Indice del forum

AREA DEMOCRATICA

BLOG: http://www.areademocratica.blogspot.com/

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

COMUNICATI e (ANSA)
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2, 3 ... 14, 15, 16  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Sab Feb 09, 2008 2:14 pm    Oggetto:  COMUNICATI e (ANSA)
Descrizione:
Rispondi citando

(ANSA). ha scritto:
11:15 ARCOBALENO: CARLO CURTAZ CAPOLISTA ELEZIONI REGIONALI
(ANSA) - AOSTA, 9 FEB -
Carlo Curtaz, avvocato di 51 anni, consigliere regionale dal 30 giungo 1998 e rieletto nel 2003, ha lasciato il Consiglio l'8 luglio 2006 per il criterio della rotazione, sarà il capolista della lista Arcobaleno Vallee d'Aoste. Attento al mondo del sociale, Curtaz dovrà, secondo il mandato del Comitato elettorale Arcobaleno, "svolgere un'efficace azione di sintesi di tutte le sensibilità e progettualità presenti nella lista".

Il Comitato elettorale di Arcobaleno Vallee d'Aoste nell'esprimere "apprezzamento per l'attività svolta dai parlamentari valdostani" sottolinea che Arcobaleno "intende operare, in sintonia con le altre forze, per una conferma delle alleanze e delle candidature della primavera 2006", mentre per quanto riguarda le elezioni regionali ribadisce "la necessità di una coalizione autonomista-progressista coerente con quella delle elezioni politiche".

Arcobaleno Vallee d'Aoste si dice poi "pronto a definire con il Partito Democratico, Renouveau Valdotain e Vallee d'Aoste Vive un programma comune di governo che consenta di offrire agli elettori la prospettiva di un effettivo cambiamento nel modo di amministrare la Regione Valle d'Aosta".

Il Comitato annuncia, poi, che "la lista di Arcobaleno Vallee d'Aoste sarà caratterizzata da uno sforzo importante per dare spazio a nuove candidature ed ad una ampia presenza femminile". Ad ogni candidato sarà chiesto di "dichiarare preventivamente di non aver riportato condanne per reati contro la pubblica Amministrazione e di non avere in corso procedimenti penali". Inoltre i candidati di Arcobaleno dovranno garantire "un impegno rigoroso per eliminare privilegi dei consiglieri regionali che sono percepiti negativamente dall'opinione pubblica" e di "confermare forme di rotazione degli eletti in modo da sottolineare lo spirito di una squadra compatta e coesa". (ANSA).



(ANSA). ha scritto:
13:16 VDA-VIVE: P. LOUVIN, DISPONIBILI AD INCONTRARE UV
(ANSA) - AOSTA, 9 FEB -
La disponibilità "per un incontro ufficiale con l'Uv, nel corso della settimana prossima in una data da concordare" è stata espressa oggi da Paolo Louvin, segretario di Vallee d'Aoste-Vive, che chiede "di poter discutere, oltre che sui temi che i nostri interlocutori vorranno affrontare, su alcuni a noi particolarmente cari, per vedere se vi sono basi comuni per affrontare nel corso della prossima legislatura, importanti temi sui quali la gente aspetta risposte".

Tra i temi che stanno più a cuore Louvin cita "la 'questione morale', non come attacco ad personam, ma come base etica del fare politica; la riduzione dei costi della politica, senza che venga giudicata populista o demagogica, lo snellimento della macchina burocratica e la riduzione della partecipazione regionale nell'attività economica regionale".

Paolo Louvin sottolinea però che "non vi saranno certamente i presupposti per un accordo elettorale: troppo distante il modo di affrontare i problemi da parte dei due movimenti, ma potrebbe essere il momento per impegnarsi congiuntamente dichiarando l'impegno verso i cittadini per alcuni passi importanti sui temi richiamati". (ANSA).



Wink

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli


Ultima modifica di giorgio il Gio Gen 26, 2012 2:41 pm, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Sab Feb 09, 2008 2:14 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Feb 10, 2008 9:50 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La Stampa 09 Febbraio 2008 ha scritto:

L’accusa di Ottoz
«Risorse ingiustificate nella comunicazione»


Eddy Ottoz (Cdl) ha riportato in Consiglio la questione dei costi della politica. Nell’interpellanza che ha presentato (con Lattanzi) ha inserito anche le risorse impegnate nella comunicazione. «C’è un proliferare di pubblicazioni periodiche prodotte e distribuite in un modo che pare scoordinato, convenzioni speciali, appalti e collaborazioni con agenzie di stampa esterne e altri operatori da cui si ricava l’impressione che non esista un indirizzo omogeneo nella strategia di comunicazione della Giunta». A proposito dell’Ansa, Ottoz si è lamentato «perché nessuna risposta è stata data sull’utilità di quanto speso per l’agenzia e sui motivi per cui si è passati da 90 mila a 450 mila euro l’anno: risorse enormi che servono soltanto a cercare di rendere più autorevoli le veline di chi sta al potere». Poi ha accusato la Giunta «di non essere in grado di fornire dati sui costi della comunicazione, ginepraio indistricabile nel quale enormi risorse (per Ottoz più di un milione di euro) si disperdono in mille rivoli».


