Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Liste regionali per il 14.10
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Ven Lug 20, 2007 9:08 am    Oggetto:  Liste regionali per il 14.10
Descrizione:
Rispondi citando

Vorrei qui riportare un articolo dei ds della regione TOSCANA
Firenze, 19 lug – “E’ evidente che alcuni di coloro che oggi non iscritti ai partiti e che si sono fermati ai gazebo debbano trovare spazio nelle nostre liste, perché altrimenti ogni ragionamento sulla partecipazione rimane soltanto un buon proposito. Noi dobbiamo favorire contemporaneamente, nelle liste, un’alta presenza di giovani e la parità tra uomini e donne, altrimenti il Partito Democratico non sarà quel partito davvero nuovo che abbiamo dichiarato di voler costruire”. Lo ha detto, in un’intervista al sito dei Ds toscani, il segretario regionale della Quercia, Andrea Manciulli. “La lista a cui dobbiamo lavorare deve essere una lista quindi molto aperta, competitiva e legata ai territori. Se faremo tutto questo con passione e determinazione, in Toscana – ha proseguito Manciulli - può nascere un partito forte, creativo e radicato. Portatore di un concetto di nuova militanza fondata su un’idea alta della politica e uno stile sobrio dei propri dirigenti. Questa è la condizione per incontrare la fiducia che la Toscana ci ha sempre riservato. Dobbiamo metterci in gioco tutti. Dobbiamo metterci il cuore e la testa perché ognuno di noi può portare qualcosa di importante nella nostra nuova casa”.

Non posso che condividere. Non è dividendo la piccola valle in territori che si ottiene qualcosa ma creando delle liste che tengano conto della territorialità, dell'appartenenza politica o meno, dell'età anagrafica... Riprendo quindi uno spunto interessante sollevato da Soave ieri:
se non ci fossero state le liste bloccate ma il voto di preferenza i giovani, le donne e la società civile sarebbero stati i più penalizzati. La vera sfida è rinnovare la classe dirigente.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Ven Lug 20, 2007 9:08 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
Fulvio








Registrato: 19/01/07 17:18
Messaggi: 59
Fulvio is offline 






MessaggioInviato: Mar Lug 24, 2007 5:59 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Finalmente anche Letta ha ufficializzato al sua candidatura e lo ha fatto senza buttarsi in mega conferenze molto americane come Veltroni.
Premetto che ho sempre stimato e stimo tutt'ora il Sindaco di Roma. Lo considero uno dei migliori politici che la sinistra attuale possa offrire, molto meglio di Dalema, Prodi Rutelli e quant'altro.
Ma come è stato designato no, proprio non mi va.
Prima batte i pugni per l'elezione diretta del segretario, poi ci si accorda sulle liste bloccate a sostegno di una candidatura unica, l'accordo Dalema Marini sul nome di Veltroni e le liste (tipo il manifesto dei coraggiosi) di appoggio che sanno tanto di correnti dei vecchi partiti.
Delusione totale.
Delusione tremenda.
Da lui non me lo sarei mai aspettato.
La politica è anche forma, non solo sotanza. Condivido quasi al 100% il suo programma (che, guarda caso è un programma di governo, non di un partito: parla di riforme istituzionali, di riforme economiche, ma nulla dice su come sarà il futuro PD), ma come si è arrivati a questa designazione no, prorpio non la condivido.
Molto meglio la Bindi. Più vera, più autentica, più combattiva.
Oggi però, con l'annuncio di Letta e il suo accento posto sulla libertà mi sento pienamente rappresentato anche io.

