Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

NO INCENERITORE
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> AGRICOLTURA, AMBIENTE, TUTELA DEL TERRITORIO, ECOLOGIA
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Ott 20, 2011 6:31 pm    Oggetto:  NO INCENERITORE
Descrizione:
Rispondi citando

Ecco, appunto, anche io preferirei salvaguardare la mia salute visto anche che ne possiedo poca. Ora in contrasto con me stesso, sto seguendo le decisioni prese a maggioranza dal mio partito – sostenere il referendum – e proprio per questo sono uno di quelli che critica apertamente il governo regionale il cui Presidente pensa solo a scappare dalle responsabilità. Nelle fasi più delicate della politica nostrana, letteralmente assume posizioni egocentriche. E poi n questo governo valdostano c’è pure un assessore dell’ambiente che è a favore di tutto ciò le venga “proposto”… per non parlare degli altri soggetti, anche i nuovi acquisti che non vedono l’ora di mettersi il tovagliolo al collo e sedersi al desco…Che speranze mai ci potrannno essere che si dedichino a queste cose qui con estrema neutralità!? Sono buoni solo ad agitare lo spauracchio di Napoli, insistendo per la prosecuzione dell’iter di costruzione dell’impianto di “pirogassificazione” o ne avessero la possibilità ad aprire a forza le discariche per buttarci dentro “a munnezza”.

Tuttavia come dicevo sopra non riesco ad essere del tutto convinto dell’estrema pericolosità e tragedia immanente per l’impianto del pirogasificatore in Valle d’Aosta. Spero che nessuno ora mi scriva, parlando di essere già pronto (visto che pratico il Pd) ad assumere – stante prossime le elezioni – posizioni supine all’Uv&soci per entrare nei loro favori. Sarebbe meschino e infantile che il mio outing andasse nella direzione sbagliata.

Mi sono documentato e ho letto che la pirogassificazione è un processo chimico di ossidazione del materiale organico, esattamente come la combustione, che avviene in particolari condizioni che consentono di sfruttarne al meglio l’energia e ricavare altre specie chimiche particolari. Occorre far notare un punto importante prima di cominciare: la pirogassificazione non sostituisce la combustione nè la termovalorizzazione per come sono intese. Consiste in un trattamento chimico da cui si può ottenere energia elettrica e calore, convertendo la biomassa in altre sostanze la cui combustione risulta più semplice e meno inquinante, come il carbone e gli idrocarburi, che possono a loro volta essere bruciati per ottenere calore. In questo modo si ha uno sfruttamento più intenso e completo dell’energia contenuta nei legami molecolari della materia organica, con emissioni all’uscita più facilmente controllabili.

Tutto questo è molto interessante. Giustamente ci si chiede perchè i termovalorizzatori siano in testa alle scelte dei politici italiani, quando ci dicono che esistono alternative valide, pienamente riciclanti ed in grado di ottenete addirittura il quintuplo dell’energia necessaria per farle funzionare. Interessi politico-industriali in gioco? Il ministro dell’ambiente?

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Gio Ott 20, 2011 6:31 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Ott 20, 2011 6:34 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Patuasia ha scritto:
Paul Dice:

20 ottobre 2011 a 15:53

In Europa sono attivi attualmente (al 2002) 354 impianti di termovalorizzazione/incenerimento, in 18 nazioni. In alcune situazioni, impianti di questo genere sono da tempo inseriti in contesti urbani, ad esempio a Vienna, Parigi, Londra, Copenaghen. Paesi quali Svezia (circa il 45% del rifiuto viene incenerito), Svizzera (~100%), Danimarca (~50%) e Germania (~35%) ne fanno largo uso; in Olanda (in particolare ad Avr e Amsterdam) sorgono alcuni fra i più grandi inceneritori d’Europa, che permettono di smaltire fino a un milione e mezzo di tonnellate di rifiuti all’anno (~33% del totale). In Olanda comunque la politica – oltre a porsi
l’obiettivo di ridurre il conferimento in discarica di rifiuti recuperabili – è quella di bruciare sempre meno rifiuti a favore di prevenzione, riciclo e riuso (ad esempio mediante incentivi, come cauzioni e riconsegna presso i centri commerciali sul riutilizzo delle bottiglie di vetro e di plastica). Di contro altri paesi europei ne fanno un uso molto limitato o nullo: Austria (~10%), Spagna e Inghilterra (~4-7%), Finlandia, Irlanda e Grecia (0%) sono esempi in tal senso.