Ah, basta uscire dal "giro" perchè queste cose possano essere dette con tranquillità? Ma dov'era il consigliere Ottoz quando qualcun altro si prendeva la briga di denunciare queste cose e veniva tacciato di fomemtatore politico e di raccontare panzane? Comunque un grazie all'ostacolista che dopo aver fatto i suoi lunghissimi 110 mt. tutti tesi a superare ostacoli relativamente bassi e per sport, ora lo fa con più determinazione pur essendo meno giovane e gli ostacoli più elevati.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli


Ultima modifica di giorgio il Lun Feb 11, 2008 3:06 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Feb 11, 2008 3:09 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(ANSA) ha scritto:
14:03 PD: COSTITUITI I CIRCOLI VDA ED ELETTI COORDINAMENTI
(ANSA) - AOSTA, 10 FEB -
OLtre 460 aderenti al Pd Valle d'Aosta hanno partecipato ieri pomeriggio e sera alla costituzione dei 12 circoli valdostani e all'elezione dei coordinatori.

"In soli quindici giorni - si legge in una nota della direzione - si è raggiunta l'adesione che Ds e Dl avevano nel 2006 e il successo del radicamento del Pd è la migliore risposta all'antipolitica e alla crisi dei 'vecchi' partiti". Per il Pd "il segno del rinnovamento è stato dato dalla partecipazione di giovani e donne che finalmente, grazie al Partito Democratico, raggiungono posizioni di responsabilità".

Questi i nomi dei più votati, circolo per circolo, diffusi dall'Ufficio stampa del Pd: Matteo Tripodi (Valdigne), Rosa Anna Domenighini (Grand Paradis), Paolo Gianfranceschi (Grand Combin), Luciano Boccazzi (Aosta Est), Giulio Cappa ( Aosta Centro-Collina), Simone Agrestini (Aosta Ovest), Katya Foletto (Quartiere Cogne-Aosta), Angela Perri (Mont Emilius 1-2), Emilio Zambon (Mont Emilius 3), Yvonne Barmasse (Monte Cervino), Olga Pernel (Evançon), Maurizio Pitti (Mont Rose-Walser). (ANSA).


_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Lun Feb 11, 2008 3:11 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sono veramente contenta sia Carlo a guidare questa cosa.
Un uomo moderato, un uomo onesto, un gressaen!!!!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Gio Feb 14, 2008 9:41 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
13:57 L.ELETTORALE: ARCOBALENO, VANIFICATO TENTATIVO ESCLUDERE
V.'L.ELETTORALE: VDA VIVE, RIMOSSSE RESTRIZIONI...' DELLE 9.23

(ANSA) - AOSTA, 14 FEB -
"Dichiarando incostituzionale la norma la Corte Costituzionale ha vanificato il tentativo, mascherato dalla necessità di evitare situazioni di conflitto, di escludere una categoria di cittadini dalla vita politica della nostra regione". Così il gruppo regionale Arcobaleno commenta in una nota la sentenza della Consulta e esprime "soddisfazione per il riconoscimento del diritto, garantito a tutti i cittadini ivi compresi i professori, i ricercatori e i titolari dei contratti di insegnamento in corsi universitari realizzati in Valle d'Aosta, di partecipare senza impedimento alcuno alle competizioni elettorali".

"Già in fase di approvazione della legge regionale - prosegue la nota - il gruppo Arcobaleno aveva sostenuto questa posizione, ora confermata dalla sentenza dell'11 febbraio, contrastando l'impianto normativo voluto dalla maggioranza regionale che ledeva profondamente il diritto di elettorato passivo di ricercatori e docenti universitari". (ANSA).


Citazione:
13:57 L.ELETTORALE: UV, CONFERMATO IMPIANTO NORMATIVO NUOVA LEGGE
V. 'L.ELETTORALE: VDA VIVE, RIMOSSE RESTRIZIONI...' DELLE 9.23

(ANSA) - AOSTA, 14 FEB -
"La bocciatura da parte della Consulta di una frazione marginale della legge regolante le indennità ed incompatibilità dimostra la sostanziale rispondenza di un impianto normativo e complesso alle norme fondamentali della Repubblica". E' quanto sostengono, in una nota, il presidente dell'Union Valdotaine, Guido Cesal, e il capogruppo Uv in Consiglio regionale, Roberto Vicquery, commentando la sentenza della Corte Costituzionale.

