Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

CGIL: Un mensile sul lavoro
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> TEMATICHE DEL LAVORO, ECONOMIA, FINANZA
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Ven Feb 15, 2013 4:10 pm    Oggetto:  CGIL: Un mensile sul lavoro
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

E nasce anche un mensile sul lavoro


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

I vertici Cgil nella presentazione del nuovo mensile

«Il lavoro non riceve sempre l'attenzione che meriterebbe, anche da parte dei media. Vogliamo fare la nostra parte anche in questo». Domenico Falcomatà presenta così il nuovo giornale della Cgil Valle d'Aosta. La dichiarazione d'intenti è confermata dal nome della testata mensile, «Spazio al Lavoro». «Da tempo - ha spiegato ieri il segretario regionale del sindacato - stiamo riflettendo sul tema della comunicazione e in modo particolare su come rendere la nostra attività più visibile agli iscritti». Da qui l'idea del giornale, nuovo ma con una storia alle spalle: «La Cgil - ha ricordato Falcomatà - ha un suo organo di informazione fin dal 1973 che, negli anni ha subìto varie mutazioni. Negli anni '90 c'è stata l'esperienza di “Cgil Oggi” che puntava, anche in quel caso, ad essere punto di riferimento per tutta l'organizzazione. Negli ultimi dieci anni invece usciva la testata “Cgil Formazione e Informazione”, utilizzata più che altro come bollettino da parte delle nostre categorie».

La nuova testata, diretta da Davide Avati, sarà «tirata» in 13 mila copie che saranno inviate a tutti gli iscritti Cgil e distribuite nei luoghi di lavoro, agli interlocutori istituzionali, alle associazioni e ai partiti politici: «Non è nostra intenzione - ha proseguito Falcomatà - sostituirci ai giornali esistenti, semmai vogliamo affiancarci al panorama editoriale dando spazio alle idee, alle proposte e ai volti delle persone che operano e attuano iniziative nella nostra organizzazione ma evitando di essere autoreferenziali». Katya Foletto, segretaria confederale, ha annunciato che il prossimo passo sarà «il sito Internet, che già nelle prossime settimane sarà presentato ufficialmente». Un'iniziativa che fa il paio con quella, partita ormai più di due anni fa, che ha portato alla copertura wi-fi delle cinque sedi regionali (ad Aosta, Châtillon, Donnas, Verrès e Morgex): «Teniamo molto a questo progetto ha commentato Falcomatà grazie al quale chiunque può connettersi fino a 200 metri di distanza dalle nostre sedi».
[D. M.]



Citazione:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

La Cgil Valle d'Aosta torna ad avere un mensile di informazione. Lo strumento - Spazio al lavoro - è stato presentato ieri nel corso di una conferenza stampa.

"Parlare di lavoro - ha sottolineato il Segretario della Cgil, Domenico Falcomatà - è una necessità, purtroppo non in tutti i programmi dei candidati alle prossime elezioni politiche si può trovare questo tema. Nei 15 mesi del Governo Monti il lavoro è stato umiliato dal punto di vista dei diritti e, anche in Valle d'Aosta, non sempre ha l'attenzione che invece meriterebbe".

Il mensile, a colori, di 16 pagine verrà stampato in 13mila copie e distribuito agli iscritti della Cgil ma anche alle associazioni, agli organi istituzionali, presso le sedi dei partiti politici e nei luoghi di lavoro. Al suo interno troveranno spazio oltre alle tematiche sul lavoro, la scuola, l'ambiente, le tematiche delle associazioni dei consumatori e delle altre associazioni affiliate al sindacato.

"Nel primo numero - spiega il direttore responsabile, Davide Avati - abbiamo pensato di fissare un punto di partenza andando a descrivere i servizi forniti dal sindacato, che non tutti conoscono. "

Il mensile si inquadra poi in un percorso di rinnovamento dei processi comunicativi della Cgil, partito dal progetto Wi-Fi che ha reso disponibile gratuitamente presso le 5 sedi del sindacato l'accesso alla rete internet. "A breve presenteremo anche un nuovo sito internet - sottolinea Katya Foletto - inoltre come Cgil siamo presenti sui social network perché riteniamo importante stare al passo con le innovazioni della comunicazione".
di Silvia Savoye

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Ven Feb 15, 2013 4:10 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Lug 03, 2014 3:16 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

l'Unità ha scritto:
"«Credo che la posizione che ha assunto la Fiat sia pericolosa». Susanna Camusso ha giudicato così, davanti ai microfoni di Rai News, la dura reazione del Lingotto in seguito allo sciopero nel rinato stabilimento di Grugliasco, ora Maserati. Un’astensione dal lavoro breve, proclamata dalla Fiom con la conseguente perdita produttiva di 11 vetture, che però è stata sufficiente ad innescare una pesante “rappresaglia”, con la decisione di sospendere il trasferimento di 500 lavoratori dall’impianto di Mirafiori a quello, appunto, di Grugliasco.

«La circostanza - ha proseguito la leader della Cgil - che si reagisca bloccando il trasferimento di lavoratori da Mirafiori a Grugliasco fa pensare che ci siano dei piani industriali variabili per impedire ai lavoratori di esprimere le loro opinioni». Piuttosto, ha concluso Camusso, «serve che la Fiat decida quale sia il suo destino industriale vero, quali investimenti deve fare». E' interessante questo concetto: "fa pensare che ci siano dei piani industriali variabili per impedire ai lavoratori di esprimere le loro opinioni"

Vi si potrebbe ravvisare un qualche reato di comportamento antisindacale, stante lo Statuto e le leggi vigenti. Occorre dimostrare l'esistenza di piani industriali variabili, di cui - se esistono - sono a conoscenza i direttori degli stabilimenti (avendoli costruiti su richiesta di Marchionne), e che proprio per questo potrebbero essere ascoltati come testimoni, qualora il magistrato di turno aprisse una indagine.

Quella di Camusso la si deve intendere come una denuncia non ancora circostanziata da fatti, ma che al ripetersi di simili articolazioni degli sviluppi, potrebbero prendere l'evidenza del corpo di reato.



Oggi ero con un parente molto stretto. Lui è un appassionato di Alfa Romeo...tanto da averne qualcuna diventata "storica". Il club degli alfisti spesso si ritrovano in una officina Alfa Romeo per la revisione o messa a punto del loro "gioiello" automobilistico. Parlando con i pochi addetti, questi si lamentano del fatto che non ci siano nuovi prodotti da vendere. Tutte le balle di Marchionne finiscono lì: niente nuove vetture, niente nuove sportive, salvo macchine da piccoli numeri. Insomma, niente nuovi investimenti. Quei soldi sono finiti negli Stati Uniti e da lì non tornano più. Monti lo aveva detto: gli Agnelli, con i loro soldi fanno quello che gli pare, ed è quello che hanno fatto. Pertanto mi giunge strano come ogni qualvolta si parli di lavoro, di industria, di addetti e di operai...si debba solo e sempre criticare il Sindacato, magari la Cgil. Di questi tempi anche il maggior partito al governo, il Pd, non ha buoni rapporti con l'Organizzazione dei Lavoratori.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> TEMATICHE DEL LAVORO, ECONOMIA, FINANZA Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008