogni aderente ha una sua idea, sue rimostranze, sue convinzioni. Risultato? La sinistra è sempre la preda altrui, pronta a farsi ingannare, imbrogliare da chi è molto più capace di approfittare della “connerie” dell'essere umano. E così sentiamo parlare di tutto e di più come ad esempio che il Pd non abbia un orientamento politico, che va con chi può e con chi conviene, che è allineato alle politiche delle destre liberiste europee. Insomma, il Pd è liberista (la qual cosa poi non è un insulto), ma è pure un comitato d'affari! Logica vorrebbe che o si è liberisti o si è statalisti. Non si può essere liberisti da una parte, e, entrando con la politica negli affari del mercato, dirigisti dall'altra. Liberismo è la parola “magica”, il babau con cui i marxisti leninisti indicano alla massa, dall'alto della loro sapienza, il nemico del popolo. Loro sempre gli stessi: da Lotta continua a Rifondazione (con esclusione della Valle d’Aosta) sempre gli stessi. Sono la minoranza illuminata, l'avanguardia della classe operaia, i primi della classe, i professionisti dell'antiliberismo, il quale altro non è che anticapitalismo. Bravi, bel lavoro.


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Mar Giu 25, 2013 2:39 pm    Oggetto:  siamo noi a spararci addosso...
Descrizione:
Rispondi citando

Nello spazio libero di le travail ho scritto alcune mie riflessioni rispetto alle due donne che ieri erano al centro dell'attenzione, RUBY E IDEM e al diverso modo di comportarsi tra PD e PDL davanti all'opinione pubblica che forse perché deve cercare come tirare a campare non se ne interessa....

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Bene, Berlusconi con il caso Ruby mette l'Italia sulla prima pagina di tutti i giornali per ricordarci da chi ci siamo fatti governare, la destra lo difende, diverse persone vengono accusate di falsa testimonianza, i parlamentari votano che la donna è nipote di Mubarak e sono pronti a scendere in piazza cntro la magistratura.

Dall'altra parte, la ministra Josefa Idem viene messa alla gogna per una presunta dichiarazione dei redditi falsa, all'interno della sinistra si alzano voci che le chiedono di dimettersi, nessuno chiede di aspettare o capire. Nemmeno io che sono quasi nullatenente mi faccio la dichiarazione dei redditi da sola, figuriamoci una campionessa olimpica...


Epilogo, Josefa si dimette, Berlusconi rimane. La famiglia di Josefa sotto i riflettori, Marina Berlusconi si appresta a prendere il posto del papi nazionale Wink Se non è questo un modo per spararci addosso Crying or Very sad
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mar Giu 25, 2013 4:24 pm    Oggetto:  Re: siamo noi a spararci addosso...
Descrizione:
Rispondi citando

erika ha scritto:
Nello spazio libero di le travail ho scritto alcune mie riflessioni rispetto alle due donne che ieri erano al centro dell'attenzione, RUBY E IDEM e al diverso modo di comportarsi tra PD e PDL davanti all'opinione pubblica che forse perché deve cercare come tirare a campare non se ne interessa....

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Bene, Berlusconi con il caso Ruby mette l'Italia sulla prima pagina di tutti i giornali per ricordarci da chi ci siamo fatti governare, la destra lo difende, diverse persone vengono accusate di falsa testimonianza, i parlamentari votano che la donna è nipote di Mubarak e sono pronti a scendere in piazza cntro la magistratura.

Dall'altra parte, la ministra Josefa Idem viene messa alla gogna per una presunta dichiarazione dei redditi falsa, all'interno della sinistra si alzano voci che le chiedono di dimettersi, nessuno chiede di aspettare o capire. Nemmeno io che sono quasi nullatenente mi faccio la dichiarazione dei redditi da sola, figuriamoci una campionessa olimpica...


Epilogo, Josefa si dimette, Berlusconi rimane. La famiglia di Josefa sotto i riflettori, Marina Berlusconi si appresta a prendere il posto del papi nazionale Wink Se non è questo un modo per spararci addosso Crying or Very sad

Però non posso non notare che era già da tempo sotto il mirino della destra ed in particolare della Lega magari sapientemente imbeccata dal PdL; la stessa Lega che negli anni passati ha chiuso più che volentieri gli occhi davanti a reati ben più gravi di ministri e parlamentari della maggioranza di cui faceva parte. Così come non si può non notare il talebanismo degli altri accusatori dell'M5S sapientemente istruiti alla scuola di Travaglio che metteva nello stesso categoria di inquisiti sia indagati per reati penali gravissimi sia chi aveva un contenzioso per un garage abusivo. Apprezzo il gesto della Idem, ma non posso non provare simpatia per lei, specialmente sapendo che è stata messa sotto il mirino non certo per le tasse, ma per come faceva il ministro.
P.s. Se per caso non l'aveste sentito alla radio, il PdL ora pretende il ministero della Idem per un suo esponente.