"Il fatto che il complesso lavoro, sottoposto a giudizi pesanti durante tutto il suo iter da parte di certe frange dell'opposizione, abbia vista riconosciuta una sua piena legittimità anche da parte della Corte Costituzionale - prosegue la nota - non può che soddisfare le attese di quanti hanno operato per la sua approvazione".

"Si chiude finalmente - si legge ancora - un periodo di polemiche, culminato con la stagione referendaria, e con la dimostrazione effettiva che le Istituzioni sono perfettamente in grado di lavorare ben sapendo interpretare le attese dell'opinione pubblica. Il fatto che il Consiglio Valle abbia legiferato senza farsi condizionare da falsi fautori della democrazia è la conferma che le istituzioni tanto bistrattate sanno ancora dare delle risposte ai bisogni della gente". (ANSA).


Quello che a me pare un pochino strano è che un segretario di partito, quello Democratico, responsabile fino all'altro giorno del settore Scuola della Cgil anche lui laureato e professore ora impegnato nell'insegnamento, non abbia avuta l'opportunità di dire la sua. Raimondo Donzel ha le carte in regola per dire la sua con l'autorevolezza necessaria e riconosciuta da tutto il corpo insegnante valdostano. Sarebbe ora che i media valdostani oltre all'ANSA, agenzia che dovrebbe essere identificata come super partes tra le fonti informative, iniziassero ad accettare e a prendere in considerazione anche il nuovo che sta avanzando. Non se ne può più con i vecchi sistemi della vecchia politica.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Sab Feb 16, 2008 6:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(ANSA)" 15:01 ha scritto:
PD: VDA; CHIESTO A NICCO-PERRIN DI RICANDIDARSI A POLITICHE

(ANSA) - AOSTA, 16 FEB -
Alla luce del documento 'Due anni al servizio della Valle d'Aostà presentato in conferenza stampa ieri dai parlamentari valdostani, il Partito Democratico chiede a Carlo Perrin e Roberto Nicco di esplicitare la disponibilità a ricandidarsi alle prossime elezioni politiche. Una decisione che consentirebbe "da subito di operare per creare il maggior consenso possibile intorno ad un progetto che valorizzi l'autonomia valdostana nel contesto dello sviluppo federale dello Stato italiano e dell'Unione europea".

Lo ha deciso l'assemblea costituente del Pd, approvando un documento in cui si definisce "molto positivo" il lavoro svolto da Nicco e Perrin a Roma. I due erano stati eletti nel 2006 con i voti dell'Alleanza Autonomista-Progressista, formata da Democratici di Sinistra, Renouveau Valdotain, Valle d'Aosta Viva, La Margherita, Rosa nel pugno e dai partiti dell'Arcobaleno.

(ANSA).


Auspico di tutto cuore che entrambi i parlamentari si sentano onorati di questa decisione presa dall'Assemblea Costituente del nuovo Partito Democratico e dai suoi "Fondatori". Personalmente mi piacerebbe vedere l'on. Nicco con una dose di entusiamo maggiore di quella dimostrata a Montjovet, quando gli allora Ds lo proposero per la prima candidatura.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Sab Feb 16, 2008 7:37 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

17:42 (ANSA) ha scritto:
UV: CESAL, CONDIVISIBILE MA TARDIVO APPELLO PARLAMENTARI

(ANSA) - AOSTA, 16 FEB -
"Il richiamo alle larghe intese che dovranno porre al centro 'La Valle d'Aosta e i suoi abitantì appare del tutto condivisibile anche se tardivo".
Il presidente dell'Union Valdotaine, Guido Cesal, commenta così la proposta formulata ieri dai parlamentari valdostani uscenti, Roberto Nicco e Carlo Perrin.
Cesal precisa che "questo richiamo sarà oggetto di analisi da parte del movimento dell'Uv nel corso della prossima settimana. Evidentemente tutto ciò avverrà nel pieno rispetto degli impegni già presi con i partners di maggioranza".

L'appello a una larga intesa per le elezioni politiche, formulato da Nicco e Perrin, è letto da Cesal come "il riconoscimento del fallimento di un progetto politico che non poteva essere più esplicito soprattutto perché viene da coloro che ne sono stati gli interpreti principali". "La pletorica coalizione del 'galletto' - ha proseguito - è giunta al capolinea a causa della diversità di opinioni tra componenti eterogenee e a causa della confusione e della contraddizione tra posizioni divergenti, spesso antitetiche tra loro e assolutamente incapaci di affrontare e di rappresentare i reali bisogni di questa regione".