E in valle?
Che succederà?
Dato per scontato che la mozione 3 presenterà réan quale condidato regionale, come si muoveranno la mozione 2 e la mozione 1?
E, soprattutto, che farà il modem?
Piccola provocazione: e se un fratello Louvin dichiarasse la sua candidatura a segretario regionale del pd con contestule scioglimento di Vda Vive?? in fin dei conti erano pronti per farlo con RV che ha risposto picche.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mar Lug 24, 2007 7:29 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Fulvio ha scritto:
Finalmente anche Letta ha ufficializzato al sua candidatura e lo ha fatto senza buttarsi in mega conferenze molto americane come Veltroni.
Premetto che ho sempre stimato e stimo tutt'ora il Sindaco di Roma. Lo considero uno dei migliori politici che la sinistra attuale possa offrire, molto meglio di Dalema, Prodi Rutelli e quant'altro.
Ma come è stato designato no, proprio non mi va.
Prima batte i pugni per l'elezione diretta del segretario, poi ci si accorda sulle liste bloccate a sostegno di una candidatura unica, l'accordo Dalema Marini sul nome di Veltroni e le liste (tipo il manifesto dei coraggiosi) di appoggio che sanno tanto di correnti dei vecchi partiti.
Delusione totale.
Delusione tremenda.
Da lui non me lo sarei mai aspettato.
La politica è anche forma, non solo sotanza. Condivido quasi al 100% il suo programma (che, guarda caso è un programma di governo, non di un partito: parla di riforme istituzionali, di riforme economiche, ma nulla dice su come sarà il futuro PD), ma come si è arrivati a questa designazione no, prorpio non la condivido.
Molto meglio la Bindi. Più vera, più autentica, più combattiva.
Oggi però, con l'annuncio di Letta e il suo accento posto sulla libertà mi sento pienamente rappresentato anche io.

E in valle?
Che succederà?
Dato per scontato che la mozione 3 presenterà réan quale condidato regionale, come si muoveranno la mozione 2 e la mozione 1?
E, soprattutto, che farà il modem?
Piccola provocazione: e se un fratello Louvin dichiarasse la sua candidatura a segretario regionale del pd con contestule scioglimento di Vda Vive?? in fin dei conti erano pronti per farlo con RV che ha risposto picche.


Caro Fulvio, per ora cerco di rimettere ordine alla rappresentatività della varie mozioni che si sono presentate al 4° Congresso e ultimo dei Ds-Gv. La mozione del segretario L.Rean e V. Florio, Avetrani, coabitata da C.Fontana, M.Verducci, L.Boccazzi e che aveva come primo firmatario D. Avati non è la Mozione 3. Essa è la 1.
La Mozione 3 invece è quella capeggiata da A. Tonino, con Ferraris, Fresi, Caracciolo, Dell'Aquila...insomma quella che controlla il Comitato cittadino di Aosta con Monteleone. Rimane la Mozione 2, la nostra, quella " per la costituzione del Partito Democratico" e che ha come primo firmatario Emilio Zambon, e tutta quella "pletora di giovani" che assieme a Raimondo Donzel, Paolo Gianfranceschi ed il sottoscritto "vecchiaccio" di turno, avevano dato vita ad Area Democratica. Con noi ci sono anche C. Latino, C. Sciulli, L. Vernetti, S. D'Agostino ed altri eccellenti giovani che hanno portato un pò di scombussolamento nel granitico - nel senso di paracarro - partito dei Ds. [..]E’ stato quindi naturale per Area democratica, collaborando con i giovani della Mozione 2 nell’ultimo Congresso della GV-DS, aderire con convinzione al progetto di dare vita al Partito Democratico, anche se molti nella stessa GV-DS e all’esterno non hanno capito tale scelta per un malinteso senso del “giacobinismo”[..]. Giovani che fanno parte con superba capacità e volontà del Comitato Promotore.

Ecco, detto anche che il territorio, nel senso di bassa e alta valle, stanno ripensando e rivedendo alcune cose importanti, non spiegate loro dalle Mozione 1 e 3, la presentazione di "MoDem", vero atto dimostrativo di forza organizzativa da parte della Mozione 3, credo che molti giochi si stiano ancora giocando.