Un'altra notizia che non sarà considerata alla stessa stregua di quella della Idem è quella che Orlando moroso per oltre settemila euro. Non ha pagato le bollette di gas e acqua. Il primo cittadino è in debito con le municipalizzate del Comune per non aver pagato le utenze di una vecchia casa... "Adesso aspettiamo le dimissioni del sindaco di Palermo?"
Certo che questa è una strana coincidenza, ma la metto scimmiottando l'apertura della discussione sul caso Idem, per mostrare quanto equilibrio ci voglia per rappresentare taluni fatti. Se Orlando si dimette, non può che fare bene: come fa a far pagare le tasse e le utenze ai suoi cittadini se poi lui non le paga, ma se anche non si dimettesse non ci sarebbe da fasciarsi la testa gridando "alla questione di principio". Purché paghi subito il debito con la mora, chieda scusa ai suoi concittadini e non dica come Berlusconi:«quando le tasse soe se...!no troppe non si pagano» o simili altre idiozie. Cosa che credo non farà. Anche se...


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mar Giu 25, 2013 6:44 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E' inutile Erika.
Questi, più che dal Pd, sono ossessionati da tutto ciò che sà di partecipazione e di cambiamento. Sono incapaci di fare una qualsiasi proposta politica e si sentono realizzati nel criticare quelle degli altri e di abbattere tutto ciò che trovano per strada, compresa la Idem. Considerano l'appartenenza ad un partito e la militanza come una riduzione della libertà individuale, e non si rendono conto che la donna/l'uomo è libero solo se può cambiare ciò che lo circonda e che può farlo solo se si organizza. Sono conservatori dentro.

La loro libertà è quella cantata da Gaber. "Te la mettono lì: la libertà è alla portata di tutti, come la chitarra.
Ognuno suona come vuole e tutti suonano come vuole la libertà".

Che tristezza!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Set 08, 2013 11:24 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non so se è lecito partire da Renzi per dare una definizione di sinistra. Il fatto che molti si esercitino con sarcasmo sulle sue idee di “sinistra”, la dice lunga sulla confusione che circonda la natura di una tale definizione. Il fatto è che la Sinistra è un Mito, come lo è la Destra. Se vogliamo dare alla parola "sinistra" lo scopo di identificare una parte politica, in contrapposizione alla "destra", non dobbiamo avvitarci in ragionamenti filosofici, dotti e quindi interessanti, ma sostanzialmente inutili per circoscrivere un progetto pratico da applicare con profitto alla società nella quale viviamo. Perché mi pare ovvio che in politica tutto è relativo, condizionato da condizioni variabili nello spazio e nel tempo: ciò che era vero nell'Italia di fine '800, non è più vero oggi, ma continua ad essere vero quel particolare modo di vedere il mondo e i difetti che lo angosciano. Così come è diverso essere di sinistra negli States, da esserlo in Italia o in Europa.

Voglio dire: occuparsi dei deboli e degli oppressi, guardare alle sperequazioni disarmanti e impegnarsi per eliminarle, combattere le speculazioni finanziarie che spostano ricchezza da una tasca all'altra, senza creare un bottone, opporsi all'individualismo egoista per favorire il primato della comunità, battersi per uno Stato laico e liberale che premi il merito a scapito degli automatismi orientati, sono valori e principi che calati in particolari momenti della storia hanno etichettato una parte politica come sinistra. Questo è quella certa visione del mondo a cui accennavo. Mettere in pratica questa visione nei limiti imposti dalle regole democratiche, dipende dalle diverse situazioni che si presentano e dunque dalla capacità di adattare le misure alla realtà nella quale viviamo.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
blackrose







Età: 27
Registrato: 03/10/13 08:59
Messaggi: 1
blackrose is offline 

Località: Pakistan




MessaggioInviato: Gio Ott 03, 2013 9:04 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

L'allegra brigata arriverà alla Camera e pianterà una bella bandierina. Voterà contro a qualsiasi proposta di legge e proporrà leggi che nessuno voterà. Perfettamente inutili, nella migliore tradizione italiota proporzionalista. Peccato che gli anni '70 siano finiti da un pezzo. Anch'io penso che Ingroia non tolga voti al Pd, ma sicuramente ne sta togliendo a Vendola, che infatti è in leggero declino, ma ai fini elettorali, specie per il Senato, è la stessa cosa.

E' indubbiamente in atto un'azione di accerchiamento contro il Pd e si usano armi efficaci in un paese dove l'ignoranza della maggioranza domina. Non si va tanto per il sottile a spargere demagogia e calunnie, tanto la gente non è in grado di riconoscerle come fasulle.

_________________
eleatherjackets
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

ccna exam questions
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Indirizzo AIM
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Ott 03, 2013 3:59 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Nel novembre del 2011 il Pd con lo slogan, prima di tutto l'Italia, non volle andare ad elezioni, che avrebbe vinto facilmente. Una assunzione di responsabilità, che probabilmente è la causa principale di tutti i guai odierni. Dopo un anno di governo tecnico i problemi italiani invece di essere sanati si sono acuiti e la sconfitta elettorale ha completato il quadro.