Il presidente dell'Union Valdotaine sottolinea al tempo stesso: "Come sempre siamo disponibili a riflettere e a ragionare con chiunque, senza però farci coinvolgere in iniziative confuse, farci travolgere da facili entusiasmi o inoltrarci in combinazioni astruse che nulla hanno a che spartire con la nostra tradizione". Nel condividere il fatto che la Valle d'Aosta "ha bisogno di una rappresentanza parlamentare forte, ma coesa e chiara nei suoi propositi, che sappia rappresentare a Roma i reali bisogni della nostra regione e della sua gente", Cesal si augura che "si possa finalmente tornare alla chiarezza e al confronto aperto e schietto, sgomberando il campo da posizioni ideologiche oramai superate e da personalismi oltremodo dannosi".

(ANSA).


Anche questa volta,i signori dell'Uv, hanno perso l'occasione di riflettere. Seppure l'Uv non abbia ancora dimenticato "il disastro", delle precedenti elezioni, non è riuscita a venire a patti con la catastrofe, perché viene ripetuta indifferentemente, anche oggi, ogni volta che affiori una differenza nella politica partecipativa con altri partiti che lei considera comprimari. Anziché rimuovere dalle classificazioni politiche di appartenenza, quelle etichette di superiorità oserei dire fastidiose, esse vengono poste in campo come false affermazioni finalizzate all'omologazione ideologica della “gente valdostana che nulla ha a che spartire con la sua tradizione", ed alla “assoluta incapacità degli “altri” di affrontare e di rappresentare i reali bisogni di questa Regione". Insomma ancora oggi l'Uv cerca sempre la distruzione o l'asservimento degli avversari.

Io credo e ho sempre sostenuto che riflettere non fa mai male, figuriamoci dunque se riflettere, non lo ritenga del tutto importante. Della serie: ci vorrebbe un moto di indignazione contro questa banalità! Questa presupposizione non necessita di una elevata intelligenza, ma semplicemente come dice Socrate serve " l'abitudine di vivere insieme, e in particolare con se stessi, che significa, essere occupato in un dialogo silenzioso tra io e io, che è stato chiamato "pensare". L'incapacità di pensare non è stupidità: può essere presente nella gente più intelligente e la cattiveria non è la sua causa, ma è necessaria per causare grande male. Dunque l'uso del pensiero previene il male. Allora signori dell'Uv, riflettete un pò più a lungo...

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
erika








Registrato: 04/01/07 08:32
Messaggi: 786
erika is offline 






MessaggioInviato: Gio Feb 21, 2008 4:37 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E direi ottima la risposta che trovate sul sito del Partito democratico
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

visto che oggi sono tutti diventati Veltroniani...

"Niente larghe intese. Io sono per scrivere insieme le regole del gioco e poi la partita si gioca tra squadre diverse."

Walter Veltroni
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
faustocoppi








Registrato: 08/01/07 17:44
Messaggi: 201
faustocoppi is offline 






MessaggioInviato: Sab Mar 15, 2008 12:00 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ANSA Valle d'Aosta 14/03/2008 ha scritto:
17:19 ELEZIONI: CAVERI, PER PAR CONDICIO PIU' SPAZIO A OPPOSIZIONE

AOSTA, 14 MAR -
"Il fenomeno liberticida della par condicio ha cancellato alcune forze politiche dai palinsesti radio-televisivi e tra queste anche l'Union valdotaine che nonostante sia forza di maggioranza relativa a livello locale ha minor spazio delle opposizioni, mentre a livello nazionale non ha alcun accesso nei telegiornali". Luciano Caveri, presidente della Regione, ha cossì commentato "le storture di una norma applicata in modo rustico".

Il presidente ha poi evidenziato "l'assurdità che che si verifica a livello locale si intervistano senza problemi futuri candidati ma viene tolta voce e volto ai sindaci e a quanti sono impeganti nell'amministrazione della cosa pubblica". Per porre fine "all'anomala" Caveri ha auspicato l'intervento dei vertici dei giornalisti valdostani. (ANSA).