Caro Fulvio ti rispondo con le parole molto sagge di Raimondo Donzel:
" In questo senso il programma presentato da Veltroni ha aperto un interessante scenario. L’esigenza di un nuovo patto generazionale, la lotta contro la precarizzazione, uno sviluppo economico ecocompatibile e finalizzato al rilancio di un nuovo welfare, la necessità di coniugare il tema della sicurezza e della solidarietà nell’affrontare temi scottanti come l’immigrazione, la chiarezza nella collocazione del futuro PD senza più indulgere al trasformismo italico.
E quel che più conta l’apertura della proposta alle sollecitazioni dei tanti che vorranno partecipare a questa sfida. Vi sono anche altri candidati, altri programmi e altre idee, egualmente interessanti e meritevoli di attenzione. E nuovi contributi sono in preparazione. Ritengo che questo sia importante e oso dire entusiasmante. E' finalmente il segno che certi modi fare politica stanno andando in soffitta. Le competizioni anche nello stesso schieramento devono essere aperte e vere. Basta coi giochi di potere fra pochi “addetti ai lavori”. L’obiettivo fondamentale del Partito democratico è quello di valorizzare il pluralismo insito nei processi riformatori-democratici (di cui il recente accordo sulle pensioni è un efficace esempio) e va distinto dall’autoritarismo-rivoluzionario o conservatore (che sacrifica sull’altare del cambiamento i processi – talvolta sfibranti ma indispensabili – delle decisioni democratiche).
Una pluralità di vedute che non inficia la cornice che in apertura ho indicato; anzi la rafforza. Un costante concorso di idee per riportare l’Italia – e per noi la Valle d’Aosta – al passo degli altri Paesi – e delle altre regioni – dell’Unione europea e tornare ad essere motore attivo dell’Unione medesima. Il confronto tra più candidati ma soprattutto fra più liste avrà senso se il confronto (mai uno scontro) mirerà ad una sintesi che superi le vecchie logiche di corrente che hanno dominato la vita politica dei partiti della prima e seconda repubblica, cristallizzando l’agire politico e paralizzando i processi di ammodernamento delle istituzioni e di sviluppo economico, rispettando le persone e l’ambiente"
.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Fulvio








Registrato: 19/01/07 17:18
Messaggi: 59
Fulvio is offline 






MessaggioInviato: Mer Lug 25, 2007 9:48 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ti ringrazio per la precisazione.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Lun Lug 30, 2007 10:07 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Caro Fulvio,
io non darei per scontata la candidatura di Rean...ma tanto con settembre il mistero sarà svelato...
In merito al dibattito nazionale anch'io come te sono felicissima della scesa in campo di Letta anche se non nego che mi sarebbe piaciuto fosse stato accompagnato da Bersani...apprezzo anche il coraggio della Bindi.
I partiti infatti si sono già schierati e per questo auspico che la società civile si orienti diversamente....
Veltroni invece lo trovo troppo super partes. Non ho apprezzato il suo atteggiamento sulla firma per i referendum e non ho apprezzato la sua non presa di posizione in merito al manifesto di Rutelli.
A livello regionale vedremo ma se il comitato nazionale rimane sulle 250 firme per la candidatura a segretario immagino che sarà già un bel risultato avere 2 liste....
In merito ai fratelli Louvin invece credo che la loro posizione sia ben evidente. VDA VIVE ha votato e la loro linea di non partecipazione alla costituente è risultata vincente visto che nelle varie conferenze hanno sempre espresso la loro estraneità alla politica imposta dal nazionale quindi si candidassero mi verrebbe da sorridere. Non sarebbe male però che le persone di VDA VIVE che volevano far parte di questo progetto entrassero in qualche lista, partecipassero alle varie conferenze..dando anche loro un contributo di idee.
Per concludere quindi invito te, caro Fulvio, e tutte le persone interessate alla proiezione del video di Veltroni e al dibattito con Castellani il 1° agosto alle ore 21 nella saletta di Palazzo Regionale e il 2 agosto sempre alle 21 ci sarà un dibattito con Chiamparino all'interno della Festa dell'Unità per il Partito Democratico di Morgex.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Lug 30, 2007 2:15 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

erika ha scritto:
Caro Fulvio,
io non darei per scontata la candidatura di Rean...ma tanto con settembre il mistero sarà svelato...
In merito al dibattito nazionale anch'io come te sono felicissima della scesa in campo di Letta anche se non nego che mi sarebbe piaciuto fosse stato accompagnato da Bersani...apprezzo anche il coraggio della Bindi.
I partiti infatti si sono già schierati e per questo auspico che la società civile si orienti diversamente....
Veltroni invece lo trovo troppo super partes. Non ho apprezzato il suo atteggiamento sulla firma per i referendum e non ho apprezzato la sua non presa di posizione in merito al manifesto di Rutelli.
A livello regionale vedremo ma se il comitato nazionale rimane sulle 250 firme per la candidatura a segretario immagino che sarà già un bel risultato avere 2 liste....
In merito ai fratelli Louvin invece credo che la loro posizione sia ben evidente. VDA VIVE ha votato e la loro linea di non partecipazione alla costituente è risultata vincente visto che nelle varie conferenze hanno sempre espresso la loro estraneità alla politica imposta dal nazionale quindi si candidassero mi verrebbe da sorridere. Non sarebbe male però che le persone di VDA VIVE che volevano far parte di questo progetto entrassero in qualche lista, partecipassero alle varie conferenze..dando anche loro un contributo di idee.


