Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

QUALITA' PER GOVERNARE (1)
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> ISTRUZIONE
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mer Gen 17, 2007 1:58 pm    Oggetto:  QUALITA' PER GOVERNARE (1)
Descrizione:
Rispondi citando

Caro Carmelo quello che continuo a riportare su questo forum, sono elaborazioni che da tempo ho fatto e che ho portato avanti nel mio partito: i Ds-Gv. Forse sono io a sbagliare a riportarle qui quasi a voler condannare anni di silenzio della Gauche. Ma non è così, non voglio partire da una posizione tale da dovere sempre condannare ciò che non è stato fatto. Voglio solo denunciare quanto tempo abbiamo perso a non fare nulla, anzi a non ascoltare chi qualcosa elaborava e non veniva ascoltato. Non è un puntare il dito contro l'abulia dei miei dirigenti che sempre riconosco come tali, ma che hanno percorso strade non confacenti con la base e gli ideali da sempre esaltati. Eccotene un esempio, uno stralcio di un mio documento.

Qualità per Governare E’ la parola chiave del nostro programma. Dopo anni di risultati non esaltanti dell’attuale maggioranza politica, dobbiamo ampliare e migliorare la qualità dei servizi in tutti i campi. Le emergenze e le incompiute non sono state superate. E’ necessario provvedere per una più alta qualità, dall'ambiente, delle infrastrutture, dei servizi e dei rapporti con tutte le categorie sia sociali sia operative

L'università, la Cultura
• Rivedere la condizione studentesca nella nostra Università.
• Creare e mobilitare risorse e progetti per dare più posti letto agli studenti fuori sede. Oggi in tutta Italia sono 32.000 circa e in una città come la nostra i nostri numeri sono ridicoli. Se il governo nazionale punta a realizzarne circa 14.000 nei prossimi anni, perchè non attivarsi per studi su questo settore e senza perdere il treno viaggiare assieme?
• Realizzare un più stretto rapporto della città e in particolare dell'amministrazione con il mondo universitario, con un coinvolgimento maggiore della facoltà, nei progetti per Aosta.
• Finanziare servizi di maggior qualità per tutti gli studenti dell'Ateneo:
1) nuove strutture residenziali da reperire in maniera oculata,
2) controllo dei prezzi degli affitti
3) agevolazione per l'uso dei mezzi pubblici, per chi non volesse abitare in Aosta
4) agevolare l'utilizzo delle strutture sportive e culturali


_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Mer Gen 17, 2007 1:58 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mer Gen 17, 2007 2:04 pm    Oggetto:  QUALITA' PER GOVERNARE (2)
Descrizione:
Rispondi citando

Qualche proposta.
Le borse di studio dovranno puntare a coprire fino al 90 per cento degli aventi diritto e soprattutto a fare avere i denari in anticipo e visto che le famiglie meno ricche non ce la fanno a darli prima, non è giusto che si indebitino o rinuncino agli studi. In pratica un patto di fiducia.
Pensare anche a recuperarli per via fiscale se qualcuno tradisce il patto di fiducia, nel caso si prenda i soldi e si scappi al primo anno senza dare esami.
Studiare, la mappa della Regione per vedere dove si possono fare crescere sul territorio, con poco sforzo economico e molta fantasia e intraprendenza, dei poli culturali - artistici con le loro specificità. Questi poli sono davvero molti in Italia, ma in Valle sicuramente No. Ad un certo punto, se fossimo sensibili a questi progetti ce li ritroveremo fioriti, dalla musica, alla danza, dalla scultura alla scuola alberghiera a tutte le tecnologie dalle elettroniche alle alimentari, ecc. Altro che soft economy ! Una miniera, sia per l’arrivo di tanti giovani che per le ricadute future. In pratica una straordinaria fidelizzazione.
La proposta è la grande ambizione di farne, anziché la cenerentola del sistema, un’area di assoluta avanguardia. Anche qui introducendo l'idea del diritto allo studio. Ma soprattutto facendone un elemento decisivo nella creazione di ricchezza economica, civile e culturale.
Creare spazi culturali concepiti a divenire di rilevanza nazionale, essi potranno essere strumenti fondamentali per una progettazione di ampio respiro che vada oltre la dimensione regionale. La cultura è il luogo dei valori e svolge soprattutto una funzione educativa, ma non va dimenticato il suo legame con la dimensione turistica e occupazionale. Sarà fondamentale la collaborazione con il mondo dell'associazionismo e la valorizzazione delle risorse territoriali.
Dobbiamo naturalmente parlare di finanziamenti, laddove la Regione svolgerà un ruolo diverso diventando un osservatorio della qualità e - pur mantenendo le funzioni di indirizzo e controllo - promuoverà la crescita di sinergie tra la dimensione Regionale e quella privata. Così come il ”Privato” dovrà prendersi le sue responsabilità e creare le strutture per finanziare gli studi, la ricerca per ottimizzare” La Cultura” magari con qualche Fondazione, così la Regione, con le quote della CVA che invece di sparpagliarle a pioggia senza aiutare in pratica nessuno, le riversi in una istituzione pubblica e dia sicurezza economica.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mahisehar







Età: 28
Registrato: 19/10/13 07:54
Messaggi: 1
mahisehar is offline 






MessaggioInviato: Sab Ott 19, 2013 8:00 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Per il Donzel "siamo di fronte agli sfoghi di un regime in declino. Vogliamo assoluta garanzia, in vista delle prossime elezioni, che nessuna pressione sia esercitata dal parte dell’Amministrazione regionale sulle scuole valdostane e sulla libertà di insegnamento."
_________________
ileatherjackets

katniss jacket
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Sab Ott 19, 2013 6:17 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

mahisehar ha scritto:
Per il Donzel "siamo di fronte agli sfoghi di un regime in declino. Vogliamo assoluta garanzia, in vista delle prossime elezioni, che nessuna pressione sia esercitata dal parte dell’Amministrazione regionale sulle scuole valdostane e sulla libertà di insegnamento."


Istruzione, Cultura e Università
Nessuno sviluppo, in particolare quello rispettoso dell’ambiente e innovativo, è possibile senza un salto di qualità nel livello medio di istruzione e cultura di un popolo.


1. Riprendere lo sforzo di innovazione che la scuola valdostana, in particolare quella primaria, ha saputo esprimere in passato, anticipando spesso riforme sul piano nazionale;
2. Liberare risorse culturali verso enti che non siano emanazione dell’Amministrazione regionale: la libertà è il presupposto della cultura;
3. Sostenere da subito un piano di sviluppo dell’Università verso i settori ambientale, scientifico e turistico, in sinergia con le Università dell’Arco alpino, per una grande Università della Montagna (Unica al mondo) e non limitarsi agli aspetti edilizi.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> ISTRUZIONE Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008