Certo, caro presidente, questa fenomenologia a lei del tutto sconosciuta qui in Valle, oggi in campo nazionale colpisce anche lei e il suo partito. Esattamente alla stessa maniera che la censura della stampa locale sistematicamente colpisce organizzazioni e partiti più piccoli operanti qui in Vd'A. una sorta di legge del contrappasso. Evidentemente il modo rustico, come scrive la redazione, e come dice lei, viene comminato a tutte quelle realtà che nell'ambito di una "maggioranza che governa", sono considerate "minoranze". Esattamente come si sente lei in questo preciso momento. Una minoranza. Il modo rustico, che io tradurrei "maniera arrogante", è praticato da tempo dalle fonti informative "locali" alle minoranze che più minoranze non si può ed esattamente a quelle realtà che non hanno la forza di far sentire la propria voce..... e non per colpa del "par condicio".

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

faustocoppi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Mar 17, 2008 3:36 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ANSA Valle d'Aosta 11:19 ha scritto:
PD: CHIESTA CONVOCAZIONE ASSEMBLEA SU ANNESSIONE COMUNI

(ANSA) - AOSTA, 17 MAR -
La convocazione 'urgente' dell'Assembblea costituente regionale del Pd della Valle d'Aosta é stata richiesta da Giuseppe Rollandin (membro dell'Assemblea costituente del Partito democratico in Valle d'Aosta) ed Enrico Bich (membro dell'Assemblea costituente nazionale) per discutere sull'iniziativa dei consiglieri regionali Giovanni Sandri e Carmela Fontana in merito alla "adesione dei comuni di Carema e Noasca alla Valle d'Aosta".

In una nota diffusa oggi Rollandin e Bich ribadiscono che "senza voler entrare oggi nel merito della legittimità di una comunità locale di richiedere l'annessione in una regione confinante, come nel caso dei comuni di Carema e Noasca, che interessa direttamente la Valle d'Aosta" e stigmatizzano "in maniera marcata l'iniziativa e l'atteggiamento dei consiglieri regionali Sandri e Fontana nonché del segretario Raimondo Donzel che, senza interpellare in alcun modo l'Assemblea costituente del PD-VdA, si sono assunti l'onere di sostenere come valida la richiesta dei suddetti comuni piemontesi". (ANSA).



Senza voler entrare oggi nel merito della legittimità di una comunità locale di richiedere l’annessione in una regione confinante, il sottoscritto, solo e semplice fondatore del Partito Democratico della Valle d’Aosta, stigmatizza di contro e in maniera ancora più marcata il comportamento strumentale tenuto - a scoppio ritardato - da Giuseppe Rollandin e da Enrico Bich in merito al caso dei comuni di Carema e Noasca. Caso e argomento discussi in un incontro pubblico, svoltosi nei giorni scorsi a Pont Saint Martin e che ha visto partecipi, con il sindaco di Carema ed il capogruppo regionale, Giovanni Sandri, il segretario Raimondo Donzel.

Visto che il segretario pazientemente risponde e chiarisce con un Ansa successiva, dicendo che non è stato altro che uno scambio di opinioni, chiedo cortesemente alle persone indicate in lista e cioè al Presidente dell’Assemblea Costituente del PD VdA – Lorenzo Gillo, al Segretario PD VdA - Raimondo Donzel di spiegarci come sia ancora possibile, al di là di tutte le libertà comunicative previste in un partito democratico, che gli organi di stampa come l’Ansa ecc, vengano interessati, a ruota libera, da responsabili del PD, prima ancora che essi propongano un normale chiarimento o precisazione all’interno degli organi preposti. Vedo con rammarico che stanno di nuovo riaffiorando atteggiamenti e modi di agire strumentali che ritenevo ormai far parte di detriti e residuati di un vecchio contegno politico. Invece che di riformismo, come pochi giorni fa si stava disquisendo, qui stiamo cadendo nelle vecchie liti di cortile, dunque si sta predicando a vanvera.

P.S Per maggior completezza la risposta all'Ansa del segretario Raimondo Donzel
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Un caro saluto a voi tutti

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Sab Apr 19, 2008 10:58 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(ANSA) ha scritto:
14:27 ELEZIONI: VDA; CAVERI, ARCOBALENO SI E' MAGIATO IL PD
- AOSTA, 18 APR -
"In Valle d'Aosta la situazione della sinistra è anomala, a Roma il Pd si è mangiato la sinistra radicale, qui l'Arcobaleno ha mangiato il Pd che non ha più un'area moderata: più che di centro sinistra si deve parlare di sinistra radicale che ha scaricato Perrin". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Luciano Caveri, commentando i risultati delle elezioni politiche in Valle d'Aosta.

"Il pdl - ha inoltre detto Caveri, a proposito degli avversari del centro destra - ha goduto di un traino elettorale nazionale molto forte". "Mi auguro che per le regionali - ha aggiunto - ci siano delle vere tribune elettorali televisive non relegate in orari in cui nessuno guarda la televisione, perché se il martellamento televisivo si focalizza sui leader nazionali per noi movimenti autonomisti ci sarà poco spazio". (ANSA).