Prima di tutto un ciao ad Erika: Bentornata! Poi per entrare subito in argomento, mi allineo con ciò che hai scritto sia sul segretario dei Ds che su Vda Vive. Io conosco alcuni ex compagni che sono entrati in quel partito. Lo hanno fatto in realizzazione di un progetto, allora eccellente, che mirava a raccogliere tutte le forze democratiche e liberali da qualunque parte arrivassero, pur di fare fronte ad una strapotere di una Uv dilagante e imperante. Ma il contenitore partito, per avere una forza di proposizione sul territorio deve essere pieno e nel contempo essere gestito oculatamente. Quello che non mi era chiaro allora come non lo è oggi è chi gestirà il contenitore in funzione di un rinnovamento e di un ricambio di una classe dirigente politica valdostana.

Essa sicuramente non potrà fare a meno di un ultimo colpo di coda: "Quello di partecipare almeno alle prossime elezioni regionali in funzione di condottieri, mi sembra come minimo indiscutibile. E siamo al nocciolo della questione! Ho saputo anch'io che in Vda Vive la linea di non partecipazione alla costituente del PD è risultata vincente, ma mi risulta anche che la vittoria sia stata alquanto striminzita. O almeno non cosi eclatatante come all'interno di Vda Vive si potevano aspettare.

Dunque cara Erika, molti di quegli ex compagni, potrebbero che sò, magari farci un pensierino, visto che un partito come il costituente PD oggi inizia ad avere un 'altra prospettiva anche qui in Valle. Quello di proporsi non più come un partito chiuso e localistico, ma soprattutto nazionale e pluralista. E quello che più conta non dimenticando mai di avere un occhio di riguardo all'Autonomia. Ecco che allora si aprirebbero altri fronti come ad esempio quello dell'elettorato più progressista che è sempre esistito e che in parte esiste anche nell'Uv. Dobbiamo già provare a ragionare e a pensare con un briciolo di lungimiranza, lasciando al suo destino tutta quella "zavorra" che probabilmente si sarà presentata ieri a Courmayeur al dibattito con Cicchitto&C di FI. Questa non potrà difendere i diritti dei più deboli. E' questo che determina lo spartiacque fra destra e sinistra. E questo sarà determinante per noi che saremo lì a presidiare questi valori...

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Mar Lug 31, 2007 8:17 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Guardate la Bindi come intende scegliere i candidati nella sua lista.
Non male:
Rosy Bindi consegna personalmente le tremila firme giurando di averne raccolte oltre il triplo e annunciando che sceglierà i candidati delle sue liste con il metodo delle primarie.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mar Lug 31, 2007 3:06 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

erika ha scritto:
Guardate la Bindi come intende scegliere i candidati nella sua lista.
Non male:
Rosy Bindi consegna personalmente le tremila firme giurando di averne raccolte oltre il triplo e annunciando che sceglierà i candidati delle sue liste con il metodo delle primarie.


Va bene Erika,
non saprei come descrivere, l'atto democratico che la Rosy intende proporre all'attenzione dei suoi simpatizzanti e concorrenti, ma come dire...non ti sembra un pò eccessiva
questa rincorsa alle primarie che procedendo di questo passo, a scalare dovremo proporre primarie anche a chi dovrà spogliare le schede? Naturalmente è una battuta, ma non troppo.

Laughing Wink

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Mar Lug 31, 2007 4:12 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sono d'accordo con te per quello che riguarda le liste regionali e soprattutto per liste di regioni piccole come la nostra dove io candidati sono 16 ma a livello nazionale non dev'essere semplice.
Si può anche utilizzare internet con dei sondaggi...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mar Lug 31, 2007 4:59 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Cerchiamo di uscire dalla frammentazione, dai piccoli litigi, concentriamoci sulla nostra capacità di aggregazione, mentre nel contempo vediamo di lavorare su quella degli altri. Abbiamo a disposizione la rete, che è uno strumento molto potente. Siamo tutti capaci di analisi, e possiamo davvero fare qualcosa per rilanciare la vita pubblica dei cittadini... perchè questo è il senso di questo progetto: riportare al cittadino il senso della cittadinanza, attraverso le associazioni, le federazioni e le UdB, i movimenti... con la politica, la solidarietà, l'aggregazione... tutto quello che è incompatibile con l'eccesivo individualismo liberista. Eppure anche noi cadiamo nei tranelli, litighiamo e ci perdiamo nelle minuzie, perdiamo facilmente di vista gli obbiettivi per puro amor proprio. Insomma di lavoro ce n'è proprio tanto, e la strada non è in salita, è proprio verticale.