Fonte: wikipedia

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Ott 20, 2011 6:35 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Patuasia ha scritto:
Paul Dice:

20 ottobre 2011 a 15:53

In Europa sono attivi attualmente (al 2002) 354 impianti di termovalorizzazione/incenerimento, in 18 nazioni. In alcune situazioni, impianti di questo genere sono da tempo inseriti in contesti urbani, ad esempio a Vienna, Parigi, Londra, Copenaghen. Paesi quali Svezia (circa il 45% del rifiuto viene incenerito), Svizzera (~100%), Danimarca (~50%) e Germania (~35%) ne fanno largo uso; in Olanda (in particolare ad Avr e Amsterdam) sorgono alcuni fra i più grandi inceneritori d’Europa, che permettono di smaltire fino a un milione e mezzo di tonnellate di rifiuti all’anno (~33% del totale). In Olanda comunque la politica – oltre a porsi
l’obiettivo di ridurre il conferimento in discarica di rifiuti recuperabili – è quella di bruciare sempre meno rifiuti a favore di prevenzione, riciclo e riuso (ad esempio mediante incentivi, come cauzioni e riconsegna presso i centri commerciali sul riutilizzo delle bottiglie di vetro e di plastica). Di contro altri paesi europei ne fanno un uso molto limitato o nullo: Austria (~10%), Spagna e Inghilterra (~4-7%), Finlandia, Irlanda e Grecia (0%) sono esempi in tal senso.

Fonte: wikipedia

L’argomento “trattamento rifiuti” è secondo me una delle priorità del nostro Paese e della Regione VdA, sia in considerazione del fatto che in molte zone viene trascurato provocando un degrado del territorio, sia del fatto che, se ben uitlizzato, potrebbe diventare una fonte non indifferente di reddito per molti dei cittadini italiani che attualmente sono in difficoltà, sia come posti di lavoro che come recupero di ricchezza che attualmente per troppa parte va a finire in discarica. Non ce lo possiamo permettere più. In verità non ce lo siamo mai potuto permettere. Neanche in Valle d’Aosta

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Ott 20, 2011 6:36 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Patuasia ha scritto:
fiatosprecato Dice:

20 ottobre 2011 a 17:01

Come ben fa Paul iniziamo col chiamare le cose col loro nome. Il termine “termovalorizzatore” non esiste in nessuna lingua del mondo. Si chiama “inceneritore” e quello fa. Incenerisce. Punto. “Termovalorizzatore” è una classica ipocrisia all’italiana per far digerire qualcosa che digeribile non è. Vogliamo iniziare a ridurre la quantità di rifiuti prodotta? Bene. Obblighiamo i produttori a limitare od eliminare (ove possibile) gli imballaggi. Non possiamo continuare a pagare per “prodotto” carta, alluminio, plastica ecc. ecc. Che si obblighino i grandi centri di distribuzione a fornire liquidi alla spina (alimentari, detersivi) e alimenti “sciolti”. Il contenitore lo mette il cliente. Troppo complicato? No. Troppi interessi da andare a toccare.


_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Ott 20, 2011 6:37 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Patuasia ha scritto:
fiatosprecato Dice:

20 ottobre 2011 a 17:01

Come ben fa Paul iniziamo col chiamare le cose col loro nome. Il termine “termovalorizzatore” non esiste in nessuna lingua del mondo. Si chiama “inceneritore” e quello fa. Incenerisce. Punto. “Termovalorizzatore” è una classica ipocrisia all’italiana per far digerire qualcosa che digeribile non è. Vogliamo iniziare a ridurre la quantità di rifiuti prodotta? Bene. Obblighiamo i produttori a limitare od eliminare (ove possibile) gli imballaggi. Non possiamo continuare a pagare per “prodotto” carta, alluminio, plastica ecc. ecc. Che si obblighino i grandi centri di distribuzione a fornire liquidi alla spina (alimentari, detersivi) e alimenti “sciolti”. Il contenitore lo mette il cliente. Troppo complicato? No. Troppi interessi da andare a toccare.