Merita una risposta? Non so. Sono quasi due giorni che sono combattuto se dare peso a questo comunicato Ansa che il Presidente della regione, Caveri, ha inviato ai media, con il solito preciso intento di portare discredito a tutto l'AAP. E poi lamentarsi di avere tribune politiche elettorali televisive non relegate in orari in cui nessuno guarda la televisione, è veramente incredibile! Scrivere e atteggiarsi a vittima dei mezzi d'informazione non è più consentito neanche al Presidente che ha a disposizione tutto l'interesse dei media locali-regionali. Non è neanche accettabile, almeno io credo, distribuire patenti di moderatismo e di radicalismo, a partiti democratici, quando nella vita politica valdostana si è visto di tutto. Ergersi al livello del soglio pontificio per impartire benedizioni urbi et orbi, a destra e a sinistra è nelle corde di chi parla di ni gauche ni droit. Sarebbe necessario però ricordarsi di tutte quelle dichiarazioni del Presidente rilasciate "a tempo debito" quando Prodi poteva essere ancora utile...

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Apr 20, 2008 12:23 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(ANSA) ha scritto:
17:07 ELEZIONI: VDA; AAP, SIGLATO ACCORDO SU PROGRAMMA GOVERNO

- AOSTA, 18 APR - Partito Democratico,
Renouveau Valdotain-Vallee d'Aoste Vive e Arcobaleno hanno siglato oggi un accordo per un programma di governo al fine di presentarsi come coalizione alle elezioni regionali del 25 maggio. Lo hanno comunicato, in una nota, i tre partiti che fanno parte dell'Alleanza autonomista progressista.

La notizia era stata anticipata già ieri da Raimondo Donzel, segretario regionale del Pd. Partito Democratico, Renouveau Valdotain-Vallee d'Aoste Vive e Arcobaleno si presenteranno alle urne ognuno con la propria lista. (ANSA).



Ecco qua, "Una" rappresentanza cannibalesca aostana sì è presentata ai suoi "elettofagi" (mangiatori di votanti), siglando un accordo avvenuto naturalmente attorno al "pentolone bollente", come Caveri ci aveva predicato alle 14.27 del precedente comunicato Ansa. In poche parole mangiatori e mangiati e altri convitati come, Partito Democratico, Renouveau Valdotain-Vallee d'Aoste Vive e Arcobaleno hanno siglato un accordo per un programma di governo per presentarsi alle elezioni regionali del 25 maggio come alleati. Ma come è potuto accadere? Come è possibile che lo schieramento contrapposto all'attuale maggioranza, abbia nel suo Dna anche una parvenza d'intelligenza non distruttiva? In effetti questa notizia potrebbe sembrare scontata, ma non lo è affatto, visto il momento politico. L'AAP è riuscita invece a presentarsi ai suoi elettori in un momento importante non solo per la Valle d'Aosta, ma anche italiano. Questo voto dovrà essere una risposta a tutti quei signori che vedono sempre il peggio in casa altrui, senza mai guardare per rendersi conto del disastro che stanno vivendo in casa propria. Disastro che hanno contribuito ad aumentare, in maniera vistosa, in questi ultimi anni. L'AAP come novello Robinson Crosue, riuscirà a fare apprendere la civiltà democratica anche al Venerdì indigeno? In tanti se lo augurano.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Dom Apr 20, 2008 2:27 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(ANSA) ha scritto:
18:49 ELEZIONI: VALLE D'AOSTA SPERIMENTA LE COALIZIONI
- AOSTA, 19 APR -
La possibilità per più liste di coalizzarsi sulla base di un programma comune è la novità più importante introdotta nel 2007 dalla nuova normativa regionale in materia di elezione del Consiglio Valle.

Il sistema proporzionale con sbarramento con cui gli elettori valdostani, il prossimo 25 maggio, voteranno i 35 rappresentanti nell'Assemblea legislativa regionale prevede infatti alcuni correttivi di tipo maggioritario. Innanzi tutto, c'é la possibilità di ottenere un premio di maggioranza che attribuisce 21 seggi alla lista o coalizione che ha superato il 50 per cento dei voti validi.

Nel caso in cui, invece, nessuna lista o coalizione abbia ottenuto almeno 18 seggi o la maggioranza assoluta dei voti, è previsto un turno di ballottaggio tra le formazioni con il migliore risultato al primo turno. La vincente ottiene 18 seggi.

L'altra novità elettorale riguarda l'equilibrio di rappresentanza tra uomini e donne: in ogni lista ogni genere non può essere rappresentato in misura inferiore al 20 per cento. (ANSA).