Certe volte le divisioni di questa sinistra (e parliamo di elettori oltre che di partiti) suonano assurde... come se i 300 spartani alle Termopili si fossero divisi sulla base del colore del gonnellino e sulla forma dello scudo, mentre l'esercito persiano piombava su di loro... L'idea di costruire, o anche solo di rafforzare una rete di associazioni e Case dei Democratici è qualcosa di talmente impegnativo, che talvolta ci preoccupa. Ma ora che siamo partiti... evitiamoci inutili difficoltà e andiamo avanti cercando di coinvolgere gli scettici, che sono ancora tanti...anche al nostro interno.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Ven Ago 10, 2007 12:09 pm    Oggetto:  IL MIO SEGRETARIO
Descrizione:
Rispondi citando

Come al solito sarò io ha lanciare la bomba....
Il partito Democratico fin da subito mi ha entusiasmato, coinvolto e spinto a partecipare in maniera attiva al progetto, prima con Area Democratica poi con la mozione 2 al Congresso dei GV-DS e adesso con la mia possibile candidatura in una delle liste. Ma perchè tutto questo?
Perchè in questa scelta coraggiosa fatta da DS e Margherita ho visto finalmente un modo diverso di ragionare: finalmente si parla di rinnovamento (le liste bloccate tanto criticate sono sicuramente un buon modo per coinvolgere i giovani), finalmente con l'obbligo dell'alternanza di genere all'interno delle liste si potranno avere più donne, finalmente il segretario del partito sarà scelto dai cittadini tutti e non solo da pochi rappresentanti.
Proprio su quest'ultimo punto però vorrei soffermarmi.
Se i candidati segretari non saranno persone credibili, nuove (niente consiglieri, assessori...), con esperienza e ampiamente condivise questo progetto sarebbe un fallimento.
Vi immaginate se come candidato nazionale ci fosse stato Fassino, D'Alema, Rutelli o Prodi? Dove sarebbe stata la differenza? Vi immaginate se a livello regionale si riproponesse lo scontro interno dei gauche? Chi verrebbe a votare?
Magari ci verrebbero persone che non condividono il progetto tanto per spostare l'ago della bilancia ma poi non avremmo altro che la brutta copia di questa divisione e un clima teso in cui sarebbe impossibile lavorare...
Finalmente a questo progetto stanno partecipando persone nuove lontane da queste logiche personalistiche e con tanta voglia di lavorare. Persone con cui magari si discute se il futuro Partito Democratico dovrà essere anche Parti Democratique ma si discute e poi si torna ad essere amici come prima e si lavora insime.
Ecco quindi che proprio per le ragioni di cui sopra spero che come candidato ci sia una persona nuova, ricca di principi, ideali e valori, con tanta voglia di lavorare e con il desiderio di creare un PARTITO NUOVO dove l'apertura, la pluralità e il rinnovamento siano la base.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Ven Ago 10, 2007 2:03 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Giorgio Bruscia ha scritto:
Fare politica,
per Area Democratica…


Giorgio Bruscia

Fare politica, per Area Democratica, significa avere un progetto ed avere degli ideali. Una passione e un'intatta tensione morale. Saper far politica significa ottenere il massimo dell’ottenibile in una data situazione, saper valutare qual'è il massimo ottenibile fa parte della capacità politica di chi ha un ruolo importante di rappresentanza. Molti nostri personaggi, compagni di partito, si sono dimostrati incapaci a farla, alla luce degli eventi. Loro e non solo, hanno messo in atto delle scelte che hanno rappresentato e prodotto quel fenomeno fisico che io da sempre, nelle mie noiose lettere via internet, chiamo "stallo": Il giusto equilibrio in pratica tra lo stare in sella ed il cadere nella polvere. Naturalmente con tutte le conseguenze che ben possiamo vedere!