No. troppe utopie e visioni oniriche. Ben sapendo infatti, che saremo sempre perdenti nei confronti di “lorsignori”. Una spiegazione? Guardate l’unità di intenti professata dai partiti “progressisti” e confrontatela con una qualunque realtà. Anche piccola come quella valdostana. Avete mai visto un progetto unitario condiviso e apprezzato da tutti gli oppositori della “corazzata”?

Da sempre ho solo letto di “sputtanamenti”, di buone intenzioni fasulle, di vagheggiamenti puritani, ma soprattutto di fantasticherie. I piedi per terra oggi non vanno più di moda.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Ven Ott 21, 2011 2:48 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
RIFIUTI-PIROGASSIFICATORE: SUL CONFRONTO L’ASSESSORE PERDE LA TESTA
Pubblicato: 21 ottobre 2011 | Autore: insiemearaimondo »

Il segretario regionale del PD Valle d’Aosta, Raimondo Donzel, interviene ancora sulla questione rifiuti-pirogassificatore dopo le dichiarazioni di ieri dell’assessore regionale all’Ambiente Manuela Zublena.

Sottolinea Donzel: “Il tema della gestione dei rifiuti è delicatissimo. Le dichiarazioni rese in aula e successivamente in un comunicato dall’assessore Manuela Zublena – che lancia accuse di frenesia e isteria ai comitati, e descrive pacifici cittadini valdostani che utilizzano strumenti democratici previsti dalla Costituzione e dalle leggi regionali per fare politica quasi come pericolosi ‘black block’ o esponenti di movimenti eversivi all’attacco delle istituzioni – sono il segno di un assessore che ha completamente perso il self-control, per non dire che è l’unico isterico di questa vicenda. Inoltre le accuse rivolte da Zublena ad una politica in cui “appare difficile trovare un filo logico”, le ribaltiamo allo stesso assessore e alla Giunta Rollandin che, avendo il dovere di governare, è piuttosto lei tenuta a spiegare il “filo logico” di scelte operate nel settore dei cantieri idraulico-forestali e della società salva-precari”.

Aggiunge il segretario regionale del PD: “Proprio mentre il Consiglio regionale, con il voto della sola maggioranza (perché le minoranze chiedevano anche di fermare l’aggiudicazione provvisoria dell’appalto) approva la richiesta degli 11 mila cittadini di un confronto tecnico-scientifico tra il pirogassificatore e altre tecnologie di trattamento dei rifiuti, e quindi – per decisione votata dallo stesso assessore Zublena – certifica la necessità di acquisire ancora un parere definitivo in merito, appare incomprensibile lanciarsi in una campagna ideologica e incendiaria a favore del pirogassificatore. E’ gravissimo il comportamento denigratorio dell’assessore volto a delegittimare cittadini e rappresentanti di maggioranza e di minoranza delle istituzioni comunali e regionali. Se la politica vuole essere credibile, abbassi i toni e rispetti ‘tutte’ le decisioni prese in Consiglio Valle”.


L'argomento "trattamento rifiuti" è secondo me una delle priorità del nostro Paese, sia in considerazione del fatto che in molte zone viene trascurato provocando un degrado del territorio, sia del fatto che (è una mia opinione del tutto personale), se ben uitlizzato, potrebbe diventare una fonte non indifferente di reddito per molti dei cittadini italiani che attualmente sono in difficoltà, sia come posti di lavoro che come recupero di ricchezza che attualmente per troppa parte va a finire in discarica. Non ce lo possiamo permettere più. In verità non ce lo siamo mai potuto permettere. Questo è un governo regionale il cui presidente pensa solo a scappare via da certe responsabilità. Nelle fasi più delicate di politica sparisce dalla circolazione. In questo governo c'è poi un assessore dell'ambiente che è a favore di tutto ciò le venga "proposto"... per non parlare degli altri soggetti, anche i nuovi acquisti... che non vedono l'ora di stringersi il tovagliolo al collo e apprestarsi a sedersi al desco. Che speranze mai ci possono essere che si dedichino a queste cose qui!? Sono buoni solo a parlare male di Napoli e a cercare di ampliare a dismisura la discarica per buttarci dentro tutta la munnezza possibile. La nostra Amministrazione regionale si sente sotto attacco! Lo dice con una sceneggiata da bagaglino, l’assessore all’Ambiente, Manuela Zublena che lo direi con tranquillità: ha "sbroccato". La certezza dell’assessore è che ciò che anima i promotori dei comitati e tutti coloro che l'osteggiano non sia l’interesse della Valle d’Aosta. Lei e non solo lei vede la risoluzione del problema dei rifiuti, non un dialogo o una discussione con la minoranza, ma una campagna politica contro la sua maggioranza.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Mar Gen 31, 2012 7:08 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Aostaoggi.it 31/01/2012 ha scritto:
Referendum pirogassificatore, Rollandin: «gente obbligata a fare azioni di cui si pentirà»