Accipicchia che novità l'equilibrio di rappresentanza tra uomini e donne. Il 20%! Non è che si saranno sprecati ad arrivare a questa pazzesca percentuale?

Metafora di regime
Maria Novella Oppo

Non è per niente strano che, nel giorno in cui Berlusconi (ma quanto sarà simpatico!) mima l'eliminazione fisica di una giornalista russa, alcuni colleghi italiani continuino a esaltare le gesta mediatiche del cavaliere dei nostri stivali. Nell'occasione, Paolo Liguori, a Omnibus, ha superato se stesso (e non è facile), dicendo ai presenti, esterrefatti per certe uscite antifemministe, queste precise parole: «Permettete che tra i giornalisti e Berlusconi, io preferisco Berlusconi?». Ci mancherebbe. Tanto più che Berlusconi è il suo padrone e può dire e fare quel che vuole. Troverà sempre lui, o un altro dipendente disposto a esaltarne il genio politico, il buon gusto artistico e perfino sessuale. Ma Liguori non si è fermato qui e ha proseguito, spiegando così aspettative e compiti del nuovo governo: «Il Paese vuole che al ministero degli Interni arrivi uno capace finalmente di menare le mani». Ecco, dopo i fucili di Bossi e il mitra di Berlusconi, Liguori, nel suo piccolo, si accontenta di menar le mani. Prima o poi, una metafora ci seppellirà.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!



Laughing

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
faustocoppi








Registrato: 08/01/07 17:44
Messaggi: 201
faustocoppi is offline 






MessaggioInviato: Lun Apr 21, 2008 11:54 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

giorgio ha scritto:
(ANSA) ha scritto:
17:07 ELEZIONI: VDA; AAP, SIGLATO ACCORDO SU PROGRAMMA GOVERNO

- AOSTA, 18 APR - Partito Democratico,
Renouveau Valdotain-Vallee d'Aoste Vive e Arcobaleno hanno siglato oggi un accordo per un programma di governo al fine di presentarsi come coalizione alle elezioni regionali del 25 maggio. Lo hanno comunicato, in una nota, i tre partiti che fanno parte dell'Alleanza autonomista progressista.

La notizia era stata anticipata già ieri da Raimondo Donzel, segretario regionale del Pd. Partito Democratico, Renouveau Valdotain-Vallee d'Aoste Vive e Arcobaleno si presenteranno alle urne ognuno con la propria lista. (ANSA).



Ecco qua, "Una" rappresentanza cannibalesca aostana sì è presentata ai suoi "elettofagi" (mangiatori di votanti), siglando un accordo avvenuto naturalmente attorno al "pentolone bollente", come Caveri ci aveva predicato alle 14.27 del precedente comunicato Ansa. In poche parole mangiatori e mangiati e altri convitati come, Partito Democratico, Renouveau Valdotain-Vallee d'Aoste Vive e Arcobaleno hanno siglato un accordo per un programma di governo per presentarsi alle elezioni regionali del 25 maggio come alleati. Ma come è potuto accadere? Come è possibile che lo schieramento contrapposto all'attuale maggioranza, abbia nel suo Dna anche una parvenza d'intelligenza non distruttiva? In effetti questa notizia potrebbe sembrare scontata, ma non lo è affatto, visto il momento politico. L'AAP è riuscita invece a presentarsi ai suoi elettori in un momento importante non solo per la Valle d'Aosta, ma anche italiano. Questo voto dovrà essere una risposta a tutti quei signori che vedono sempre il peggio in casa altrui, senza mai guardare per rendersi conto del disastro che stanno vivendo in casa propria. Disastro che hanno contribuito ad aumentare, in maniera vistosa, in questi ultimi anni. L'AAP come novello Robinson Crosue, riuscirà a fare apprendere la civiltà democratica anche al Venerdì indigeno? In tanti se lo augurano.



Blog di Vincenzo Calì ha scritto:
La redazione locale della Stampa, invece, si schiera fingendo di non farlo. Parteggia fingendo di informare. Fa propaganda per una parte (quella al potere) fingendo di fare cronaca politica.