Un programma, i Ds e la sinistra che conta in Valle d'Aosta, riescono a produrlo o si continua ad andare avanti tentoni? Ho visto qualcosa di insignificante essere difeso nelle continue verifiche di maggioranza al comune di Aosta. Anche in consiglio regionale pur essendo noi all'opposizione e condividendo questo stato, un nostro programma non è mai stato proposto né rappresentato se non da narcisi inconcludenti. Troppe volte questo accade in questi tempi di debolezza del nostro partito privo di una rotta ben delineata. E questo dovrebbe fare drizzare le antenne a quei compagni che ancora docili, seguono strane evoluzioni. Prego notare i danzatori saltellanti che pur di poter galleggiare, "zompettano" da una posizione all'altra.

Un programma coeso, che nei suoi ideali, nelle sue progettualità, volando a quote di sicurezza, e che dia per scontato un fondamentale rinnovamento, noi di Area Democratica, non lo sentiamo ancora bisbigliare nell'aria. Se non ci sarà un programma serio e coerente, al nostro congresso non ci sarà un dibattito che ci farà fare alcun passo avanti, almeno fin quando nella ferrea organizzazione gestita dai soliti noti non si farà strada un movimento o una mozione dal titolo “tutti a casa prima di ricominciare”. Ma per quale ragione al mondo, il 30% degli iscritti (vedi mozione 1) hanno potuto decidere, in questo modo sciagurato, del destino di tutti, avendo come unico obiettivo la loro personale auto perpetuazione? L’ultima volta che si è vinto, la segreteria ha ampiamente dimostrato la sua incapacità di tenere insieme una maggioranza ben più larga che quell’attuale (ricordo che era il 70% ), dove gli eletti cambiavano posizione politica, più spesso delle camicie.

Il segretario stesso ha rinunciato ad incassare subito il successo della mozione 2, evitando di presentarsi con una sua lista di uomini nuovi, che avrebbe sparigliato il gioco. Il gioco invece è continuato con le stesse persone e convenzioni di prima, con i gruppi dirigenti che non hanno neanche potuto utilizzare il potere di designare gli eletti, continuando invece nell’abitudine di affidarsi ad anime belle o a fine mandato, pochissimo portate al gioco di squadra. Perchè mai dovrebbero essere capaci di tenere insieme una maggioranza oggi che vedo molto più striminzita di quattro anni fa? Nei documenti che in tutta fretta stanno allestendo si può scrivere quello che si vuole, anche la ricetta della "carbonada", ma se non si cambiano radicalmente tutti gli uomini, dal segretario in giù, e dando finalmente spazio ai giovani, ci ritroveremo, dopo altri quattro anni da Quart, come siamo oggi. Dovremo sperare nell’inizio di qualche crisi mistica o in qualche evento naturale dei soliti noti? Certo, non bisogna perdere la speranza, né la voglia di fare.


Cara Erika questo l'avevo scritto per la presenza di facce nuove già il 06.03.2007,
senza immaginare un'evoluzione di questa fatta, ma cosciente di essere nel giusto.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Mer Ago 29, 2007 10:32 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Questo rinnovamento in cui Raimondo e tutti voi avete creduto ha iniziato a dare i suoi frutti.
Con la grande energia dei giovani (io, Katya, Raffaella, Matteo, Piero, Luciano,...) e i consigli dei meno giovani (Giorgio, Paolo, Antonio, Mimmo...) che si riconoscono in questo progetto siamo già riusciti a raccogliere le 250 firme necessarie per l'ufficializzazione della candidatura.
Un grazie particolare è però riservato a colei che con il suo sostegno ci ha seguiti ovunque. Grazie Carmela...
Intanto sul sito dell'ulivo sono presenti anche i moduli per le assemblee nazionali e regionali...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
faustocoppi








Registrato: 08/01/07 17:44
Messaggi: 201
faustocoppi is offline 






MessaggioInviato: Ven Ago 31, 2007 2:39 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ho letto con attenzione l’articolo che Alessandro Camera ha redatto sulla Stampa per presentarci tutti i dubbi, alcune perplessità che Enrico Bich ha espresso in fatto di possibile candidatura alla segreteria del «partito nuovo». C’è un punto dove mi stupisce ed è là dove stimolato dal giornalista, dice : “Ci sto pensando con molta convinzione. Alcune condizioni si devono realizzare, devo parlarne a livello politico e fare delle valutazioni con i “compagni” di Alé Vallée, ma le sollecitazioni che mi sono arrivate da più direzioni mi stimolano a tentare l’avventura”.