AOSTA. «Bisogna ammettere che si lavora di più per mettere ostacoli e per obbligare la gente a far azioni di cui poi si pente, facendo leva su sentimenti che possono essere allertati faziosamente su temi delicati». Il presidente della Regione, Augusto Rollandin, ha così commentato in diretta su Aostaoggi.tv la legge di iniziativa popolare promossa da Valle Virtuosa contro il pirogassificatore e supportata da una petizione firmata undicimila valdostani (un vero record).

Durante la trasmissione live della Fiera di Sant'Orso, parlando di politica regionale, il presidente del Governo valdostano ha definito il pirogassificatore «una soluzione ottimale», senza alternative, e con rischi per la salute a «livello zero».
redazione



La nostra Amministrazione regionale con il "Gran Capo" in testa si sente sotto attacco! Lo dice come in una sceneggiata nella trasmissione live della Fiera di Sant'Orso. Il presidente del Governo valdostanoo parlando di politica regionale, ha definito il pirogassificatore «una soluzione ottimale», senza alternative, e con rischi per la salute... a «livello zero». La certezza è che ciò che anima i promotori dei comitati e tutti coloro che l'osteggiano non facciano assolutamente l’interesse della Valle d’Aosta. Lui e non solo lui - pensiamo tanto per fare un nome all'assessore Zublena - vede la risoluzione del problema dei rifiuti, non come un dialogo o una discussione con la minoranza, ma come capita spesso con chi ha l'arroganza del potere, una campagna politica contro il suo governo. Forse è proprio questo che rende gli oppositori ancor più accaniti nel contestargli questa operazione. Se smettesse i panni di colui che ha sempre ragione a prescindere, stante naturalmente la consistenza dei numeri della maggioranza, se iniziasse a dialogare con senso più paritario, se potesse a volte fuori dai canoni normali, dare un briciolo di ragione a coloro che tecnologicamente ne sanno anche più di lui, se lontanamente pensasse che essere un tuttologo decisionista oggi non rende più tanti voti, allora si sarebbe potuto - forse - anche addivenire ad un incontro di mediazione più costruttivo.
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Mer Mag 30, 2012 5:05 pm    Oggetto:  nuovo sito...
Descrizione:
Rispondi citando

già giorgio,
prova a guardare il nuovo sito messo in piedi dall'amministrazione regionale.
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


si parla solo dell'energia prodotta dai rifiuti e molto poco della differenziata.
Non c'è che dire culturalmente continuiamo a regredire!!!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Ago 06, 2012 6:11 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Charvensod Capoluogo sulla strada regionale per Pila sventola la bandiera per non bruciare il nostro Futuro,
del Comitato per il SI' contro il pirogassificatore... Fai sventolare la bandiera anche nel tuo Comune!


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Nil est dictu facilius, itáque facta non verba
Niente è più facile che parlare, perciò, fatti, non parole...


_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
raimondo








Registrato: 04/01/07 11:37
Messaggi: 216
raimondo is offline 






MessaggioInviato: Sab Nov 17, 2012 9:47 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Carissime democratiche, carissimi democratici,
Compagne e compagni,
Amici


Io VOTO!
perché non ho dimenticato chi è morto per la DEMOCRAZIA!
perché il referendum propositivo è frutto dello Statuto speciale e votando difendo l'AUTONOMIA!
perché la SALUTE viene prima di tutto e il pirogassificatore inquina!
perché il tempo delle grandi opere, costose, dannose, impattanti è finito; è il tempo dell'EQUITA' e dell'attenzione ai bisogni dei cittadini a partire dal LAVORO!
perché voglio bene alla mia terra, perché amo la Valle d'Aosta e i Valdostani!