Ultimi esempi? Beh, l’ultimissimo è sulle pagine valdostane di ieri. A pagina 53 si trova uno sfogo sopra le righe (come al solito) da parte del Presidente-Prefetto Caveri. Il titolo: Perrin mangiato dall’Arcobaleno.
Un’analisi da dilettante della politica, stranamente coincidente con quella del galantuomo Ferraris. Ripropone la tesi, del tutto campata in aria, senza alcuna corrispondenza nella realtà, di un Partito Democratico di ultrasinistra. I casi sono due: o Caveri capisce poco di politica (il che non è affatto da escludere, visti i danni provocati in soli tre anni di governo) oppure è in malafede. Il tentativo è quello di screditare il PD, visto come una seria minaccia al sistema di potere unionista. Siccome i sondaggi attruibuiscono al PD valdostano percentuali molto elevate (dal 15 al 20 per cento) l’ordine di scuderia è quella di descriverlo come una succursale dell’Arcobaleno.
Bene, e la Stampa che fa?
Oltre a riportare con grande evidenza il delirio caveriano, gli va in soccorso confezionando un titolo capolavoro nella pagina accanto: PD-Arcobaleno, settanta nomi per battere l’UV.
Un titolo del tutto fuorviante, elaborato con il chiaro scopo di contruibuire alla strategia unionista. Di cosa parla infatti l’articolo? Della presentazione delle liste del PD e dell’Arcobaleno per le prossime elezioni regionali.
Due presentazioni avvenute in sedi separate e in tempi diversi.
Ma la Stampa, per compiacere Caveri, le mette insieme, ingannando il lettore, perché gli fa credere che PD e Arcobaleno siano una cosa sola, e che le due forze costituiscano un’alleanza a due.
Eppure i giornalisti e i titolisti della Stampa sanno bene come stiano in realtà le cose. Alle prossime elezioni regionali ci saranno tre liste separate di PD, VdaVive-Renouveau e Arcobaleno. Queste tre forze avranno un programma comune, come prevede la legge elettorale.
La barra di questa alleanza, comprendente le forze che alle politiche hanno fronteggiato alla pari l’ex corazzata unionista, è centrata sulla forza riformista del Partito Democratico.

Questa è la verità che fa paura all’Union e ai suoi vassalli, che fa temere il tracollo del regime e il passaggio a una fase nuova della politica valdostana.

Una verità da contrastare con la disinformazione dei cittadini. E la Bugiarda (come è detta affettuosamente La Stampa) corre subito in soccorso.


Come vedi caro giorgio anche il Blog di Calì
è allineato con il tuo e nostro punto di vista.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

faustocoppi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giorgio








Registrato: 06/01/07 01:27
Messaggi: 4558
giorgio is offline 

Località: Aosta




MessaggioInviato: Lun Apr 21, 2008 4:20 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(ANSA) ha scritto:
12:19 RELIGIONE: CAVERI, SANT'ANSELMO UOMO DI SPIRITO POLITICO

- AOSTA, 21 APR - "Sant'Anselmo uomo di spirito politico". Così lo ha definito il presidente della Regione Valle d'Aosta, Luciano Caveri, intervenendo questa mattina, al Seminario maggiore di Aosta, alla cerimonia ufficiale di apertura delle celebrazioni per il nono centenario dalla morte del Santo.

"L'idea di queste celebrazioni - ha aggiunto Caveri - è nata due anni fa quando una delegazione valdostana si recò alla tomba di Sant'Anselmo a Canterbury. Dopo quella visita si decise di fare una legge speciale per celebrare il santo, il cui pensiero profondo probabilmente ha origine anche dalla verticalità delle sue montagne, come si legge in una delle tante lettere che scrisse durante la sua vita".

Per il vescovo di Aosta, Giuseppe Anfossi, "parlare di Sant'Anselmo è parlare di formazione e cultura", mentre il sindaco di Aosta, Guido Grimod, ha sottolineato "l'aostanità di Sant'Anselmo simboleggiata dalla statua a lui dedicata e collocata tra i due campanili della Cattedrale, con alle spalle il Rutor e il piccolo San Bernardo: il primo che simboleggia la Borgogna di cui Aosta faceva parte, il secondo che fu varcato dallo stesso santo".

Infine, l'assessore regionale alla cultura, Laurent Vierin, ha evidenziato come "il nono centenario della morte di Sant'Anselmo ha messo insieme delle sinergie per celebrare degnamente l'anniversario del valdostano più importante, raccogliendo un testimone di chi 100 anni fa edificò la statua". (ANSA).



Che cosa non si farebbe per un ulteriore presenza sulla ribalta mediatica.
Che cosa ci devonoo ancora ammannire per apparire anche oggi sull'ANSA
E fiocco di neve dove è stato parcheggiato?

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

«Guai se i giovani di oggi dovessero crescere nell'ignoranza, come noi della "generazione del Littorio".
Oggi la libertà li aiuta, li protegge. La libertà è un bene immenso, senza libertà non si vive, si vegeta»
Nuto Revelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> SPAZIO DEMOCRATICO Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3 ... 14, 15, 16  Successivo
Pagina 1 di 16

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





AREA DEMOCRATICA topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008