Non tanto, ma un pochino stupisce…in effetti sono le stesse e identiche parole che disse all'appuntamento con l'Associazione per il Partito Democratico voluto dell'arch. Giuseppe Rollandin, giovedì 1 Marzo 2007 h. 18.00 c/o il Bar Villettaz di Aosta via Porte Pretoriane, 4 . C’era lui Bich, Crea, Luca Tonino, Giorgio Bruscia e c’erano Carmelo Pace e Rollandin. Come scrive Giorgio, con un messaggio relazionale sul forum di AD del 2 marzo 2007, erano tutti alla presentazione di APD-VDA. Già allora sollecitato da Giuseppe Rollandin, Bich rispose che doveva parlarne a livello politico e fare delle valutazioni con i “compagni” di Alé Vallée.

Ma chi sono questi compagni così importanti che devono a tutti i costi essere ascoltati sempre e comunque a prescindere? E’ il rispetto alle decisioni interne al movimento o c’ è un possibile altro motivo? Qui, invero, un piccolo dubbio mi sorge spontaneo. E come “faustocoppi” ho iniziato a “ pedalare” a ritroso nei ricordi, e qualcosa ho trovato, mi sono accorto cioè quanto pèsino gli apparentamenti per Enrico Bich (oggi Alé Vallée - Udeur - Unità socialista). Il ricordo corre ad un paio di elezioni fa, tra comunali e regionali, laddove entrato come indipendente nelle liste dei Ds, non ebbe grande fortuna, e fece come fanno in tanti nei Ds, appurato che non c’è “trippa per gatti”, fece il gran rifiuto alla Parisi e Zafettieri e altri ancora e fuori uscì.

E l’altro ricordo va alle elezioni per il rinnovo del Consiglio della Valle d'Aosta svoltesi l'8 giugno 2003: Alé Vallée 3.539 voti e il 4,7%. Dove Giovanni Aloisi, eletto il 6 giugno 2001 nella lista "Autonomisti/Autonomistes" ( in data 29 ottobre 2001 costituitosi nel "Gruppo misto") non riesce a rientrare in Consiglio regionale come Alé Vallée per pochissimo, appunto. Direte voi, ma cosa c’entra tutto questo? Apparentemente nulla, ma visto e sentito che in giro si sta valutando e pubblicizzando la figura e la posizione “Orsoliniana” di Enrico Bich, vorrei ricordare ai più smemorati che siamo alle porte del 2008, altra nuova opportunità di corsa per un seggio regionale.

Nessun appunto per carità alla presentazione di altri candidati, anzi l’agone politico e democratico va incentivato, ma vorrei, dato che ci sono, fare un piccolo appunto al Comitato Promotore del PD. A livello nazionale se non vado errato è sorta una contestazione importante nei confronti sia di Pannella che di Di Pietro escludendoli di fatto dalla corsa alla Segreteria. Il motivo? Non hanno sciolto il partito originario prima di confluire nel PD. E qui con Alé Vallée nessuno ha nulla da dire o da contestare? Io penso che i riferimenti nazionali per Alé Vallée siano quelli di Boselli, De Michelis, Claudio Signorile, che a dire il vero sono lontani anni luce dai principi e dalle posizioni del PD! Dunque sarà accettabile a tutti gli effetti che l’esponente di Alé Vallée sia candidabile a futuro Segretario del Partito Democratico?

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

faustocoppi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
emilio







Età: 39
Registrato: 03/01/07 18:31
Messaggi: 173
emilio is offline 






MessaggioInviato: Ven Ago 31, 2007 4:57 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

bel quesito ...
c'è da dire però che a differenza del nazionale
a livello regionale Alé Vallée è tra i partiti fondatori del PD
(probabilmente non sono così vicini a Boselli & co. e
io personalmente non ho mai ben capito la loro posizione)
quindi a conclusione del percorso costituente la sua "estinzione"
dovrebbe essere automatica al pari degli altri partiti co-fondatori ...
se queste sono le premesse non dovrebbe esserci nessuna
"controindicazione" tecnica alla candidatura di Enrico Bich
ma può essere che sbaglio, non sono per nulla infallibile nelle previsioni! Very Happy

_________________
"vola come una farfalla e pungi come un'ape" > Muhammad Alì

"l'elefante cerca invano di raccogliere i granelli di zucchero sparsi tra la sabbia,
ma la formica li potrà raccogliere facilmente" > Kabir
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Pagina 1 di 6

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008