Riassunto: IO VOTO: per la Democrazia, l'Autonomia, la Salute, l'Equità e il Lavoro; e per un atto di AMORE alla mia terra!
Passaparola!

Non è un ordine di scuderia! Ma un pensiero personale che condivido con i simpatizzanti e gli elettori del partito che accedono a questo forum!

Abbiamo partecipato al più grande movimento popolare dagli anni settanta ad oggi!
Ai nostri figli potremo dire: noi c'eravamo. Abbiamo fatto una grande battaglia democratica e civile per una Valle d'Aosta migliore!

E' già una vittoria!

Un abbraccio a tutti voi e un grazie ai tanti che hanno collaborato in questa difficile ma autentica e partecipata lotta politica per il Bene comune!

Un abbraccio

Il Segretario
Raimondo Donzel

_________________
«[...] Oggi vi dico, amici, non indugiamo nella valle della disperazione, anche di fronte alle difficoltà dell'oggi e di domani, ho ancora un sogno. [...] Martin Luther King jr. (28 agosto 1963)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Sab Nov 17, 2012 4:34 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

raimondo ha scritto:
Carissime democratiche, carissimi democratici,
Compagne e compagni,
Amici


IO VOTO!
perché non ho dimenticato chi è morto per la DEMOCRAZIA!
perché il referendum propositivo è frutto dello Statuto speciale e votando difendo l'AUTONOMIA!
perché la SALUTE viene prima di tutto e il pirogassificatore inquina!
perché il tempo delle grandi opere, costose, dannose, impattanti è finito; è il tempo dell'EQUITA' e dell'attenzione ai bisogni dei cittadini a partire dal LAVORO!
perché voglio bene alla mia terra, perché amo la Valle d'Aosta e i Valdostani!

Riassunto: IO VOTO: per la Democrazia, l'Autonomia, la Salute, l'Equità e il Lavoro; e per un atto di AMORE alla mia terra!
Passaparola!

Non è un ordine di scuderia! Ma un pensiero personale che condivido con i simpatizzanti e gli elettori del partito che accedono a questo forum!

Abbiamo partecipato al più grande movimento popolare dagli anni settanta ad oggi!
Ai nostri figli potremo dire: noi c'eravamo. Abbiamo fatto una grande battaglia democratica e civile per una Valle d'Aosta migliore!

E' già una vittoria!

Un abbraccio a tutti voi e un grazie ai tanti che hanno collaborato in questa difficile ma autentica e partecipata lotta politica per il Bene comune!

Un abbraccio

Il Segretario
Raimondo Donzel



La sbandierata indifferenza degli ignoranti e dei cinici, quella tanto odiata da Gramsci, si ripresenta anche oggi, quando il rifiuto totale diventa l'ennesima forma di disimpegno, il tanto peggio, tanto meglio dei vili, che aspettano alla fine l'esito della battaglia. Un altra facile forma di disimpegno è l'adesione entusiastica a qualsiasi salto nel buio, quel buio fitto che nasconde ostacoli ed asperità sotto la cappa magica del condottiero. Sono d'accordo, Raimondo, il tanto peggio tanto meglio, lo stare alla finestra in attesa della fine della battaglia sventolando la bandiera del "Franza o Spagna purchè se magna", la bandiera degli indifferenti, di quelli che sloganeggiano "tanto sono tutti uguali", del "ma a me che mi frega della politica", è una malattia grave che mette in discussione perfino la democrazia.

Non mi interessa se chi non va a votare giustifica il suo atto come protesta per nascondere l'appecorinamento o meno, perché io considero quelli che scelgono questa strada come nemici perfino di se stessi, del loro stesso interesse, e sono preoccupato per l'entità di questa protesta o appecorinamento, ma sono ancora più preoccupato per chi è pronto a saltare nel buio seguendo il consueto pifferaio magico che sempre sorge dalle brume della destra populista alleata con l'Uv e quant'altro... quando una certa sinistra si dibatte in difficoltà più ideologiche che pratiche.


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> AGRICOLTURA, AMBIENTE, TUTELA DEL TERRITORIO, ECOLOGIA Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008