Purtroppo il dramma del Pd sta nella grande fatica di evitare di trascinare il paese allo sfascio. Non era mai accaduto in 60 anni di storia repubblicana. Il partito era sempre stato una risorsa per istituzioni democratiche, ora invece si stanno coalizzando per cercare di farlo passare come il maggiore problema di questo paese. E' evidente che senza un partito forte, autorevole e affidabile la storia di questo paese non potrà cambiare in modo radicale. Restano in campo due populismi di segno opposto, quello del M5s e il vecchio Pdl...Nei prossimi mesi avremo l'alternativa di scegliere l'albero a cui impiccarci.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Ott 13, 2013 10:53 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Quando capitava di segnalare le ambiguità, le bugie, gli imbrogli, la malafede dei guru grillanti si veniva tacciati di essere ossessionati. Ora i nodi stanno venendo al pettine, ma non riesco ad essere soddisfatto dall'avere avuto ragione. Prima i berluschini e ora i grillanti hanno impedito che si riparassero guasti antichi, avere avuto ragione nel vedere in anticipo i danni non sana le cose. La campagna contro il M5s è secondo me di nuovo doverosa. Scambiando Roma per Toma, si dovrà pur mostrare la contraddizione. E poi, se è vero che c'è della gente in buona fede, come fai a mostrargli dove sta l'imbroglio. Si fa finta di niente, tanto fanno tutto loro? E' questa la ricetta che si propone? Non credo proprio che sia quella giusta. Senza lavoro non si ottengono risultati.

Anche la sinistra non è più quella dell'antifascismo, della Resistenza o quella che ha l'appuntamento con la storia nel '68. Non mi meraviglia che subisca sbandamenti su campagne pubblicitarie tagliate come se si dovessero vendere biscotti: "bambini buoni, biscotti Lazzaroni". In questi tempi di vacche grasse che devono dimagrire, sono tante le persone che non hanno una identità ideale, e che vivono politicamente alla giornata. E come ce ne sono tanti nel Centrosinistra, molti di più sono con Grillo. Ma se dobbiamo aspettare che facciano tutto da soli, tra vent'anni - ed io di sicuro non ci sarò più - le cose saranno pure peggio.


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Ott 27, 2013 12:23 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La bandiera del Pd.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Una bandiera o un semplice logo politico, rappresentano da sempre una comunità di persone legate da valori e intenti comuni. Per questo sono importanti per ogni comitato, associazione o partito politico; definiscono un'identità collettiva, trasmettono un senso di appartenenza, danno un’anima culturale e valoriale anche a chi vive distrattamente la politica. Vi invito a dare un'occhiata al sito ufficiale di Matteo Renzi, un uomo che si candida alla guida del più grande partito italiano. E' un sito ben costruito e dall'aspetto accattivante, ma non c'è un solo elemento grafico che richiami il Partito Democratico. Anche le decine di foto che contiene, sono state accuratamente selezionate in modo che non compaia mai, neppure per sbaglio, una bandiera o un simbolo del Pd. L’intento è chiaro: cancellare l'identità politica del partito e sostituirla con la fiducia nel capo, a prescindere. Non a caso Renzi non si rivolge mai ai cittadini di centrosinistra, riformisti e progressisti, ma ad un generico ed informe "popolo". Ma ogni nostro atto, anche il più piccolo, inevitabilmente , favorisce qualcuno e penalizza qualcun altro. Fare politica significa, appunto, schierarsi da una parte. Quanti pensano di delegare a Renzi il compito di rappresentare le proprie idee, riflettano su questo e si ricordino che fare politica significa sostenere le proprie idee e non le ambizioni del capo.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Ott 28, 2013 3:22 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ieri un mio amico era a Firenze. Per caso si è trovato a passare davanti alla ex-stazione della Leopolda. Incuriosito dall'assembramento, si è avvicinato e ha visto tavoli con gadget di vario tipo: magliette, adesivi, tazzoni etc.. Su tutti questi gadget così come su striscioni e bandiere, in grande evidenza, si stagliava la parola LEOPOLDA. Questo mio amico ha pensato che stessero lanciando qualche nuovo prodotto. Incuriosito, è entrato e si è avvicinato ad un giovane. Probabilmente un collaboratore, dato che aveva adesivo e collarino con stampato su sempre la parola LEOPOLDA. Al ragazzo ha chiesto che tipo di prodotto stavano lanciando. Un pò risentito, il giovane ha risposto che quella era una manifestazione politica.

Il mio amico, preso in contropiede dalla risposta, si è girato intorno per capire di quale forza politica fosse la manifestazione. Dovunque era scritto in grande LEOPOLDA, ma di simboli di partito nessuna traccia. Allora si è rivolto di nuovo al ragazzo chiedendo di quale partito fosse la kermesse. Stizzito, il ragazzo ha risposto che si stavano lanciando le primarie per il Pd. Un pò frastornato, il mio amico è uscito dalla ex-stazione e, mentre camminava, si chiedeva quando c'era stato il cambio del nome da Pd a LEOPOLDA.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008